Vai al contenuto
Walter BX

Perdita acqua imp. riscaldam. da app.to condomino: paga solo lui che ha avuto la perdita o tutti i condomini??

Sono un nuovo utente e ho bisogno del Vs prezioso aiuto.

Ad inizio 2016 durante la stagione invernale ho subito un danno al mio Box situato sotto l’appar.to di un ns condomino. La perdita si e’ scoperto poi, era dovuta ad una tubazione del riscaldamento della tubazione del suo impianto a quanto pare bucata ad oggi dopo varie ricerche non si sa bene ancora in che punto. Faccio presente che il condominio non e’ vecchio (anno 2001) ed i tubi, che si diramano dall’armadietto posto sto sul giroscale a lato di ogni portone di entrata dei singoli appartamenti, sono di rame rivestiti di una guaina protettiva. E qui viene il problema: siccome non si e’ scoperto in quale punto della tubazione c’e’ la perdita il condomino deve per forza di cose sostituire l’intera tubazione che parte dal suo armadietto di servizio posto sul giroscale ed entra, direttamente nell’appartamento fino al calorifero che viene servito tre locali piu’ in la quindi dalla parte opposta dell’app.to. Questo vuol dire levare gran parte dei pavimenti dei tre locali attraversati con conseguente grande lavoro=grande spesa.

Per chiarire: ogni appartamento ha riscaldamento autonomo con termostato (abbiamo Teleriscaldamento direttamente dalla ns azienda elettrica a Bressanone con centralina nel vs vano tecnico) che ognuno si puo’ impostare come desidera nelle ore date dal condominio. Ogni app.to ha a fianco della porta di accesso e incassato nel muro, l’armadietto al quale arriva la tubazione centralizzata condominiale con orologio contacalorie, valvola, rubinetto di chiusura totale e rubinetti di chiusura di ogni singola tubazione diretta all’interno dell’app.to ai rispettivi caloriferi.

Se per il mio BOX non ci e’ stato alcun problema perche’ coperto da assicurazione condominiale e quindi ritinteggiato e’ saltato fuori che la ricerca e riparazione guasto e cioe’ la sost della tubazione, non era compresa nella polizza e quindi l’amministratore ci dice che le spese verranno suddivise pure per MILLESIMI tra i noi nove condomini. Al che io sono intervenuto dicendo che il problema e’ stato individuato nei pressi di uno dei caloriferi all’interno dell’appartamento quindi non di pertinenza condominiale. Quindi per quel che vedo e che mi direbbe la logica ed in base anche all’art 1117 le spese se le dovra’ gestire solo chi ha causato la perdita e i danni.

Chiedo a voi chi e’ dalla parte della verita’ e soprattutto come ci dobbiamo muovere noi condomini per far valere le ns ragioni se ragione abbiamo? A breve avremo l’assemblea condominiale; come dobbiamo agire con il ns Amministratore che e’ di diverso parere?

Grazie per il vs aiuto.

Ciao,

da come descrivi, mi sembra che si tratti della tubazione in rame che parte dal collettore posto nell'armadietto che citi e che adduce alla rete interna dei radiatori.

Ciò che è a valle del collettore di distribuzione attiene a parti private, quindi la perdita va cercata a riparata a spese del condomino proprietario della u.i.

Diverso, invece, il discorso qualora la perdita riguardasse anche una colonna montante del teleriscaldamento.

Ma questo, mi pare di capire, non è accaduto.

E' lo stesso principio degli scarichi dei bagni. Se perde la colonna è condominiale, se perde acqua un lavandino e provoca danni all'u.i. sottostante, il danno è a carico del singolo condomino.

Se il tubo serve un solo appartamento è privato ed è quindi una spesa che deve supportare il singolo condomino proprietario del tubo che perde. Essendo il tubo privato e non condominiale l' assemblea e ancora meno l' amministratore non ha nessun potere d'intervento per quanto concerne la sua riparazione, la ricerca dei tecnici per l'intervento il preventivo e quindi la spesa da supportare. Eventuali delibera al riguardo sono NULLE e quindi impugnabili in qualsiasi momento almeno che non si dimostri che il tubo sia condominiale e serva a più condomini.

 

Non capisco però una cosa: è stato riparato prima il danno che riparato il tubo che lo ha causato? Si doveva fare il contrario anche perché se ci sarà un'altra perdita e si ripeterà il danno difficilmente l'assicurazione pagherà una seconda volta. Comunque un consiglio: adeguate l'assicurazione ed estendetela anche alle ricerche e alla riparazione delle perdite d'acqua.

P.S.Il condomino possessore del tubo può far fare una ricerca termografica della perdita che da ottimi risultati per la ricerca precisa del foro senza così dover sostituire tutto il tubo. Anche se costosa ne varrà la pena

Infatti si tratta del tubo che parte dal quadro di distribuzione di quell'appartamento e va sotto pavimento fino al suo radiatore.Ti ringrazio del chiarimento e in questo modo mi levi un bel peso dal groppone!!

 

- - - Aggiornato - - -

 

Purtroppo una Ditta apposita e' venuta ed ha fatto ricerche apposite ma siccome il tubo ri rame ha questa guaina attorno non sono arrivati a nulla purtroppo. Per quanto riguarda il ritinteggiamento del mio Box e' stato fatto in quanto la soluzione unica a questo punto e' quella di sostituire il tubo per tutto il tratto dal quadro al termosifone. Quindi non ci saranno altre perdite ed io potro' dopo mesi riutilizzare il mio Box ancora coperto pe rmeta' da nailon. ;o) Grazie per le tue info molto utili.

×