Vai al contenuto
elisalivorno

Passo carrabile e strada bloccata parcheggi selvaggi

Premesso che la strada è a fondo chiuso, sulla destra c'è il fabbricato ed è tutto passo carrabile con i ns. posti auto, 2130592516_thumbnail(6).thumb.jpg.07b6b6aa881a6ce4b9dc2294a2038ec0.jpgogni giorno a diverse ore mattina, pomeriggio, sera, parcheggiano su tutti i passi carrabili a volte anche nei posti auto, impedendo uscita delle nostre auto, uscita dal condominio e bloccando la strada in quanto essendo a fondo chiuso per uscire devono fare manovre, dateci un consiglio, help, alcuni stanno in macchina, alcuni la lasciano incustodita, in attesa dei figli a scuola, in palestra oppure a giocare a calcio, anche chiedendogli di sostare su altro lato, loro ti insultano e ti dicono chiama la polizia, tanto sanno che non viene e quelle poche volte che è venuta, tutti alle macchine e nessuna multa. Alcune volte venute ambulanze che non potevano neppure accedere al ns. condominio. Cosa consigliate di poter fare?? 

13-09-21 1.jpg

thumbnail (5).jpg

thumbnail (3).jpg

thumbnail (4).jpg

Modificato da elisalivorno

Continui esposti alla polizia locale con relative foto, specie sui passi carrai che pagano tasse comunali. Altre soluzioni non ci sono, pazienza,pazienza e pazienza

Mentre se vi è una macchina che blocca l'uscita di una altra macchina, prendete il numero di targa e denuncia per violenza privata a carabinieri o polizia.

 

Antonio

 

Antonio

Si ne abbiamo gia fatti di esposti, nessuna risposta, pero si bisogna farne tanti e stargli dietro, per quanto riguarda la denuncia, bisogna fare le foto, ma solo se dentro non c'è nessuno, perchè loro alcuni stanno dentro e non si muovono neppure se lo chiedi, altri la lasciano per andare dentro la scuola ad aspettare e tu devi attendere i loro comodi che tornino e neppure scusa. Oppure alcuni si mettono direttamente dentro il posto auto tipo rampa di lancio e stanno li. Si puo denunciare anche se stanno lì?? Con foto ai carabinieri direttamente?

elisalivorno dice:

perchè loro alcuni stanno dentro e non si muovono neppure se lo chiedi

Questa è proprio la "violenza privata".

Potreste farvi promotori verso il  al Vs  Comune di rivedere i parcheggi sulla sinistra.

 

Se fossero  a spina di pesce, si raddoppierebbeto i posti auto.

e in contemporanea richiedere installazione di  cartelli di divieto di sosta con rimozione forzata sulla  destra.

 

Se c'è  passo carraio si paga tassa al Comune, quindi dovrebbe essere un argomento su cui trattare.

Molinodoppio dice:

Continui esposti alla polizia locale con relative foto, specie sui passi carrai che pagano tasse comunali. Altre soluzioni non ci sono, pazienza,pazienza e pazienza

Mentre se vi è una macchina che blocca l'uscita di una altra macchina, prendete il numero di targa e denuncia per violenza privata a carabinieri o polizia.

 

Antonio

 

Antonio

Anch'io son d'accordo, per esperienza, che con molta pazienza bisogna denunciare più volte ai Vigili Urbani la situazione e mandare foto. Può essere utile anche richiedere l'intervento del carro attrezzi per la rimozione dell'auto che ostruisce l'uscita di un'auto di un condomino, dato che anche in caso di successivo spostamento dell'auto l'uscita del carro attrezzi va comunque pagata (chieda comunque conferma di ciò ai vigili stessi)

  • Mi piace 1

Direi di scartare l'ipotesi carro attrezzi chiamato senza un agente di polizia da chiunque non sia il proprietario dell'auto: non interviene e comunque si fa pagare l'uscita da chi l'ha chiamato. Conviene invece insistere con le segnalazioni alla Polizia Urbana, al Sindaco, all'Assessore competente ed anche lettere con foto a giornali locali.

Ovvio che il cartello  "divieto di sosta con rimozione " deve essere messo dal Comune e che devo essere i vigili urbani  a chiamare il carro attrezzi.

 

Sicuramente con la prospettiva di fare  multe e quindi cassa , interverranno  ad ogni segnalazione. 

Strada chiusa con scuola in fondo e dal vostro lato non c'è nemmeno un gradino del marciapiede. A me sembra una situazione risolvibile solo con barriere architettoniche permanenti, ad esempio cancelli e/o dissuasori di sosta.

 

Solo restringendo lo spazio utile di manovra le persone ci penseranno due volte prima di infilarsi in quel budello. Vigili o esposti possono fare credo poco, anche perché ogni anno ci saranno sempre decine se non centinaia di nuovi genitori/zii/nonni degli scolari appena arrivati, mica possono mettere una volante h24.

Modificato da Feder
  • Mi piace 1

Mah, io pagherei la ciofeca del divieto di sosta - passo carraio nella parte di carreggiata opposta agli stalli blu. Dato che ho tempo a disposizione mi piazzo sul posto e, ogni volta, chiamo la Polizia Municipale ed il Carro Rimozione Veicoli.

 

Dato il business realizzabile con tutte le vetture che vedo, tempo un mese e poi non posteggerà più nessuno; solo soste temporanee ma non posteggio.

 

Già sperimentato.

cacallo dice:

ogni volta, chiamo la Polizia Municipale ed il Carro Rimozione Veicoli.

magari bastasse una telefonata alla Polizia Locale, al meno qui a Milano.

 

Antonio

Modificato da Molinodoppio
  • Mi piace 1

Vedi, in quella strada c'è un problema sui parcheggi e, difatti, li cambiarono da "spina di pesce" a "paralleli" ma con l'introduzione della sona blu che è gratuita per i residenti (con contrassegno esposto), a pagamento per terzi utenti.

 

Prima di disperarsi forse sarebbe il caso di andare a colloquio con il responsabile della viabilità della via/zona.

Se si riesce a fargli capire la possibile soluzione del problema e la convenienza per il Comune  ad introdurre la sanzione e la rimozione forzata per i posteggi fuori dalle zone blu (che sono a pagamento per terzi), forse non è poi così difficile arrivare a capo del problema.

 

Prova a fare un calcolo sommario delle cifre delle sanzioni e delle rimozioni forzate; se in certi comuni installarono "semafori truccati" per fare cassa, credo che fare cassa con Ordinanze non solo lecite, ma soprattutto dovute, possa essere una leva da sfruttare anziché da rifiutare.

cacallo dice:

Mah, io pagherei la ciofeca del divieto di sosta - passo carraio nella parte di carreggiata opposta agli stalli blu. Dato che ho tempo a disposizione mi piazzo sul posto e, ogni volta, chiamo la Polizia Municipale ed il Carro Rimozione Veicoli.

 

Dato il business realizzabile con tutte le vetture che vedo, tempo un mese e poi non posteggerà più nessuno; solo soste temporanee ma non posteggio.

 

Già sperimentato.

Noi già paghiamo il passo carrabile per tutta la lunghezza della strada dove si affacciano i ns. posti auto, forse nella foto sono sbiadite le strisce che abbiamo gia ripristinato. Quando abbiamo chiamato la Polizia, prima di tutto maggior parte delle volte non vengono oppure quando vengono dopo 2 ore non ci sono piu macchine, poi quando sono venuti, poichè alcuni, rimangono in macchina, dicono non possono fargli la multa anche se ci stanno 1 ora! Quelli che lasciano l'auto e vanno dentro la scuola, appena si sparge la notizia tutti fuori e quindi nessuna multa. Nei posti auto privati non possono fare multe nè Carro Attrezzi. 

cacallo dice:

Vedi, in quella strada c'è un problema sui parcheggi e, difatti, li cambiarono da "spina di pesce" a "paralleli" ma con l'introduzione della sona blu che è gratuita per i residenti (con contrassegno esposto), a pagamento per terzi utenti.

 

Prima di disperarsi forse sarebbe il caso di andare a colloquio con il responsabile della viabilità della via/zona.

Se si riesce a fargli capire la possibile soluzione del problema e la convenienza per il Comune  ad introdurre la sanzione e la rimozione forzata per i posteggi fuori dalle zone blu (che sono a pagamento per terzi), forse non è poi così difficile arrivare a capo del problema.

 

Prova a fare un calcolo sommario delle cifre delle sanzioni e delle rimozioni forzate; se in certi comuni installarono "semafori truccati" per fare cassa, credo che fare cassa con Ordinanze non solo lecite, ma soprattutto dovute, possa essere una leva da sfruttare anziché da rifiutare.

Sei di Livorno? Ti spiego, il cambiamento da spina di pesce a paralleli e da liberi a stalli blu, avvenne quando si insedio la nuova giunta a 5 stelle adducendo che con la spina di pesce gli eventuali camion dei vigili del fuoco non potevano fare manovra, peccato che adesso che hai allargato, si mettono sia di qua che di la e non solo non entrano i vigili, ma non entrano neppure le macchine, perchè a volte si blocca tutto, perchè cio avviene anche di sera, e non si riesce piu ad uscire dalla strada. Abbiamo gia fatto in qualità di condominio esposto in Comune e anche parlato con la scuola, che se ne frega. La strada secondo me, anche per ragioni di pubblica sicurezza, ambulanze, ecc. dovrebbe essere chiusa ai non residenti.

thumbnail (15).jpg

thumbnail (18).jpg

Ogni volta che uno parcheggia dietro la mia auto: 

a) chiamata ai vigili

b) mail successiva ai vigili con foto (e pc. all'ufficio comunale a cui pagate le tasse)

c) se non sono venuti, mail magari pec di lamentela pr il mancato intervento tempestivo a Vigili, e per conoscenza ad Assessore competente, oltre che all'ufficio comunale cui pagate le tasse)

d) querela per violenza privata (e ne faccio pure una al giorno se serve) contro il veicolo che mi blocca. Se dentro ci sta il proprietario e non si sposta, peggio... riferirò che neppure a gentile richiesta la persona alla guida si è sposata e con questo intenzionalmente facendomi violenza.  Sapeva che dovevo uscire e non mi fa uscire.

 

Se siete piu' condomini con lo stesso problema e che vogliono agire, prendetevi un legale a fare le dovute contestazioni al Comune.

 

  • Mi piace 1
prologo63 dice:

Anch'io son d'accordo, per esperienza, che con molta pazienza bisogna denunciare più volte ai Vigili Urbani la situazione e mandare foto. Può essere utile anche richiedere l'intervento del carro attrezzi per la rimozione dell'auto che ostruisce l'uscita di un'auto di un condomino, dato che anche in caso di successivo spostamento dell'auto l'uscita del carro attrezzi va comunque pagata (chieda comunque conferma di ciò ai vigili stessi)

Si credo di si bisogna stare tutti i giorni a chiamare, il carro attrezzi lo chiamammo quando parcheggiarono davanti al cancello di accesso, purtroppo quando è arrivato dopo 3 ore era appena arrivata la proprietaria, nel frattempo aveva bloccato tutto l'ingresso e uscita di tutto il condominio

Modificato da elisalivorno

Bisogna però anche spezzare una lancia a favore dei genitori che accompagnano i figli a scuola.

Ho dato uno sguardo alla zona su google maps, la scuola si trova veramente in un posto difficile se non impossibile dal punto di vista dei parcheggi e non è neppure dotata di un'area interna per la sosta temporanea delle auto (immagino il disagio anche per il personale scolastico).

La strada chiusa sbocca su un senso unico molto lungo che presenta posti auto su un solo lato e tutti a pagamento. Tra l'altro c'è anche la sede ASL appena fuori il vicolo per cui sarà impossibile trovare un posto auto libero in orario scolastico.

Non tutti possono arrivare in autobus e la gran parte dei genitori accompagna i figli per poi recarsi direttamente sul posto di lavoro.

Non giustifico nessuno ma capisco le famiglie, non è giusto imporgli di parcheggiare ogni giorno lontano dalla scuola e in posti a pagamento (ammesso che riescano a trovarne di liberi).

E' facile giudicare e sentenziare condanne ma occorre anche mettersi nei panni dei poveri cittadini costretti a questo disservizio, perchè di questo stiamo parlando.

E' evidente che anche i genitori sono stressati dalla situazione e il loro rifiuto ad andarsene quando richiamati e l'incitamento a chiamare la polizia dovrebbero far pensare che forse non si tratta solo di inciviltà ma anche di esasperazione nei confronti di una situazione che non trova soluzione.

Più che denunce e carri attrezzi io suggerisco di fare causa comune, proporre una raccolta firme da presentare al sindaco da parte di una rappresentanza di residenti e genitori degli scolari che espongano il problema e chiedano alle autorità una soluzione adeguata.

Provate ad attivarvi e farvi promotori di questa iniziativa.

elisalivorno dice:

Nei posti auto privati non possono fare multe nè Carro Attrezzi. 

No, non possono ma io posso denunciare per violenza privata e di piu'..posso mettere un dissuasore in modo che ci parcheggi solo io

angus dice:

Bisogna però anche spezzare una lancia a favore dei genitori che accompagnano i figli a scuola. 

Se si tratta solo di parcheggi di veicoli in orario scuola, occorre anche un po' sopportare, non ci piove.

Diverso se è mattina pomeriggio e sera come leggevo nel primo post.

 

Mia madre ha casa vicino ad un asilo...tra le 8 e le 9 e specialmente 8,15-8,45 è un caos di auto... si sopporta, su questo sono d'accordo. Ma se i parcheggi selvaggi sono alle 11 del mattino o alle 18  no..

 

angus dice:

Bisogna però anche spezzare una lancia a favore dei genitori che accompagnano i figli a scuola.

Ho dato uno sguardo alla zona su google maps, la scuola si trova veramente in un posto difficile se non impossibile dal punto di vista dei parcheggi e non è neppure dotata di un'area interna per la sosta temporanea delle auto (immagino il disagio anche per il personale scolastico).

La strada chiusa sbocca su un senso unico molto lungo che presenta posti auto su un solo lato e tutti a pagamento. Tra l'altro c'è anche la sede ASL appena fuori il vicolo per cui sarà impossibile trovare un posto auto libero in orario scolastico.

Non tutti possono arrivare in autobus e la gran parte dei genitori accompagna i figli per poi recarsi direttamente sul posto di lavoro.

Non giustifico nessuno ma capisco le famiglie, non è giusto imporgli di parcheggiare ogni giorno lontano dalla scuola e in posti a pagamento (ammesso che riescano a trovarne di liberi).

E' facile giudicare e sentenziare condanne ma occorre anche mettersi nei panni dei poveri cittadini costretti a questo disservizio, perchè di questo stiamo parlando.

E' evidente che anche i genitori sono stressati dalla situazione e il loro rifiuto ad andarsene quando richiamati e l'incitamento a chiamare la polizia dovrebbero far pensare che forse non si tratta solo di inciviltà ma anche di esasperazione nei confronti di una situazione che non trova soluzione.

Più che denunce e carri attrezzi io suggerisco di fare causa comune, proporre una raccolta firme da presentare al sindaco da parte di una rappresentanza di residenti e genitori degli scolari che espongano il problema e chiedano alle autorità una soluzione adeguata.

Provate ad attivarvi e farvi promotori di questa iniziativa.

Hai ragione, Ma potresti anche fermarti ad inizio strada e lasciare che il bimbo faccia 4 passi da solo e andartene, cosa entri a fare ad aspettare che entra?? I bimbi a quell'età sono alti piu di me e poi li non c'è alcun pericolo, senza contare che anche tutti i  bimbi stazionano nei nostri portici, passano con i trolley tra una macchina e un altra e stanno anche loro nei posti auto, davanti ai portoni, anche con le bici,  impedendo anche l'uscita pedonale. E poi non si tratta solo di 1 volta o 2 al giorno dei genitori che cmq sono maleducati, arroganti e pretenziosi, prima di tutto potrebbero sostare sulla parte opposta paralleli alle striscie blu, poi potrebbero non entrare nei nostri posti auto e starci a gogo e quando glielo chiedi ti insultano e incitano a chiamare la polizia sapendo che non viene, qui si tratta della scuola 2 volte la mattina e a meta mattina a 2 fasce diverse, pomeriggio la palestra, poi il campino del calcio e poi piu tardi di nuovo palestra e campino, i ns. passi carrabili sono quasi ininterrottamente occupati e anche la strada tutta. Quindi non si tratta di comprensione, la scuola non vuole riaprire i cancelli per farli entrare dentro e non vuole farli entrare dall'altra entrata su Via degli Archi. Io cmq mai e poi mai mi permetterei di occupare posti altrui o ostacolare una strada, potrebbero anche sostare sulla strada principale e fare 3 passi, ieri ce n'era una che c'è stata piu di 2 ore perchè sono uscita e c'era, sono tornata dopo 2 ed era li sul passo carrabile, anche bivaccando, adducendo che aspettava la figlia e che si sarebbe spostata se doveva uscire qualcuno. Moltiplicalo per tutta la strada e per tutto il giorno, risultato?? Sempre bloccati, poi quando te la lasciano e se ne vanno, devi entrare dentro a cercare il conducente? Ma siamo alla frutta.  No guarda, la pazienza ha un limite. Sempre peggio perchè si sentono in ragione e di non rispetto alcuno. 

Modificato da elisalivorno
elisalivorno dice:

No guarda, la pazienza ha un limite. Sempre peggio perchè si sentono in ragione e di non rispetto alcuno. 

E' sicuramente comprensibile il tuo disappunto.

Da quello che dici mi confermi che il problema è proprio la posizione della scuola e delle attività correlate.

Parli di un possibile altro ingresso scolastico su via Degli Archi e magari potreste far leva anche su questo punto parlando direttamente col sindaco.

Personalmente inizierei a muovermi in questo senso, chiedendo un appuntamento e incontrandolo con una delegazione condominiale.

L'importante è proporre delle soluzioni in maniera da indirizzarlo sulla strada giusta.

  • Mi piace 1

Va beh! I tempi cambiano in prima elementare facevo 2,5 km  a piedi e alle medie poco meno di un km!

 

Antonio

  • Mi piace 2
angus dice:

E' sicuramente comprensibile il tuo disappunto.

Da quello che dici mi confermi che il problema è proprio la posizione della scuola e delle attività correlate.

Parli di un possibile altro ingresso scolastico su via Degli Archi e magari potreste far leva anche su questo punto parlando direttamente col sindaco.

Personalmente inizierei a muovermi in questo senso, chiedendo un appuntamento e incontrandolo con una delegazione condominiale.

L'importante è proporre delle soluzioni in maniera da indirizzarlo sulla strada giusta.

Grazie mille 

Molinodoppio dice:

Va beh! I tempi cambiano in prima elementare facevo 2,5 km  a piedi e alle medie poco meno di un km!

Divagazione sul tema ..

Bei tempi, la ns generazione  era molto più indipendente di quella attuale. 

E si imparava da piccoli ad essere un po più responsabili.

Meno telefonini più socialità.

Mi  ricordo che tutti I bambini dello stesso palazzo si aspettavano e andavo in gruppo a scuola, i più grandicelli si sentivano responsabili nei confronti dei più piccoli.

Ricordi di un infanzia felice, meno possibilità economiche, più ricchi  di amicizie, rapporti sociali,  ecc.

×