Vai al contenuto
DLF

Perizia per distacco riscaldamento centralizzato

Buongiorno,

la perizia fatta da un tecnico nel caso in cui un condomino si stacca dalla caldaia principale e installa i riscaldamenti autonomi, essendo la perizia privata può l'amministratore inviare un tecnico senza avvisare e mettersi d'accordo con il condomino, ovvero di sua iniziativa? Per me no!

Quanto può costare una perisia? Gli hanno chiesto circa 300/350 euro.

Il "nuovo" art. 1118 del c.c. ha stabilito "legalmente" che chiunque può distaccarsi dall'impianto centralizzato:

 

Il condomino può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma

 

Se leggi attentamente, ora il Codice prevede "notevoli squilibri o aggravi di spesa".

 

Dall'analisi del testo appare chiaro che il legislatore ha acquisito che il distacco sicuramente può generare un anche minimo aggravio di spesa per gli altri, ma questo, per poter efficacemente essere contestato dai restanti utilizzatori deve essere "notevole".

 

Alla luce di quanto sopra, anche una controperizia decisa dall'assemblea condominiale (non direttamente dall'amministratore), dovrebbe certificare la "notevole" e non un "minimo" incremento per i restanti.

 

Se la perizia "di parte" ha quantificato con precisione in "minimo" l'aggravio e non è stato evasivo su questo termine, la controperizia non raggiungerebbe certamente lo scopo della contestazione.

Il costo che è stato addebitato per la perizia è di circa 300/350 euro. Secondo voi è un costo giusto oppure il perito ha chiesto troppo?

Grazie

Magari avesse ragione Claistron. Purtroppo secondo me ( e spero di sbagliarmi) il notevole è riferito solo allo squilibrio termico (condizione che si potrebbe realizzare anche senza distacco ma semplicemente chiudendo le valvole).

Purtroppo la legge continua a privilegiare i diritti acquisiti e non quelli collettivi . Se un condominio ha un impianto vecchio con un rendimento bassissimo è autorizzato a conservarlo e chi vuole dissociarsi dallo spreco non può farlo perchè in ogni caso deve continuare a contribuire per sostenerlo (senza considerare l'ostruzionismo fatto dalle leggi regionali ), mi piacerebbe conoscere i nomi di chi ha consigliato quelle delibere. E' una vergogna!!!!

Per quanto riguarda il costo dellla perizia ti posso dire che quel prezzo si applica per una certificazione energetica fatta bene, una perizia per un distacco deve confrontare il fabbisogno termico con i criteri di suddivisione delle spese di riscaldamento , le dispersioni dell'impianto centrale e quindi verificare l'esistenza o meno dell'aggravio.

×