Vai al contenuto
leggendolibri

Partecipazioni ad assemblee di persone estranee al condominio e non convocate

Ho cercato un po' in giro ma non ho trovato casi simili al mio.

Nell'ultima riunione di condominio, oltre ad aver contestato e non pagato (successivamente) le quote condominiali e dell'acqua, una condomina si è presentata con una persona esterna che ha qualificato come "amica" che si è posta nei confronti dell'amministratore e dell'avocato. che solitamente ci ospita e supporta per prendere le decisioni in maniera poco consona.

Vorrei capire se esiste una legge che vieti ai condomini di "portarsi dietro" persone estranee ai convocati, non delegate quasi in qualità di osservatori (esterni?) senza però alcun titolo per farlo?

Potete aiutarmi?

Grazie comunque per l'attenzione,

Simona

Alle riunioni condominiali possono partecipare solo ed esclusivamente i condomini o loro delegati, eventuali estranei possono solo "presenziare" (cioè stare zitti ed assistere, tutt'al più rispondere se interpellati ma sempre dopo aver chiesto il permesso a tutti i presenti) soltanto se vi è il consenso di tutti gli altri condomini, diversamente il presidente dell'assemblea stessa dovrebbe, con gentilezza ma fermezza, chiedere all'estraneo di turno di allontanarsi, se non lo fa può essere richiesto un intervento esterno (tipo forze dell'ordine) per allontanare chi non ha titolo di partecipare

Grazie Alfonso!

Ti ringrazio di cuore, è la prima volta che mi succede e non sapevo come gestire il rapporto con questa condomina, molto, a volte troppo, particolare.

Grazie,

Simona

×