Vai al contenuto
Angelo09

Piano di Rientro per le quote dovute dai condòmini morosi

Buonasera…

Vorrei chiederVi se l’amministratore può stipulare con i condòmini morosi un contratto di Piano di Rientro per i conguagli a debito di fine gestione.

In base alla nuova normativa di legge in campo condominiale l’amministratore ha tempo 6 mesi dalla chiusura dell’esercizio per recuperare i conguagli a debito dei condòmini anche mediante decreto ingiuntivo.

Ho sentito dire che l’amministratore può fare dei contratti con i condòmini morosi per rateizzare il debito in modo da permettere al moroso di estinguere il debito in un certo numero di rate… Sarebbe una sorta di Piano di Rientro… L’amministratore può sottoscrivere tale contratto con i condòmini? Ed ha validità legale?

GRAZIE PER LE EVENTUALI RISPOSTE 

Direi che è la cosa più SENSATA da fare...ed è sensato anche far capire e comprendere agli altri di istituire un fondo cassa maggiore per il Condominio che permetta nel frattempo di far fronte alla rateizzazione dei condomini in difficoltà...facile da capirsi per teste intelligenti...difficile per le altre..

Ma secodno voi l'Amministratore può far sottoscrivere dei contratti di Piani di Rientro di propria iniziativa oppure necessita di una delibera assembleare? Chiedo questo perchè molti dicono che l'Amm. può far sottoscrivere Piani di Rientro se viene deliberato altrimenti può solo fare solleciti e passare la pratica all'Avvocato... invece altri sostengono che l'Amm. può farli sottoscrivere anche senza la preventiva autorizzazzione tramite delibera dell'Assemblea dei condòmini...

Voi che ne dite?

GRAZIE...

Ma secodno voi l'Amministratore può far sottoscrivere dei contratti di Piani di Rientro di propria iniziativa oppure necessita di una delibera assembleare? Chiedo questo perchè molti dicono che l'Amm. può far sottoscrivere Piani di Rientro se viene deliberato altrimenti può solo fare solleciti e passare la pratica all'Avvocato... invece altri sostengono che l'Amm. può farli sottoscrivere anche senza la preventiva autorizzazzione tramite delibera dell'Assemblea dei condòmini...

Voi che ne dite?

GRAZIE...

E' necessaria una delibera all'unanimità.

diciamo la verità?

tutto dipende da due cose. 1)che il credito non corra il rischio prescrittivo. 2)che vi sia un adeguato avanzo di cassa.

allora, in questi due casi,potete discutere e accordarvi come e quanto volete.

certo, sarebbe bene che l'assemblea ne fosse informata.

Cosa intendi per il credito non corra il rischi di essere prescritto? Vuoi dire che i debiti (per debiti intendo le quote condominiali dovute dai condòmini) dopo un determinato tempo si prescrivono e i debitore poi non è più tenuto a versarle? Se è così qual'è il termine di prescrizione?

Per quanto riguarda la delibera che deve essere presa dall'Assemblea per autorizzare l'Amm. a sottoscrivere i Piani di Rientro con i condòmini morosi, da ogni discussione emerge una maggioranza diversa... anzi in alcune discussioni che ho letto si dice persino che non è necessario che l'Amm. si faccia dare l'autorizzazzione dall'Ass. ... Qual'è la prassi giusta?

 

GRAZIE... 🙂

×