Vai al contenuto
ManOwaR

Passaggio consegne ostacolato dall'amministratore uscente. Che può fare quello nominato? E le responsabilità?

L'amministratore uscente non cosegna il materiale. In pratica non si rifiuta formalmente ma disdice appuntamenti per il passaggio o tenta di fissarli in giorni o orari asssurdi in pratica ostacola il passaggio dei documenti.

L'Amministratore uscente dovrebbe comunque gestire il condominio fino alla consegna dei documenti, così dispone la cassazione e quello nominato intato che può fare? Se convocasse un'assemblea per mandare avanti il condominio come si ripartiscono le repsonsabilità tra l'amministratore uscente e nominato?

I condomini scalpitano perché quello uscente di fatto non fa niente e tiene la situazione congelata.

 

Consigli?

Grazie!

... Se convocasse un'assemblea per mandare avanti il condominio come si ripartiscono le repsonsabilità tra l'amministratore uscente e nominato?

I condomini scalpitano perché quello uscente di fatto non fa niente e tiene la situazione congelata.

Mettiamo il caso che tutto sia stato svolto come previsto dalle norme.

L'art. 1129 cc non prevede che l'amministratore uscente possa convocare un'assemblea, ma anche se lo fa, perchè i condomini scalpitanti dovrebbero andarci?

Non è meglio far andare deserte le assemblee così da far capire a questo amministratore uscente che non è più ascoltato dai condomini?

No, malgrado le richieste all'amministratore uscente.
Il verbale può essere consegnato al neo amministratore da un condomino. 😎

Grazie, ma mi sono espresso forse male.

Chiedo come sarebbero ripartite le responsabilità se quello nominato convoca un'assemblea per gestire il condominio, malgrado quello uscente non abbia consegnato nessun documento...

L'amministratore uscente non cosegna il materiale. In pratica non si rifiuta formalmente ma disdice appuntamenti per il passaggio o tenta di fissarli in giorni o orari asssurdi in pratica ostacola il passaggio dei documenti.

L'Amministratore uscente dovrebbe comunque gestire il condominio fino alla consegna dei documenti, così dispone la cassazione e quello nominato intato che può fare? Se convocasse un'assemblea per mandare avanti il condominio come si ripartiscono le repsonsabilità tra l'amministratore uscente e nominato?

I condomini scalpitano perché quello uscente di fatto non fa niente e tiene la situazione congelata.

 

Consigli?

Grazie!

Probabilmente il vecchio amministratore ignora che il nuovo articolo 1129 del codice civile al comma 8° stabilisce che "alla cessazione dell'incarico l'amministratore è tenuto alla consegna di tutta la documentazione in suo possesso afferente al condominio e ai singoli condomini e ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni senza diritto ad ulteriori compensi.", se qualcuno gli fa presente che sta lavorando GRATIS forse......si affretterà ad eseguire tutti gli adempimenti del caso

@ ManOwaR

Se la nomina è regolare la responsabilità è tutta del neo amministratore, quello ch manca è la consegna dei documenti, i quali si possono ottenere ricorrendo all'art 700 c.p.c. con l'assistenza di un legale.

la cassazione non ha stabilito che fino al passaggio delle consegne risponde l'amministratore uscente?

Tra l'altro è logico, uno tiene tutti i documenti per sé e la resposabilità vanno a quello a cui non è stato consegnato nulla e non può operare. Mi pare assurdo.

la cassazione non ha stabilito che fino al passaggio delle consegne risponde l'amministratore uscente?
Non mi risulta.
Cass. 27 marzo 2003 n 4531. E' scritto su questo sito...
“l'amministratore di un condominio, anche se cessato dalla ca*rica per scadenza del termine previsto dall'art. 1129 c.c., continua ad esercitare i suoi poteri (compresi quello di agire in giudizio e di rappresentare in questo il condominio) sino a che non sia stato sostituito, con la nomina di altro amministratore, dall'assemblea dei condo*mini” (Cfr. tra le tante: Cass. civ., 27.3.2003, n. 4531;

Fonte https://www.condominioweb.com/evoluzione-ed-identificazione-della-prorogatio-imperii-lamministratore-revocato-dallincarico-deve-restituire-tutte.1460#ixzz3VrrsDqUQ

www.condominioweb.com

Questo è il caso di Prorogatio imperrii, ovvero quando NON e stato nominato nessun sostituto, nel caso trattato il neo amministratore c'è, e quello revocato deve effettuare il passaggio di consegne e non mettere i paletti per non consegnare le documentazioni.

Io avevo letto questo.

 

"L’amministratore revocato prosegue il proprio incarico fino al passaggio di consegne in regime di prorogatio.

Al riguardo, si legge nelle pronunce giurisprudenziali, che “ l'istituto della prorogatio imperii, essendo fondato, oltre che sulla presunzione di una conformità della prorogatio alla volontà dei condomini, anche sull'interesse del condominio alla continuità dell'amministratore, rileva la sua utilità, non solo nei casi di scadenza del termine di cui al secondo comma dell'art. 1129 cod. civ. o di dimissioni dell'amministratore, ma anche nei casi di revoca dell'amministratore o di annullamento per illegittimità della delibera di nomina”(Cass. 27 marzo 2003 n 4531).

In sostanza nel più o meno limitato periodo di tempo che va dalla revoca al passaggio della documentazione al nuovo mandatario, l’interesse comune alla continuità di gestione prevale sulla necessità di terminare rapidamente il rapporto con il professionista sollevato dall’incarico."

 

Fonte /lamministratore-revocato-prosegue-il-proprio-incarico-fino-al-passaggio-di-consegne-in.730#ixzz3Vruhx3TJhttps://www.condominioweb.com/lamministratore-revocato-prosegue-il-proprio-incarico-fino-al-passaggio-di-consegne-in.730#ixzz3Vruhx3TJ

https://www.condominioweb.com

 

Del resto come fa ad operare un amministratore che non ha niente in mano perché l'altro usa artifici per non consegnare il materiale???

 

Leggo adesso meglio il titolo ed effettivamente c'è scritto "fino alla nomina del suo successore...". comunque la cosa non cambia. Senza documenti non si può lavorare.

@ ManOwaR

Se la nomina è regolare la responsabilità è tutta del neo amministratore, quello ch manca è la consegna dei documenti, i quali si possono ottenere ricorrendo all'art 700 c.p.c. con l'assistenza di un legale.

Occhio! Non tutti i giudici riconoscono la prerogativa dell'urgenza

,

Occhio! Non tutti i giudici riconoscono la prerogativa dell'urgenza

,

Ma almeno l'art 700 c.p.c. dovrebbero conoscerlo 🙂

Un tempo tecnico di 10/15 giorni di ritardo nella consegna potrebbe anche andar bene. Se è di più si potrebbe tentare di aggirare l'ostacolo convocando nuova assemblea con odg nomina amministratore ovviamente senza convocare il vecchio che non c'entra più. Col verbale vai all'agenzia delle entrate e cambi il nome dell'amministratore e poi in banca per il cambio della firma sul conto corrente. Dal sito di ade recuperi i vecchi 770 o i cu e scrivi ai fornitori che sei il nuovo amministratore. Poi agisci legalmente contro l'ex amministratore. Strada un po' contorta ma potrebbe funzionare.

Per non parlare di quelli che ti rilasciano i documenti a pizzichi e bocconi, a puntate come una soap opera......un paio di fatture dopo un mese, poi un altro po' dopo un altro mese.....una vera jattura !!!!!!

Di solito per la consegna si aspettano i 30 gg ma nel frattempo si passano i documenti fondamentali, io quando mi dimetto la stessa sera anticipo verbale e prime ditte al collega

 

- - - Aggiornato - - -

 

Dalla nomina si è amministratori e non dal passaggio consegne

La mia esperienza mi dice che quanto un amministratore ha tutti i documenti in regola non vede l'ora di toglierseli di torno. E' quando i conti non tornato o ci sono "accadimenti" strani che tergiversano per molto tempo.

Quando ho dato le dimissioni da un condominio ho sempre fatto il passaggio dei documenti entro 15 giorni dall'assemblea, ma avevo tutto in regola...

Così dovrebbe essere, in effetti, ma spesso e volentieri non lo è. La correttezza e la trasparenza sono ormai merce rara, purtroppo.

La mia esperienza mi dice che quanto un amministratore ha tutti i documenti in regola non vede l'ora di toglierseli di torno. E' quando i conti non tornato o ci sono "accadimenti" strani che tergiversano per molto tempo.

Quando ho dato le dimissioni da un condominio ho sempre fatto il passaggio dei documenti entro 15 giorni dall'assemblea, ma avevo tutto in regola...

Ma quando una mela marcia è in un cesto, tutti notano solo la mela marcia non quelle buone.

×