Vai al contenuto
Aberdeen

Per l' assenza del rappresentante del condominio all'assemblea del supercondominio, quale rimedio?

Previsto che - quando i condòmini sono più di sessanta - all'assemblea per le spese ordinarie del supercondominio partecipano solo i rappresentanti di condominio, se uno di loro fosse impedito a parteciparvi , potrebbe costui rilasciare delega a un condòmino dello stesso stabile? Sa sì, il delegato avrebbe anche diritto di voto?

 

Se invece il rappresentante di condominio - in caso di assenza - non può delegare un altro condòmino a rappresentare il condominio, chi altro può rappresentare orientamenti e interessi di quel condominio?

 

Osserva Ciz il 6.11.2015 - nella discussione iniziata da marodda il 04-11-2015,*07:37, v. Partecipazione singoli amministratori ad assemblea supercondominio - che sembrerebbe poco serio nei confronti dei condòmini delegare chicchessia senza una autorizzazione dell'assemblea “la quale ha nominato un unico mandatario con le responsabilità civili che gli competono”.

 

Condivido tale riflessione, ma servirebbe anche un riferimento alle regole della nuova riforma affinché gli orientamenti di un intero condominio possano essere espressi. O no?

 

E non dovrebbero mai mancare proposte, confronto e discussioni.

 

Se abbiamo dubbi e scrupoli in mancanza di regole precise, non vorremmo certo lasciare vacante un posto importante. Immagino quindi che dobbiamo affidarci al buon senso per favorire interventi sostitutivi possibili, corretti e fruttuosi. E si dovrebbe essere sempre preparati in tempo per certe evenienze.

 

Perché, alla fine, non potrebbe essere delegato un consigliere del condominio, sempre con l'autorizzazione dell'assemblea? Non dimentichiamo che i consiglieri hanno un compito di controllo nei confronti dell'amministrazione condominiale e quindi dovrebbero conoscere le situazioni nelle quali vivono, tanto da poter anch'essi partecipare all'assemblea del supercondominio con cognizione di causa.

 

Credo che in ogni assemblea siano da prendere in considerazione obblighi valutazioni e possibilità di realizzazione dei servizi in comune, e quindi nessun rappresentante di un gruppo dovrebbe presenziare a una assemblea senza aver prima aver fatto una seria raccolta dati e valutato la condivisione delle scelte. Se così non fosse, rappresentante di condominio o delegato che sia, rappresenta solo se stesso e non il gruppo del quale fa parte.

Puo' farsi sostituire come previsto dall'art.1717 c.c.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Art. 1717.

Sostituto del mandatario.

 

Il mandatario che, nell'esecuzione del mandato, sostituisce altri a se stesso, senza esservi autorizzato o senza che ciò sia necessario per la natura dell'incarico, risponde dell'operato della persona sostituita.

 

Se il mandante aveva autorizzato la sostituzione senza indicare la persona, il mandatario risponde soltanto quando è in colpa nella scelta.

 

Il mandatario risponde delle istruzioni che ha impartite al sostituto.

 

Il mandante può agire direttamente contro la persona sostituita dal mandatario.

Ti dico come faccio io nei miei supercondomini: faccio nominare DUE rappresentanti per scala in maniera tale che sono certo che almeno uno di presenti se l'altro è impegnato o si dimentica. Cosi non ho mai avuto problemi

E chi decide chi vota e parla ?

Sono entrambi titolati visto che entrambi sono stati nominati .

Meglio limitarsi a nominare un unico rappresentante ( come previsto dall' art 67 )che in caso d'indisponibilita' si fara' sostituire .

mai avuto problemi col giudice fino ad ora.

Meglio due rappresentanti eletti direttamente da tutti i condomini piuttosto che un sostituto nominato da un singolo condomino,magari mal voluto da tutti gli altri

Due rappresentanti che potrebbero essere in contrasto tra loro e creare casini .

 

- - - Aggiornato - - -

 

Del sostituto ne risponde il rappresentante .

 

- - - Aggiornato - - -

 

decidono loro ovvio!

Chi decide chi vota e parla tra due comproprietari?

I comproprietari designano un rappresentante .

Così come i condomini devono designare un rappresentante non due .

Grazie Peppe64 per aver chiarito la situazione che riguarda eventuali sostituzioni del rappresentante di condominio all'assemblea del supercondominio, con il preciso riferimento all' art. 1717 c.c., che hai gentilmente riportato nella discussione.

 

Grazie Giulio S per aver voluto riferire la tua esperienza positiva - o strategia - riguardante la nomina dei rappresentanti di condominio per garantire tutte le presenze richieste all'assemblea del supercondominio e verso la quale sono orientata, tanto da proporre di discuterne nelle nostre assemblee.

×