Vai al contenuto
Ilario93

Pignoramento immobiliare per che cifra minimo si esegue?

Ciao,

 

Volevo chiedervi un informazione: avevamo un debito di quasi 10mila euro nei confronti del condominio, causa mancanza di soldi e lavoro.

Ci hanno avviato un decreto ingiuntivo, e abbiamo nel frattempo provveduto al pagamento di una nuova centrale termica...ma, siccome ci è stata staccata l'erogazione dell'acqua sanitaria da diversi mesi, l'assemblea condominiale ci aveva stabilito un piano di rientro, compresa la rata condominiale pari a circa 500 euro al mese per 18 mesi.

Ora se nel caso abbiamo difficoltà a versare 500 euro ogni mese, sono già 2 mesi passati e quindi sarebbero 1000 euro, hanno detto che dal prossimo mese provvederanno al pignoramento dell'immobile.

Possono provvedere al pignoramento dell'immobile anche se la cifra è di 6000 euro? Perché mio padre (intestatario della casa) dice che si è informato al patronato e gli hanno detto che il pignoramento dell'immobile non si può fare, se non si hanno minimo 8000 euro di debiti.

E' vero tutto ciò? Grazie anticipatamente delle risposte.

Il limite di 8.000€ è previsto per i crediti tributari.

 

E' vero pure che un creditore il quale deve rientrare di 6.000€ dovrebbe anticipare spese talmente alte per una esecuzione immobiliare che diventa antieconomico nei casi di cifre così basse.

 

Perchè non rinegoziate il debito, magari con una transazione a saldo e stralcio. Pattuendo anche una rata mensile più bassa, considerato che 500€ di questi tempi sono un'enormità!

Perdonami michylino...ma se per debiti superiori a 120000 euro equitalia può pignorare l'immobile, mi dici come sia possibile che con 8000 lo possa rihiedere tu privato? Hai i riferimenti normativi in merito. Per pura informazione, nessuna polemica o altro, la mia è pura curiosità.

Resto del parere che 500 euro al mese sia assurdo.....

Perdonami michylino...ma se per debiti superiori a 120000 euro equitalia può pignorare l'immobile, mi dici come sia possibile che con 8000 lo possa rihiedere tu privato? Hai i riferimenti normativi in merito. Per pura informazione, nessuna polemica o altro, la mia è pura curiosità.

Resto del parere che 500 euro al mese sia assurdo.....

Equitalia non può pignorare immobili per crediti

 

Il privato creditore, si presume non abbia i soldi che ha Equitalia! 😉

Certo, parlo della prima casa, ma in ogni caso non credo proprio che un giudice per un debito così piccolo passi al pignoramento dell'immobile, al massimo dei beni mobili...però ci vuole molto tempo. Io cercherei un rientro diverso. Anche se non capisco come si possa arrivare ad avere un debito condominiale di 10000 euro.......se non si fanno lavori...ci vogliono almeno 3/4 anni......

Ciao,

 

Volevo chiedervi un informazione: avevamo un debito di quasi 10mila euro nei confronti del condominio, causa mancanza di soldi e lavoro.

Ci hanno avviato un decreto ingiuntivo, e abbiamo nel frattempo provveduto al pagamento di una nuova centrale termica...ma, siccome ci è stata staccata l'erogazione dell'acqua sanitaria da diversi mesi, l'assemblea condominiale ci aveva stabilito un piano di rientro, compresa la rata condominiale pari a circa 500 euro al mese per 18 mesi.

Ora se nel caso abbiamo difficoltà a versare 500 euro ogni mese, sono già 2 mesi passati e quindi sarebbero 1000 euro, hanno detto che dal prossimo mese provvederanno al pignoramento dell'immobile.

Possono provvedere al pignoramento dell'immobile anche se la cifra è di 6000 euro? Perché mio padre (intestatario della casa) dice che si è informato al patronato e gli hanno detto che il pignoramento dell'immobile non si può fare, se non si hanno minimo 8000 euro di debiti.

E' vero tutto ciò? Grazie anticipatamente delle risposte.

Procedo dopo la prima annualità e generalmente essa ammonta tra i 2000/3000€.

Questo perchè:

-dopo la seconda annualità il debito rimane in capo ai condòmini e quindi è assurdo consolidarlo

-le spese legali di azione esecutiva vengono rimborsate ante creditori preferenziali ed a queste si possono aggiungere quelle di prededuzione.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Certo, parlo della prima casa, ma in ogni caso non credo proprio che un giudice per un debito così piccolo passi al pignoramento dell'immobile, al massimo dei beni mobili...però ci vuole molto tempo. Io cercherei un rientro diverso. Anche se non capisco come si possa arrivare ad avere un debito condominiale di 10000 euro.......se non si fanno lavori...ci vogliono almeno 3/4 anni......

Non è il Giudice che decide COSA pignorare ma il legale che stabilisce quale azione esecutiva azionare e quale pignoramento.

Non esiste limite minimale per pignorare.

La prima casa non è pignorabile solo per debiti di Equitalia.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ciao,

 

 

Possono provvedere al pignoramento dell'immobile anche se la cifra è di 6000 euro? Perché mio padre (intestatario della casa) dice che si è informato al patronato e gli hanno detto che il pignoramento dell'immobile non si può fare, se non si hanno minimo 8000 euro di debiti.

E' vero tutto ciò? Grazie anticipatamente delle risposte.

Possono provvedere.

Trovami un solo giudice che per 6000 euro ti pignora casa..........figuriamoci la prima casa.

Poi, giusto per chiarezza, un avvocato propone...ma è sempre il giudice a decidere, ci mancherebbe.

In Italia ci manca solo che gli avvocati (in Italia sono più avvocati che parcheggiatori) decidano qualcosa e poi saremmo davvero alla frutta totale.

Trovami un solo giudice che per 6000 euro ti pignora casa..........figuriamoci la prima casa.

Poi, giusto per chiarezza, un avvocato propone...ma è sempre il giudice a decidere, ci mancherebbe.

In Italia ci manca solo che gli avvocati (in Italia sono più avvocati che parcheggiatori) decidano qualcosa e poi saremmo davvero alla frutta totale.

3 pignoramenti con vendita già all'asta di immobili 1 casa nello stesso condominio,...se vuoi ti posso dare il numero di esecuzione...tanto per far un esempio,perdona ma il mondo è diverso da un tempo,oggi persino gli artigiani pignorano i c/c per 2/3000€ non importa quanto costi,non ne possono più!

Bisogna sempre vedere la cifra. In ogni caso ogni evento va valutato caso per caso. Riguardo gli artigiani...sorvolo..perchè ho un parere nettamente diverso dal tuo suppongo. Per anni hanno evaso tasse e quant'altro, io le ho sempre pagate..con la busta paga non posso evadere nemmeno un centesimo e tuttora vedo artigiani che si lamentano solo ma che si fanno un mese di ferie, io non posso permettermi forse nemmeno una settimana...quindi.....chi è causa del suo male pianga se stesso, non mi fanno pena per niente (ovvio che non siano tutti così......ma ne conosco troppi che negli anni addietro hanno preso 100.000 e dichiarato 10.000)

Ad un condomino condomino moroso di circa €. 1.500,00, dopo aver atteso infruttuosamente la scadenza dei termini sia del decreto ingiuntivi che del precetto emessi dal giudice, il mio legale ha richiesto ed ottenuto dal giudice il pignoramento immobiliare immediato. Sgomentato e terrorizzato immediatamente il condomino moroso ha pagato il suo debito nei confronti del condominio e tutte le spese (circa €. 1.200). Ovviamente il condomino mi ha dichiarato guerra a oltranza per l'azione da me intrapresa ed io sto morendo di paura (ah ah ah ah).

Ciao,

 

Volevo chiedervi un informazione: avevamo un debito di quasi 10mila euro nei confronti del condominio, causa mancanza di soldi e lavoro.

Ci hanno avviato un decreto ingiuntivo, e abbiamo nel frattempo provveduto al pagamento di una nuova centrale termica...ma, siccome ci è stata staccata l'erogazione dell'acqua sanitaria da diversi mesi, l'assemblea condominiale ci aveva stabilito un piano di rientro, compresa la rata condominiale pari a circa 500 euro al mese per 18 mesi.

Ora se nel caso abbiamo difficoltà a versare 500 euro ogni mese, sono già 2 mesi passati e quindi sarebbero 1000 euro, hanno detto che dal prossimo mese provvederanno al pignoramento dell'immobile.

Possono provvedere al pignoramento dell'immobile anche se la cifra è di 6000 euro? Perché mio padre (intestatario della casa) dice che si è informato al patronato e gli hanno detto che il pignoramento dell'immobile non si può fare, se non si hanno minimo 8000 euro di debiti.

E' vero tutto ciò? Grazie anticipatamente delle risposte.

Ti posso rispondere che l'unica cosa che può inficiare la decisione di un pignoramento immobiliare, non è certo un limite normativo, ma esclusivamente una convenienza economica. In una situazione di condominio, non si può certo pretendere di avere favori da un'assemblea che è composta da coloro i quali invece pagano, perchè altrimenti tutti si sentirebbero autorizzati a non pagare e il condominio finirebbe in bruttissime acque con i fornitori per i servizi essenziali (acqua, luce, gas per i riscaldamenti ecc).

Se il condominio decide per le vie "cattive", puoi stare pur certo che lo farà, altrimenti ne dovrebbe rispondere ai condomini.

L'unica via è tentare una transazione.

Ciao

Ad un condomino condomino moroso di circa €. 1.500,00, dopo aver atteso infruttuosamente la scadenza dei termini sia del decreto ingiuntivi che del precetto emessi dal giudice, il mio legale ha richiesto ed ottenuto dal giudice il pignoramento immobiliare immediato. Sgomentato e terrorizzato immediatamente il condomino moroso ha pagato il suo debito nei confronti del condominio e tutte le spese (circa €. 1.200). Ovviamente il condomino mi ha dichiarato guerra a oltranza per l'azione da me intrapresa ed io sto morendo di paura (ah ah ah ah).

Ferdinando, approfondisci spiegando di che genere di persona era questo insolvente, le risate e le minacce a fine del tuo paragrafo denotano stupidità, rifletti, che figuraccia stai facendo fare agli amministratori e alla giustizia, pensa se capitasse a te di ritrovarti con difficoltà economiche e arriva il primo "orso" a fare il duro con una esecuzione immobiliare, ci sono casi e casi, c'è gente che non ha soldi per davvero, e ha solo una casa dove ci vive o che affitta ad altri ma pagandoci il mutuo, cosa fai?

Ho quindi alcune domande:

  1. se il debitore ha solo denaro contratto da debiti finanziari? ipotizziamo, debito vs condominio di 3000€ e debito vs banche di 3000€, zero soldi propri, 2000€ di disponibilità di fido da banca utili per le esigenze familiari
  2. immobile affittato ad un terzo
  3. mutuo per pagare immobile residuo 50000€, valore di acquisto immobile nel 2005 di 80000€
  4. la debitrice ha un lavoro autonomo
  5. la debitrice paga regolarmente, ma non sempre riesce a stare dietro alle spese

Per cortesia orso, parlami meglio del tuo caso e dammi un parere al caso da me proposto, ringrazio a chiunque risponda.

Buonasera @dialogo. Il post a cui hai risposto è di 3 anni e mezzo fa ... ma se può esserti di aiuto ti rispondo lo stesso. Le affermazioni di Orsi sono sicuramente deprecabili perchè sulle disgrazie altrui non si può nè ridere nè fare commenti idioti. La situazione economica generale non è certo migliorata da tre anni a questa parte e ci sono molti condomini dove le situazioni di morosità sono peggiorate, ma per ogni condòmino che non paga c'è sempre qualcuno che è costretto a pagare al posto suo. I decreti ingiuntivi non si fanno a cuor leggero, almeno per me è così, ma a volte si è costretti, da un lato perchè c'è la legge che ce lo impone (art. 1129 c.c. comma 9), e dall'altro perchè dobbiamo renderne conto agli altri partecipanti al condominio, che hanno diritto di pretenderlo. I miei genitori hanno vissuto un'intera vita in affitto e non si sono mai potuti permettere di acquistare una casa. Sono caduti e si sono rialzati ogni volta, ma hanno sempre fatto in modo di non avere debiti nè di farci mancare nulla, quindi non vedo per quale motivo oggi dobbiamo essere per forza proprietari di casa se non ce lo possiamo permettere. Non nascondo che ci siano casi drammatici, ma ti garantisco che molti preferiscono avere l'ultimo modello di cellulare, il decoder di sky, e andare in vacanza, prima di pensare a pagare il condominio, e non lo reputo un atteggiamento rispettoso nei confronti degli altri. Penso quindi che se uno ha una casa o addirittura più di una, e non può mantenersi, debba venderla e pagare ciò che è giusto che paghi, andando in affitto piuttosto, com'era una volta. Si può avere pazienza e attendere, ma non per l'eternità. È il mondo che è così. Sarà ingiusto quanto vuoi, ma ci dobbiamo vivere tutti.

L'impignorabilitá della prima casa non riguarda i debiti per le spese condominiali, ma Equitalia.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×