Vai al contenuto
Francesca Romana

Parcheggio abusivo aree condominiali

Salve a tutti,

Ho una domanda:

Cosa è possibile avanzare per una persona che non vive nel condominio e parcheggia nelle aree pubbliche (strada interna tra i diversi edifici di condomini) per lo più in prossimità di uscita dal portone d'ingresso?

Evidenzo che la persona in questione viene a trovare un suo parente, per questo entra nel condominio.

 

Nel codice civile ho trovato adatto al caso l'art. 1117 e 1117quater.

Il soggetto è stato già sollecitato diverse volte.

 

Grazie in anticipo

Ad evitare ingressi nel parcheggio condominiale di mezzi estranei ai proprietari del condominio, una soluzione è quella di installare un cancello o catena chiuso a chiave oppure con barra e telecomando a codice.

Salve a tutti,

Ho una domanda:

Cosa è possibile avanzare per una persona che non vive nel condominio e parcheggia nelle aree pubbliche (strada interna tra i diversi edifici di condomini) per lo più in prossimità di uscita dal portone d'ingresso?

Evidenzo che la persona in questione viene a trovare un suo parente, per questo entra nel condominio.

 

Nel codice civile ho trovato adatto al caso l'art. 1117 e 1117quater.

Il soggetto è stato già sollecitato diverse volte.

 

Grazie in anticipo

Se viene a trovare un parente che problema c'e'?

Cosa è possibile avanzare per una persona che non vive nel condominio e parcheggia nelle aree pubbliche (strada interna tra i diversi edifici di condomini) per lo più in prossimità di uscita dal portone d'ingresso?

 

Insomma parcheggia sulla pubblica via o dentro le stradine condominiali?

Forse non mi sono espressa bene.

Il condominio prevede diversi edifici. Ovviamente è un accesso riservato quindi ci sono dei cancelli a limitare l'accesso.

All'interno del vasto condominio ci sono strade utilizzate per i regolari parcheggi da tutti i condomini che, ovviamente, pagano il parcheggio.

Il soggetto in questione non è un condomino ma un parente (questo gli permettere l'accesso) ma, invece che parcheggiare fuori (come tutti quelli che non hanno il permesso di parcheggio e, quindi, non hanno il loro parcheggio riservato sulla strada interna), parcheggia la macchina dove capita, in genere in prossimità di un portone, tanto da limitarne l'accesso. È capitato inoltre che a causa di questo parcheggio irregolare e non autorizzato una donna incinta ha rischiato di cadere perché non aveva abbastanza spazio.

 

Spero di essermi espressa meglio, grazie

Buona sera non è chiaro se al parcheggio ci sono dei segnali di tale divieto. In caso ci fossero , siete sicuri che sia tutto regolare? Qualunque cartello stradale deve essere autorizzato dal comune. Puoi controllare che sul retro del cartello ci sia un numero di autorizzazione. A tal fine se manca si può considerare cartello abusivo e rischiate una multa.

Forse non mi sono espressa bene.

Il condominio prevede diversi edifici. Ovviamente è un accesso riservato quindi ci sono dei cancelli a limitare l'accesso.

All'interno del vasto condominio ci sono strade utilizzate per i regolari parcheggi da tutti i condomini che, ovviamente, pagano il parcheggio.

Il soggetto in questione non è un condomino ma un parente (questo gli permettere l'accesso) ma, invece che parcheggiare fuori (come tutti quelli che non hanno il permesso di parcheggio e, quindi, non hanno il loro parcheggio riservato sulla strada interna), parcheggia la macchina dove capita, in genere in prossimità di un portone, tanto da limitarne l'accesso. È capitato inoltre che a causa di questo parcheggio irregolare e non autorizzato una donna incinta ha rischiato di cadere perché non aveva abbastanza spazio.

 

Spero di essermi espressa meglio, grazie

Chi ostacola il libero passaggio parcheggiando in modo irregolare rischia il carcere (--> Cassazione , sez. V penale, sentenza 20.04.2006 n° 16571), il problema nel vostro caso è che la strada è privata, però se è ad uso pubblico si potrebbe avvisare le forze dell'ordine e/o i Vigili Urbani, invece se non è ad uso pubblico, sarà necessario impedire di fatto l'ingresso ai non aventi diritto, magari con ingresso a card (sistema usato nei parcheggi a pagamento) ovvero con una card si entra con una autovettura sola, ed una volta entrato se non si esce l'entrata è preclusa, c'è da dire che questo sistema ha di sicuro un certo costo.

Bisogna infine vedere se il proprietario dell'unità condominiale, ha un posto auto assegnato, e non lo utilizza, permettendo all'"ospite" di parcheggiare al suo posto.

 

Occorre anche vedere se vi sono dei posti auto ben definiti ed assegnati, ed oltre a questi aree "libere" per il parcheggio di ospiti eventuali, oppure se non è segnalato nulla, o infine vi sono esclusivamente i posti assegnati. Ogni ipotesi ha la sua risposta.

Buona sera non è chiaro se al parcheggio ci sono dei segnali di tale divieto. In caso ci fossero , siete sicuri che sia tutto regolare? Qualunque cartello stradale deve essere autorizzato dal comune. Puoi controllare che sul retro del cartello ci sia un numero di autorizzazione. A tal fine se manca si può considerare cartello abusivo e rischiate una multa.

mi sembra di capire che è un'area privata non di uso pubblico, ma riservata ai condomini che hanno la chiave per l'accesso (poi magari qualcuno la fa duplicare per un parente).

se è così, non si applicano le regole del cds (cartelli, autorizzazioni, multe) ma le regole del regolamento interno.

nessun rischio di multa insomma.

Esistono posti assegnati ai condomini paganti e non esistono posti per gli ospiti.

Esistono inoltre cartelli che vietano la sosta perché gli spazi rimanti sono destinati alle manovre auto e al passaggio per i pedoni (anche se i pedoni hanno un apposita "stradina" laterale delimitata da paletti). Ma comunque per chiunque non è possibile parcheggiare in spazi non delimitati per parcheggio perché intralcerebbe (come di fatto provoca il soggetto in questione con tale comportamento) il passaggio dei pedoni per l'uscita/entrata dal portone e le manovre auto.

 

Il parente ha un posto auto ma non lo cede all'ospite.

Esistono posti assegnati ai condomini paganti e non esistono posti per gli ospiti.

Esistono inoltre cartelli che vietano la sosta perché gli spazi rimanti sono destinati alle manovre auto e al passaggio per i pedoni (anche se i pedoni hanno un apposita "stradina" laterale delimitata da paletti). Ma comunque per chiunque non è possibile parcheggiare in spazi non delimitati per parcheggio perché intralcerebbe (come di fatto provoca il soggetto in questione con tale comportamento) il passaggio dei pedoni per l'uscita/entrata dal portone e le manovre auto.

 

Il parente ha un posto auto ma non lo cede all'ospite.

se il tutto è regolamentato da rdc o delibera assembleare, chiedete all'amministratore di fare un richiamo al condomino affinchè non permetta al suo parente di infrangere il regolamento: che gli ceda il suo posto se libero o che parcheggi in spazio consentito.

Scusa Francesca, non ho capito se il visitatore parcheggia in un posto riservato ad altri condomini, oppure trattandosi di un condominio alquanto esteso, parcheggia in un'area non assegnata ad altri condomini, quindi, per così dire libera!

In ogni caso ho letto che "l'intruso", parcheggiando accanto al portone di ingresso (presumo quello sulla pubblica via!), quanto meno non è di quelle persone comodiste che pretendono di parcheggiare con la macchina fin dentro casa!

Almeno preferisce farsi la strada a piedi per raggiungere la casa del parente!

 

Avevo già chiesto prima tale delucidazione.

A volte, come in questo caso, il forum mostra tutti i suoi limiti: alla richiesta su come si possa agire per evitare che un ospite di un condomino parcheggi liberamente e selvaggiamente in spazi condominiali, si risponde con richieste di chiarimenti anche non pertinenti (se sul retro dei cartelli sia o no indicato il provvedimento del Sindaco, pur in spazi privati) oppure consigliando di mettere sbarre o cancelli più o meno muniti di automatismi intelligenti. Risultato: dopo oltre dieci interventi, nessuna risposta alla domanda iniziale e Francesca, oltre la rabbia per l'impotenza di risolvere il suo problema condominiale, proverà anche il sentimento della delusione.

Anche questo, me ne rendo conto, è un post che non risponde a Francesca, ma auguro a lei ed a tutti che il nuovo anno, per il quale faccio i migliori auguri ai frequentatori ed al team di moderatori, porti chi non ha nulla da dire a non intervenire, ma se proprio non ci riesce, ad essere sintetico.

Buon 2016 !

Il cartello dovrò controllarlo.

"l'intruso" non parcheggia nei posti riservati ai condomini (o meglio, quando ne trova uno libero vicino al portone del parente non si fa problemi anche se più volte è stato richiamato perché, ovviamente, genera intralcio al proprietario pagante del posti auto, ma non stiamo parlando di questo, lo scrivo per far rendere l'idea del soggetto).

La struttura del condominio è semplice: strada con passaggio pedonale e con posti auto delimitati per i condomini paganti. Lateralmente stradine pedonali che portano ai relativi portoni (palazzine).

"L'intruso" parchrggia tra la stradina che porta alla palazzina e la strada di passaggio e parcheggio delle auto. Il posto che lui occupa ovviamente non è contrassegnato perché intralcia il passaggio pedonale della stradina, anzi, è anche delimitato da un paletto!

Chiaramente è "comodino" perché si parcheggia davanti al portone della palazzina del parente.

 

Grazie mille, gentilissimi e buon anno!

Il cartello dovrò controllarlo.

"l'intruso" non parcheggia nei posti riservati ai condomini (o meglio, quando ne trova uno libero vicino al portone del parente non si fa problemi anche se più volte è stato richiamato perché, ovviamente, genera intralcio al proprietario pagante del posti auto, ma non stiamo parlando di questo, lo scrivo per far rendere l'idea del soggetto).

La struttura del condominio è semplice: strada con passaggio pedonale e con posti auto delimitati per i condomini paganti. Lateralmente stradine pedonali che portano ai relativi portoni (palazzine).

"L'intruso" parchrggia tra la stradina che porta alla palazzina e la strada di passaggio e parcheggio delle auto. Il posto che lui occupa ovviamente non è contrassegnato perché intralcia il passaggio pedonale della stradina, anzi, è anche delimitato da un paletto!

Chiaramente è "comodino" perché si parcheggia davanti al portone della palazzina del parente.

 

Grazie mille, gentilissimi e buon anno!

Per evitare che il tizio parcheggi dove non deve, ovvero intralciando il passaggio pedonale della stradina, potete deliberare di posizionare dei panettoni di cemento armato, in modo tale da permettere il passaggio pedonale ed impedire il posteggio delle auto.
Per evitare che il tizio parcheggi dove non deve, ovvero intralciando il passaggio pedonale della stradina, potete deliberare di posizionare dei panettoni di cemento armato, in modo tale da permettere il passaggio pedonale ed impedire il posteggio delle auto.

Armato pesantemente... visto il tipo con cui si devono scontrare...😂

×