Vai al contenuto
Fagra295@libero.it

Piccola apertura su balconcino dentro veranda autorizzata piano terra in condominio

Salve, chiedo un Vs parere anche legale su quanto sotto descritto.

Abito in un condominio al piano terra, avendo una superficie esterna di 300 mq con regolare autorizzazione Edilizia Privata del mio Comune ho realizzato una veranda di ca mq 50 con struttura in legno e pareti con grandi vetrate.

Da un lato detta veranda copre e chiude un piccolo balconcino con dei gradini che servono per poter accedere nel mio appartamento esternamente.

Chiedo, per poter avere accesso in veranda direttamente dal mio appartamento senza dover uscire, posso eseguire una piccola apertura di ca 80 cm x 1m nel muretto - considerato, credo, che tutta la realizzazione fa parte oramai dell'appartamento?

Rimango in attesa. Saluti.

ciao

il muretto su cui vuoi praticare l'apertura è il muretto di recinzione esterno del condominio ? Se si, e confina con la pubblica via, non ci sono problemi. Comunque tale apertura non deve dar servizio ad aree non appartenenti al condominio nel suo complesso.

Se il muretto è quello di cinta di recinzione esterno del condominio e confinante con la pubblica via ci sono problemi e per l'apertura ci vorrebbe l'unanimità;

 

Varco muro di cinta

1. Risulta del tutto evidente, per i giudici di legittimità, il fatto che l’apertura di un varco nel muro di cinta dell'edificio condominiale per mettere in comunicazione la proprietà esclusiva con la strada pubblica, “sottraendo la cosa comune alla sua specifica funzione e quindi al compossesso di tutti i condomini, legittima di conseguenza gli altri condomini all'esperimento dell'azione di reintegrazione per conseguire la riduzione della cosa al pristino stato in modo che essa possa continuare a fornire quella utilitas alla quale era asservita anteriormente alla contestata modificazione, senza che sia necessaria la specifica prova del possesso di detta parte quando risulti che essa consista in una porzione immobiliare in cui l'edificio si articola (Cass. 13 luglio 1993 n. 7691)”.

 

2. Con una interessante decisione dello scorso anno la stessa sezione della Cassazione ha ravvisato perfino gli estremi dello spoglio nell'apertura di un varco praticato dal condomino nel muro di cinta dell'edificio per mettere in comunicazione la proprietà esclusiva con la pubblica strada, “giacché la modificazione dei luoghi, sottraendo il muro alla destinazione di recinzione e protezione dell'edificio,impediva agli altri condomini di ricavarne l'utilità inerente alla funzione della cosa comune”. (Cass. civ. Sez. II, 05-08-2005, n. 16496)

Vi ringrazio per i vs chiarimenti, preciso che l'eventuale apertura viene effettuata sul mio esclusivo balconcino che non da su nessuna via pubblica ma solamente sulla mia area esterna e che adesso da dentro alla veranda.

Se questa apertura viene fatta sulla tua proprietà è possibile farla, probabilmente dovrai richiedere il permesso edilizio ed effettuare la variazione al catasto,, informati al comune.

Vi ringrazio per i vs chiarimenti, preciso che l'eventuale apertura viene effettuata sul mio esclusivo balconcino che non da su nessuna via pubblica ma solamente sulla mia area esterna e che adesso da dentro alla veranda.

ciao

ma -- l'area esterna... che vuoi collegare è di tua proprietà ed è all'interno del lotto su cui sorge il condominio ? Se tale area non fa parte del condominio, hai bisogno del parere unanime di tutti i condomini, altrimenti, a mio giudizio hai diritto di farlo ed il condominio ha solo la facoltà di natura estetica ( art. 1102 cod. civ.).

 

 

per Tullio

 

Se il tratto di recinzione del lotto, e quindi condominiale, è anche sul confine della mia area esclusiva ricadente nel condominio, io ritengo che si possa fare al di la delle sentenze che hai postato, sempre ai sensi dell'art. 1102 cod. civ., in quanto l'apertura del passaggio non impedisce agli altri nulla, lo spoglio del mq. di muro di recinzione non modifica nessuna funzione della cosa, visto che il cancelletto coprirà ampiamente la funzione generale. Purtroppo, come spesso accade, pur di argomentare, ci cercano diritti e doveri utopici. L'unico danno che potrebbe subire il condominio è solo di natura estetica, visto che tale apertura da in proprietà ad uso privato e non ad uso condominiale. Però è un mio parere personale, di nessun valore, se non quello critico di sentenze assai contraddittorie. Se apro una finestra nel muro comune che delimita la mia camera, lo posso fare, nella recinzione esterna comune, nel tratto confinante con l'area in mio uso esclusivo, no. Anche nell'aprire la finestra si possono applicare le stesse motivazioni delle sentenze che tu hai postato.

... Se il tratto di recinzione del lotto, e quindi condominiale, è anche sul confine della mia area esclusiva ricadente nel condominio, io ritengo che si possa fare al di la delle sentenze che hai postato,
Difficilmente mi vedrai cambiare idea se ci sono delle sentenze di mezzo, per cui non aggiungo nulla e rimango della mia opinione che coincide con le sentenze.
×