Vai al contenuto
xfile

Partita iva, inps gestione separata e fatture

Salve sono un amministratore di condominio nuovo (pratico da un mese), ho regolarmente seguito un corso di formazione presso un associazione dove sono iscritto ma vi giuro che è stato molto molto scarno e approssimativo. Il mio quesito è il seguente: Al momento gestisco un solo condominio, ho optato di prendermi il compenso nel mese di dicembre così da fare un solo f24 e pagare in un unica soluzione la ritenuta d'acconto. Gestendo un solo condominio e no avendo altri lavori e redditi finisce qui la parte fiscale (faccio f24 pago la ritenuta d'acconto e stop). se dovessi prendere altri condomini devo aprire la partita IVA, e ho visto che c'è quella agevolata per gli amministratori di condominio, sapete dirmi come funziona? Nel senso, apro partita IVA ma l'iva me la paga il singolo condominio giusto? Inoltre aprendo partita iva dovrei aprire anche la gestione separata INPS. In particolare non ho capito come funziona questo aspetto (INPS). Ho letto che bisogna pagare il 27,72% del netto che si incasa ogni anno, è giusto? Io nella fattura che faccio al condominio oltre quello che mi spetta e l'iva devo mettere anche una parte inps? è proprio questa parte che non riesco a comprendere perchè su internet si dice che il condominio paga iva e il 4% dell'inps quindi il restante (27,72-4) 23,72% lo pago io? Potete darmi delucidazioni dettagliate in merito?

 

Grazie

Penso che dovresti rivolgerti ad un commercialista che possa indicarti ciò che è meglio fare, anche perché (ammesso che tu sia in grado di farlo) potrebbe correttamente seguire la parte fiscale del condominio (leggi 770 ed eventuali rapporti di dipendenza), io, pur essendone in grado, mi rivolgo anche per il mio modello unico e per il 770 dei condomini (nei preventivi specifico che l'invio del 770 costa tot. euro a prescindere da chi lo faccia, e poi lo faccio fatturare direttamente dal commercialista). L'IVA correttamente la paga il condominio come da te specificato, il 4%, nel mio caso specifico è un contributo della cassa di previdenza del mio ordine professionale (la restante parte viene da me pagata come contributo fisso + contributo integrativo, di cui fa parte anche il 4% a carico dei clienti), la ritenuta d'acconto varia a seconda del caso, nel mio è del 20%, nel tuo non so. Penso che anche se hai un solo condominio avresti, forse, dovuto aprire la partita IVA, ma su questo non ho certezze, fatto sta che l'argomento è stato ampiamente trattato all'interno del Forum e puoi trovarne da solo conferma. Comunque in bocca al lupo per la tua nuova attività.

si sicuramente mi rivolgo ad un commercialista per il modello 770 (per le altre cose sono capace), ma questa storia dell'inps non è chiara anche perchè io non appartango a nessun ordine professionale.

si sicuramente mi rivolgo ad un commercialista per il modello 770 (per le altre cose sono capace), ma questa storia dell'inps non è chiara anche perchè io non appartango a nessun ordine professionale.

Perché non è consentito operare senza copertura previdenziale, è necessaria l'iscrizione alla gestione separata Inps ai sensi della legge 335/95. In verità l'obbligo c'è anche quando si gestisce un solo condominio (quello in cui ci si vive) senza essere quindi titolari di partita Iva.

Se vai nella sezione fiscale troverai molte discussioni sul tema.

×