Vai al contenuto
PARASCHE

Parte comune ceduta

Salve a tutti e grazie sempre per i Vosri consigli.

Una parte comune esterna alle abitazioni è stata da prima inserita nei rogiti di ogni singolo condomino e dopo due anni, lo stesso venditore,

l'ha ceduta al Comune con regolare rogito, intendo viene ben specificando foglio e mappale.

Ora ho fatto presente all'amministratore il tutto in quanto un possibile mio rogito viene impedito dal precedente.

Cosa mi consigliate?

Grazie

Parasche

Non ho ben capito, il venditore, immagino il costruttore, prima vende a voi condomini la parte comune ed inserita nei rogiti, e dopo due anni la vende al Comune con altro rogito?

Ma che ha fatto, una doppia vendita della stessa cosa?

Grazie

stupefatto ? ....... proprio come dici, ho anche copia del rogito Comunale estratti ecc ecc. Mi sono recato da entrambe i notai all'uffio tecnico Nessuno corregge il mio e tutti gli altri rogiti condominiali. Nessuno si prende la briga o la rogna.

Che cosa fare caro Tullio ?

Secondo me voi condomini, primi e direi unici, proprietari di quella parte comune condominiale potreste consultare un legale per cercare di far annullare il 2° rogito per la stessa area, in quanto a me sembra ci sia qualche cosa che non va, anzi credo proprio ci sia un illecito. Ma al catasto chi risulta proprietario di quell'area?

Bene

La scheda catastale riporta il Comune. Nello storico risulto di aera edificabile, rogitata nei singoli come parcheggio privato ad uso pubblico con annesse aiuole. Il problema non è per l'area ma sorge gravemente nel caso di vendita io dovrei dichiarare una falsa o ambigua parte di propietà.Wolverine denunciare non è semplice,per primo dovremmo metterci tutti d'accordo secondo immaginati dove risiede il costruttore? che per 10 volte ha fatto il medesimo atto notarile e per ultimo quelo con il Comune?.

In ogni caso l'amministratore avvisato della situazione come dovrebbe comportarsi?

grazie

E' indispensabile agire per vie legali e lo può fare anche il singolo, che si trova espropriato di un bene che aveva acquistato. La parte rivenduta è citata nel rogito di acquisto e non c'è santo che tenga: il costruttore non poteva vendere una parte che non era di sua proprietà. E' "normale", purtroppo, che i notai tendano a proteggersi reciprocamente dai propri errori (e ne fanno, altroché che ne fanno...). Ognuno di voi ha ampi margini per richiedere i danni al notaio che ha rogitato la seconda volta e anche il Comune, che si troverà privato di un bene che aveva comprato, chiederà la restituzione dei soldi al costruttore e i danni al notaio. Saluti.

"Parcheggio privato ad uso pubblico con annesse aiuole": qui prima di partire in quarta è meglio visionare i due rogiti e confrontarli con l'atto costitutivo del Condominio, avvalendosi di geometra in primis e legale poi.

 

Bisogna comprendere e focalizzare la natura e lo scopo di questa area nell'intenzione del progetto del Costruttore, se questa area sia stato oggetto di trattativa fra Costruttore e Comune, ed ancora se per detta area è stata precedentemente concordato una scadenza per il suo passaggio sotto alla gestione comunale.

Insomma bisogna capire se c'è qualche altro atto ufficiale che va a pregiudicare la precedenza dei rogiti dei singoli proprietari, che all'apparenza risulterebbero prevalenti su quello successivo a favore del Comune.

Grazie purtroppo l'atto costitutivo comprende quanto menzionato ed è stato eseguito a spese nostre, infati viene nomencato nelle singole proprietà giustamene come area comune annessa.Da solo ho provato un notaio ha ragione l'altro pure, dicono.Ripeto la mia domanda, avvisito l'amministratore egli è tenuto alla salvaguardia dei beni comuni?

Ripeto nel caso di un mio rogito ad oggi, non possibile, chi rimborsa i danni?

Grazie

Come può un costruttore fare 10 rogiti uguali che compredono questa area e non ricordarsi al momento del 11 rogito con l Comune dichiarandosi proprietario?

Il tuo bersaglio non è l'amministratore, e quest'ultimo non ha titolo per attivarsi e difendere un eventuale tuo interesse privato.

Devi dare incarico ad un geometra, il quale dovrà accertare e risponderti compiutamente sul perché dei due rogiti (il primo a tuo favore, e quello successivo a favore del Comune); di conseguenza riuscirai a capire se sei stato truffato dal Costruttore o semplicemente raggirato, ovvero se sei nella condizione di muoverti per una richiesta danni oppure se ti devi rassegnare alla situazione di fatto già predeterminata in origine ma resasi evidente solo ora.

Probabilmente all'atto della lottizzazione iniziale, il costruttore ha convenzionato col Comune la cessione del parcheggio mantenuto come bene privato (condominiale) ma ad uso pubblico (è tipico dei Comuni che, così facendo, non sono responsabili della manutenzione, che lasciano come onere al costruttore che la passa agli acquirenti con gli atti di vendita, ma hanno un parcheggio pubblico). Così è indicato nei vostri rogiti.

Sicura che nel rogito del Comune ci sia la cessione della proprietà e non solo la cessione dell'uso pubblico su detta area?

Comunque, guardate bene cosa c'è scritto nei due rogiti, poi fate una cessione agli atti in Comune e leggete bene la convenzione stipulata tra il costruttore/lottizzante e il Comune: questo è il primo atto, ed è quello che vale. Se il Comune ha vincolato il rilascio del permesso a costruire alla cessione delle aree pubbliche e ad uso pubblico, cose diverse dovevano essere concordate e accettate dal Comune, pena il decadimento del permesso a costruire.

Gent. la visura storica dal 20 11 14 n 1 nome costrutt.costitizione del 20 10 04 diritti e oneri proprietà per 1/1 fino al 24 03 2011

seconda scheda bene comune non censibile foglio.. particella... dati derivanti da variazione toponomastica de 30 08 2011 prot..

(variazione toponomastica richiesta dal Comune)

24 03 2011 fg... map.. dati variazione del 24 03 2011 in atti 24 03 2011 prot.... da area urbana AB.C.N.C

situaz. immobile dal 20 10 2004 fogl... mapp.. categ area urbana 182m2 dati costituzione del 20 10 2001 n.... 1/2004 in atti dl 20 10 2004 prot.......COSTITUZIONE. Scusa il primo che o scritto è sull'ultimo foglio del catasto con critto fine.

Data mio rogito 2006 immobile con annesso quota fg...e mapp

data da costruttore a Comune 24 02 211.

Con la speranza di non aver dimenticato nulla

Grazie

Un messaggio ad Albano.

Quello che dici corisponde ma L'amministratore è tenuto alla salvaguardia delle parti comuni se non erro rt. 1131.

Grazie

Non ho mai parlato di diritto privato

Salve

Comunque ho apportato al forum una storia triste e voglio raccontar Vi come per ora è in ambiguo.

Il mio proble è il rogito della mia casa legata al tutto. Faccio la domanda ad una persona qualificata : risposta basta non rogitare quella partcella e si risolve tutto. QUESTA E' L'ITALIA..... io dichiaro il falso!!!!!!!

Grazie ancora

Giovanni

Salve

Comunque ho apportato al forum una storia triste e voglio raccontar Vi come per ora è in ambiguo.

Il mio proble è il rogito della mia casa legata al tutto. Faccio la domanda ad una persona qualificata : risposta basta non rogitare quella partcella e si risolve tutto. QUESTA E' L'ITALIA..... io dichiaro il falso!!!!!!!

Grazie ancora

Giovanni

Scusami Giovanni21 il primo post era stato inserito da PARASCHE poi hai continuato tu, ma forse hai il doppio nickname?

Dimenticavo

Questa fiaba è sata pubblicata in un settimanale della provincia con tanto di foto mia e della parte. Pensavo di ricevereuna querela ma nessuno ha detto bhe......Io non ho mai preteso danni solo che mi venisse rettificato il mio rogito e basta, ma ,penso che se non si parla di soldi....e non sai come finisce.....da parte mia ho fatto il possibile ora anche l'amministratore è al corrente e tutti i condomini.

Pace e bene

Dimenticavo

Questa fiaba è sata pubblicata in un settimanale della provincia con tanto di foto mia e della parte. ...

In che maniera è coinvolto in questa fiaba PARASCHE ?

da proprietario

 

- - - Aggiornato - - -

 

Comunque il disguido nasce in quanto cambiando gestoe telefonico non mi permetteva di rispondere anche se avevo aggiornato nel web e anche comunicato allo staff

da proprietario

 

- - - Aggiornato - - -

 

Comunque il disguido nasce in quanto cambiando gestoe telefonico non mi permetteva di rispondere anche se avevo aggiornato nel web e anche comunicato allo staff

Ok, ho capito .
Carissimo Tullio Ts

Grazie ho capito anche io.

Io ho capito che tu hai cambiato nick per problemi di forza maggiore, tu cosa hai capito?
×