Vai al contenuto
marongiuma

Partecipazione alle assemblee ordinarie e straordinarie di condominio

L'amministratore del nostro condominio convoca le assemblee di condominio, sia ordinarie che straordinarie, sempre alle 16-16:30 del pomeriggio, anche d'estate, e nel bel mezzo della settimana, così io, che sono sempre a lavoro a quell'ora, non posso partecipare. Ho inizialmente delegato un condomino, ma ci sono state assemblee nelle quali sono state prese decisioni per le quali ero in disaccordo con il punto di vista del mio delegato, per cui ho deciso di non dare più la delega. A quel punto le decisioni sono sempre state prese sulla mia testa. Ho fatto ripetutamente richiesta informale all'amministratore di posticipare l'orario delle assemblee, e di spostarle verso la fine della settimana, in modo da permettere anche a chi lavora di essere presente; me ne sono lamentata anche con qualche vicino, ma da entrambi mi sono sentita dire che ero la sola a fare questa richiesta e che le assemblee erano sempre state fatte a quell'ora in questo condominio. A me pare che, pagando anche io il condominio, e in maniera salata, dovrei aver diritto di essere messa in condizione di partecipare alle discussioni e alle decisioni che vengono prese per tutti. Inoltre, i verbali che ricevo vengono compilati a mano dal verbalizzatore e la maggior parte delle volte sono assolutamente incomprensibili, quindi, in un condominio di un palazzo di 9 piani con bene 4 appartamenti a piano, mi adeguo a quello che succede. Ma sono molto scontenta della gestione ordinaria e straordinaria del condominio, il palazzo sta diventando fatiscente, l'ingresso indecoroso, gli ascensori hanno bisogno di grande ristrutturazione, non abbiamo l'impianto di riscaldamento, centralizzato, messo a norma, e come conseguenza di tutto ciò gli appartamenti stanno perdendo valore patrimoniale nel caso di future vendite, perciò vorrei avere voce in capitolo nelle assemblee. C'è qualcosa che posso fare?

Ringrazio anticipatamente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Purtroppo la data e l'ora ed il luogo delle assemblee viene decisa dall'amministratore e non si può fare nulla in più di quello che ha già chiesto, quello che puoi fare è cercare qualcuno di tua fiducia indicando come deve votare alle singole delibere poste all'OdG, se non vietato dal RdC puoi delegare anche una persona non abitante nello stabile p.es. un tuo amico o parente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Suppongo che una soluzione sia quella di prendere dei permessi che ti consentano di assentarti dal lavoro e partecipare alle assemblee. Non credo che ne verranno convocate più di due o tre all'anno ed è uno sforzo che potresti fare se come dici sei giustamente interessata. D'altronde è impossibile mettere d'accordo tutti.

 

Sulle tue considerazioni in merito alla delega, voglio sottolinerare che non è assolutamente corretto che il delegato voti secondo la SUA testa, perchè in realtà dovresti dirgli TU come votare per la tua delega. Potresti addirittura scriverlo nella delega cartacea che gli consegni, e il Presidente dovrebbe prenderne atto. Rimane il fatto che la responsabilità del voto di un delegato è una questione tra te e lui che non può incidere sulla bontà o meno di una delibera.

 

Certamente vedere il proprio condominio diventare "fatiscente" non fa piacere e non credo che faccia piacere anche ad altri condòmini. Potreste quindi cominciare a valutare serenamente la sostituzione dell'amministratore attuale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×