Vai al contenuto
DLF

Percentuale lavori per amministratore - chi si rifiuta deve pagare?

Buongiorno,

in un condominio l'amministratore chiede la percentuale per dei lavori di ripristino della facciata. In assemblea tutti i condomini sono d'accordo a concedergli questa percentuale tranne un condomino che fa scrivere sul verbale che si rifiuta e non è d'accordo a concedere questa percentuale (successivamente questo condomino farà causa all'amministratore perchè quest'ultimo ha sbagliato i conteggi dei lavori). Volevo sapere se il condomino che ha dato il suo voto sfavorelvole alla concessione della percentuale, deve comunque pagare la sua quota parte relativa a questa percentuale.

Grazie

Si....decide la maggioranza...e se il consuntivo dei lavori è approvato non capisco le ragioni della causa...

Le deliberazioni adottate dall'assemblea sono obbligatorie per tutti i condòmini, anche per assenti e presenti astenuti o dissenzienti, salvo invalidazione da parte dell'Autorità Giudiziaria.

Nel forum abbiamo ribadito centinaia di volte che il compenso dell'amministratore, stabilito al momento dell'incarico deve essere omnicomprensivo, salvo diversa convenzione pattuita e messa a verbale in sede di nomina.

 

L'amministratore insomma, non può chiedere ad ogni battere di ciglia compensi straordinari per questioni che possano intervenire nel corso del mandato.

 

Sta all'intelligenza del presidente dell'assemblea, durante una richiesta in tal senso, avvertire i condómini partecipanti che nulla è dovuto all'amministratore quando egli non svolga particolari attività esorbitanti il proprio mandato. La "sorveglianza" sui lavori nelle parti comuni è un incarico che l'amministratore è già obbligato a svolgere.

 

Il condómino dissenziente ha tutti i titoli per impugnare la deliberazione con ottime probabilità di successo, viste le sentenze della Suprema Corte in merito:

 

http://condomini.altervista.org/OnorarioAmministratore.htm

×