Vai al contenuto
stecca

Parapetto reso apribile

Ho un quesito per me urgente: ho un terrazzo che confina con un ballatoio dell'ingresso comune. Per mia grande comodità di accedere direttamente al mio terrazzo ho tagliato la parte superiore del parapetto divisorio per creare un piccolo cancello. Notate che la struttura del parapetto è rimasta identica, si vede solo il taglio sul corrimano. Alcuni condomini litigiosi mi chiedono di ripristinare il parapetto. Vi chiedo se il parapetto sia parte di proprietà privata o condominiale e se loro hanno diritto a contestarmi. Grazie

Hai fatto una opera perfettamente regolare ex art. 1102 C.C.

Da come la descrivi tu non devi ripristinare nulla.

Chiaramente andrebbe visto lo stato dei luoghi ma in generale vale quello che ti ho detto.

Di seguito alcune sentenze.

Cass. civ., sez. II, 29 aprile 1994, n. 4155

L'apertura di varchi e l'installazione di porte o cancellate in un muro ricadente fra le parti comuni dell'edificio condominiale eseguiti da uno dei condomini per creare un nuovo ingresso all'unità immobiliare di sua proprietà esclusiva, di massima non integrano abuso della cosa comune suscettibile di ledere i diritti degli altri condomini, non comportando per costoro una qualche impossibilità di far parimenti uso del muro stesso ai sensi dell'art. 1102, primo comma, c.c., e rimanendo irrilevante la circostanza che tale utilizzazione del muro si correli non già alla necessità di ovviare ad una interclusione dell'unità immobiliare al cui servizio il detto accesso è stato creato, ma all'intento di conseguire una più comoda fruizione di tale unità immobiliare da parte del suo proprietario.

 

Cass. civ., sez. II, 11 giugno 1986, n. 3867

L'apertura di una porta o di una finestra da parte di un condomino o la trasformazione di una finestra che prospetta il cortile comune in una porta di accesso al medesimo mediante l'abbattimento del corrispondente tratto di muro perimetrale che delimita la proprietà del singolo appartamento non costituisce di per sé abuso della cosa comune idoneo a ledere il compossesso del muro comune che fa capo come ius possidendi a tutti i condomini.

Ti ringrazio, se trovi qualche altro riferimento specifico per i parapetti sarebbe l'ideale. Comunque ribadisco che non c'è alcuna modifica nella sagoma e nella struttura del parapetto che è rimasto identico e che questa modifica non lede il diritto di nessuno!. Mi pare che anche l'amministratore avesse il dovere di obiettare la contestazione dei condomini. Grazie

Ti ringrazio, se trovi qualche altro riferimento specifico per i parapetti sarebbe l'ideale. Comunque ribadisco che non c'è alcuna modifica nella sagoma e nella struttura del parapetto che è rimasto identico e che questa modifica non lede il diritto di nessuno!. Mi pare che anche l'amministratore avesse il dovere di obiettare la contestazione dei condomini. Grazie

Girando troverai altre sentenza, ma ritengo che 2 di cassazione sia già più che esplicative...

×