Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
marodda

Pagamento TFR custode

Bisogna pagare il TFR del custode del palazzo, che ha prestato servizio dal 1995 ad oggi.

Siccome ci sono molti vecchi proprietari che hanno ceduto l'immobile nel corso degli ultimi 20 anni, si deve chiedere anche a loro il pagamento della quota parte di TFR? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Bisogna pagare il TFR del custode del palazzo, che ha prestato servizio dal 1995 ad oggi.

Siccome ci sono molti vecchi proprietari che hanno ceduto l'immobile nel corso degli ultimi 20 anni, si deve chiedere anche a loro il pagamento della quota parte di TFR? Grazie

Il TFR è un costo di esercizio annuale per cui andava indicato annualmente nel rendiconto così come annualmente doveva essere saldato ed accantonato.

Cosa risulta dai rendiconto?

Se la liquidazione del TFR non è stata mai presa in considerazione, in caso di disaccordo prevedo lavoro per avvocati tra vecchi/nuovi proprietari e condominio.

Per chi ha venduto nel 2005 il debito 1995/2005 si è prescritto.

Chi ha acquistato nel 2005 non può pagare 10 anni di TFR precedenti l'acquisto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

È un fondo di accantonamento e segue l'immobile. Se il venditore aveva interesse, doveva farlo presente all'acquirente. Se nulla è stato concordato non penso che si possa chiedere nulla.

La soluzione deve scaturire da un accordo tra venditore e acquirente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I condomini che hanno acquistato gli appartamenti, sono stati poco accorti prima di rogitare, avrebbero fatto bene, anzi molo meglio ad informarsi sui debiti e crediti condominiali, così si sarebbero resi conto del’ammanco e del mancato accantonamento del TFR portiere, quindi ora devono pagare come tutti gli altri e poi, volendo, intentare una causa nei confronti del venditore.

Comunque ogni anno l'assemblea era tenuta a verificare l'accantonamento del TFR e l'amministratore, nella relazione annuale, doveva far presente la mancanza del fondo e verbalizzarlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il TFR anno per anno è stato indicato ma mai saldato, e comunque ovviamente ora non c'è un fondo a disposizione. Ma tornando all'esempio di Tizio proprietario dal 1995 che ha venduto nel 2005 a Caio, la quota parte (1995-2005) a carico di Tizio non credo che debba essere a carico di Caio (in virtù dell'art. 63 del Daac Caio non è responsabile in solido solo per l'anno 2004?)...d'altra parte se il debito di Tizio si è prescritto perchè sono passati più di 10 anni ciò vuol dire che la quota parte del TFR a carico di Tizio per gli anni 1995-2004 è a carico degli attuali condomini?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In effetti è da approfondire il comma 4 del rinnovato art. 63 dacc: "Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidamente con questo al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente"

Ciò vuol dire che in casi come questo bisogna rintracciare o reclamare il pagamento al precedente proprietario? E se sono trascorsi più di 10 anni il tutto va in prescrizione, per cui sono tutti gli attuali proprietari ad accollarsi la quota parte di spese?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×