Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Romolo876

Pec ed amministratore

Buongiorno, sono nuovo del forum e non riesco a capire come iniziare una nuova discussione...la mia domanda è:

Se comunico il mio indirizzo P.E.C. all'amministratore (sempre al suo indirizzo pec) chiedendo di ricevere comunicazioni esclusivamente tramite questo strumento non rispondendo di eventuali spese postali.

L'amministratore può continuare ad inviarmi raccomandate, ad esempio per convocazioni, ed addebitarmele?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno, sono nuovo del forum e non riesco a capire come iniziare una nuova discussione...la mia domanda è:

Se comunico il mio indirizzo P.E.C. all'amministratore (sempre al suo indirizzo pec) chiedendo di ricevere comunicazioni esclusivamente tramite questo strumento non rispondendo di eventuali spese postali.

L'amministratore può continuare ad inviarmi raccomandate, ad esempio per convocazioni, ed addebitarmele?

grazie

L'amministratore anche se accetta la tua richiesta dovrà ripartire le spese tra tutti i condomini in proporzione dei mlm di proprietà di ciascun condomino;

 

Le spese postali, anche se attengono all'invio di corrispondenza o di solleciti di pagamento inviati a ciascun condòmino, devono essere addebitate a tutti i condòmini in proporzione ai millesimi di proprietà; non devono, dunque, essere addebitate al singolo condòmino cui si riferiscono.

In tal senso si è espressa più volte la Corte di Cassazione (sentenza n. 3946/1994; sentenza n. 24696/2008).

Per cui la Pec a te inviata non farà altro che abbassare il totale delle spese totali e conseguente risparmio proporzionale per tutti i condomini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io raccomando ai condomini di comunicarmi indirizzo PEC per abbattere i costi, ma come diceva Tullio questo non ti esime dal pagare le spese postali che la Cassazione ritiene spese di amministrazione e non personali. L'interpretazione della Cassazione, a me personalmente, sembra molto opinabile per non dire errata, ma trattandosi di giurisprudenza consolidata una eventuale ripartizione diversa delle spese potrebbe essere impugnata (per quanto assurdo sia nel caso delle spese postali), o comunque potrebbe costituire un motivo in più a sostegno di una impugnazione connessa ad altre ragioni, e chi impugnasse avrebbe ragionevole certezza di aver ragione in sede giudiziaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In tal senso si è espressa più volte la Corte di Cassazione (sentenza n. 3946/1994; sentenza n. 24696/2008).

Mi scuso se mi intrometto nella discussione, ma le due sentenze citate riguardano entrambe "la deliberazione dell'assemblea condominiale che incida sui diritti individuali di un condomino, come quella che ponga a suo totale carico le spese del legale del condominio per una procedura iniziata contro di lui, in mancanza di una sentenza che ne sancisca la soccombenza". Non si fa cenno alle spese postali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi scuso se mi intrometto nella discussione, ma le due sentenze citate riguardano entrambe "la deliberazione dell'assemblea condominiale che incida sui diritti individuali di un condomino, come quella che ponga a suo totale carico le spese del legale del condominio per una procedura iniziata contro di lui, in mancanza di una sentenza che ne sancisca la soccombenza". Non si fa cenno alle spese postali.
La fonte del testo che ho postato è tratto da questo Link;

 

--> http://segestacase.blogspot.it/2012/05/spese-postali-addebitate-in-base-ai.html

Se è errato, mi scuso ma non è colpa mia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La fonte del testo che ho postato è tratto da questo Link;

 

--> http://segestacase.blogspot.it/2012/05/spese-postali-addebitate-in-base-ai.html

Se è errato, mi scuso ma non è colpa mia.

Il link porta ad una pagina che non esiste più. Ho trovato le sentenze e le ho lette perché il tema è molto sentito dai condòmini che hanno la PEC o a cui vengono consegnate a mano, e che non vogliono pagare le spese per le raccomandate inviate ad altri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Purtroppo (e dico purtroppo) confermo quanto citato da Tullio. Sebbene qualche condòmino possa essere interessato a "velocizzare" l'invio di convocazioni o altre comunicazioni ufficiali, sperando di risparmiare "la sua parte di spese", il legislatore dispone che sia il condominio a farsi carico dei costi postali, a prescindere dal fatto che qualcuno possa utilizzare un indirizzo pec.

 

La questione è fastidiosa, ma se si pensa che una ripartizione di tali spese come costi individuali potrebbe pregiudicare il buon esito di un D.I. non resta che adeguarsi e subire l'ingiustizia.

 

Rimane il fatto che utilizzare strumenti informatici per le comunicazioni di convocazioni assembleari e verbali relativi, accorcerebbe di molto i tempi e renderebbe più semplice approvare decisioni importanti in tempi più rapidi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il link porta ad una pagina che non esiste più.
Molto strano, a me il link si apre correttamente, l'ho fatto prima di rispondere e pure un attimo fa, mi spiace che a te non si apra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sera, l'amministratore in questi contesti non paga mai? es: nel contestare qualunque cosa evidente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sera, l'amministratore in questi contesti non paga mai? es: nel contestare qualunque cosa evidente...
Non vedo cosa dovrebbe pagare l'amministratore in questo contesto, un condomino chiede di essere avvisato con PEC e l'amministratore non lo fa perchè per lui è più comodo un'altro sistema, cosa dovrebbe pagare l'amministratore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma si parla anche di addebiti corrispondenza. Se un condomino comunica al l'amm.re delle irregolarità lo fa secondo i principi stabilità da norme. Il condomino anticipa le spese della corrispondenza ma l'amm.re a cui si è rivolta per errori da lui commessi non pagherà mai. Secondo me non è equo. Fin quando il condomino riceve r.r. è tutto a favore del mandatario , a quanto c'è il rovescio della medaglia sarà sempre il condomino ad affrontare spese!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma si parla anche di addebiti corrispondenza. Se un condomino comunica al l'amm.re delle irregolarità lo fa secondo i principi stabilità da norme. Il condomino anticipa le spese della corrispondenza ma l'amm.re a cui si è rivolta per errori da lui commessi non pagherà mai. Secondo me non è equo. Fin quando il condomino riceve r.r. è tutto a favore del mandatario , a quanto c'è il rovescio della medaglia sarà sempre il condomino ad affrontare spese!
C'è una differenza, l'amministratore ha il dovere di comunicare ai condomini tramite posta tracciabile, lo precisano proprio le norme civilistiche, altrettanto non è prescritto obbligatoriamente per i condomini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Infatti è un paradosso , paga sempre pantalone anche per inerzie del fiduciario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

per la sentenza n. 24696/2008

 

ho rinvenuto

https://www.proprietaricasa.org/condominio/stop_alle_spese_personali_nelle_ripartizioni.php

 

https://www.proprietaricasa.org/condominio/stop_alle_spese_personali_nelle_ripartizioni.php

http://condominioprofessionale.it/riforma/815-nullit%C3%A0/1455-cassazione-06-10-2008-n-24696-e-nulla-la-delibera-che-ponga-a-totale-carico-di-un-condomino-le-spese-del-legale-del-condominio-per-una-procedura-iniziata-contro-di-lui-in-mancanza-di-una-sentenza-che-ne-sancisca-la-soccombenza.html

tutte citano > Cassazione Civile, 06.10.2008 n 24696

se qualcuno ha la pazienza di leggere, ci potrebbe far sapere se attiene alle questioni qui discusse.

 

PS:

Per quanto concerne: sentenza n. 3946/1994

potrei escludere, dato l'anno 1994, che non attiene alle PEC .....o alle richieste di un condòmino di sottrarsi dalle spese per l'uso della stessa.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In effetti (almeno per le spese postali) la questione è tutt'altro che pacifica.

 

Il contrasto giurisprudenziale, di cui dà atto lo stesso Avv. Gallucci https://www.alessandromicocci.it/ripartizione-delle-spese-postali/, sembra tuttavia indirizzandosi

(almeno sulla base delle pronunce successive http://www.arai.it/a-chi-addebitare-le-spese-postali/) nel senso che l'addebito al singolo condomino delle spese postali riguardanti la gestione amministrativa del condominio è da ritenersi affetta da nullità.

 

Anche recente dottrina aderisce all'orientamento di Napoli e Milano "in quanto l'assemblea ha comunque ad oggetto gli interessi dell'intero condominio e le relative spese devono essere poste a carico di tutto il condominio secondo i millesimi di proprietà sulla base del criterio di ripartizione dettato dall' art. 1123, comma 1°, cc".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

C'è un modo semplice per derimere, porre l'argomento all'odg facendo deliberare un metodo unico di convocazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
C'è un modo semplice per derimere, porre l'argomento all'odg facendo deliberare un metodo unico di convocazione.

... tra quelli indicati dalla norma (che è inderogabile - Art. 66 dacc). Ma a questo punto propenderei per una delibera all'unanimità dei partecipanti al condominio dal momento che sarebbe un "obbligo" per tutti, o sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... tra quelli indicati dalla norma (che è inderogabile - Art. 66 dacc). Ma a questo punto propenderei per una delibera all'unanimità dei partecipanti al condominio dal momento che sarebbe un "obbligo" per tutti, o sbaglio?

Semplicemente regolamenti con delibera a maggioranza il metodo di convocazione.

E' una regolamentazione la cui spesa va ripartita a millesimi e come tale va gestita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Molto strano, a me il link si apre correttamente, l'ho fatto prima di rispondere e pure un attimo fa, mi spiace che a te non si apra.

Oggi funziona anche a me, ieri invece mi diceva che la pagina era stata rimossa. Vai a sapere ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×