Vai al contenuto
Asmone

Pagamento quote condominiali tramite vaglia postale

Ho sempre pagato le quote condominiali tramite vaglia postale ordinario, seguendo le indicazioni dei due amministratori che si sono succeduti dal 2009 ad oggi. Mi ritrovo come se con avessi MAI pagato e con le relative quote MAI inserite in bilancio, per cui, pur avendo pagato , figuro MOROSO .

 

inoltre non mi è mai stato fatto avere dal NUOVO amministratore lo stato di riparto delle varie spese per i vari condomini,

come invece , veniva fatto dall'amministratrice in carica fino al 2012.

 

Mi e' stato detto che i " vaglia sono di difficile riscossione" in realta' io ho sempre messo la causale in maniera chira ed inequivoca.

Non mi e' stata data MAI nessuna ricevuta dei pagamenti effettuati, nonostante li abbia anche inviati via mail e sia andato personalmente dall'amministratore a consegnare puntualmente i vaglia pagati.

 

Qualche norma vieta il pagamento delle quote condominiali tramite vaglia postale?

 

Potreste darmi qualche chiarimento leglislativo in merito??-- Grazie

Non esiste norma, anzi magari facessero tutti come te................

Prendi tutte le tue ricevute e chiarisci con l'amministratore.

Ma il conto corrente era esatto?🙂

L'incasso dei vaglia postali, ordinari o circolari, non comporta per il beneficiario avere nessun conto corrente, infatti si incassano allo sportello dietro presentazione carta d'identità; mi sorge un dubbio, dal 2009 risulti moroso !! e i bilanci fino ad oggi ? e il conto corrente del condominio ? I tuoi versamenti , considerando che il vaglia è assimilato al pagamento in contanti sono stati poi accreditati sul conto del condominio ? In definitiva, tu hai pagato ma gli amministratori precedenti cosa ne hanno fatto dei soldi ?

Ho preferito i vaglia Postali per avere piu' spazio per la causale. I primi pagamenti del 2009 ( anno di " drammatico" cambio di Amministratore ( ben 2 dal 2009 ad oggi). Per correttezza ho anche verificato il buon fine dei bonifici e dei vaglia mandando via mail copia dei pagamenti effettuati. Domanda: per quale motivo mi viene sempre detto " salvo verifica" quando pago quanto mi viene detto? Per quale motivo L'IiMPORTO DEI Vaglia, con capillare causale, NON VIENE INSERITO NELLA COLONNA RELATIVA ALLE QUOTE DA ME PAGATE? CHE POSSO FARE? Con L'amministratore e' inutile parlare ( non mi risponde....). Grazie e scusatemi.

Purtroppo si, ho verificato il buon fine dei vaglia e ho provveduto a mandare via mial e via fax copia del modulo di bonifico fatto dalla Banca con tutti i riferimenti ( CRO , IBAN, N. CC n. Bonifico ecc ).

 

Che posso fare?

 

la nuova normativa mi consente di avere accesso a C/c del Condominio e controllarne i movimenti??

Tutti i pagamenti da me effettuati non sono mai stati messi nella colonna delle quote da me pagate, , e con l' "amministratore" e' impossibile parlare ( non mi risponde , anzi mi aspetto un decretro ingiuntivo). Potete consigliarmi? GRZIE!

Purtroppo si, ho verificato il buon fine dei vaglia e ho provveduto a mandare via mial e via fax copia del modulo di bonifico fatto dalla Banca con tutti i riferimenti ( CRO , IBAN, N. CC n. Bonifico ecc ).

 

Che posso fare?

 

la nuova normativa mi consente di avere accesso a C/c del Condominio e controllarne i movimenti??

Tutti i pagamenti da me effettuati non sono mai stati messi nella colonna delle quote da me pagate, , e con l' "amministratore" e' impossibile parlare ( non mi risponde , anzi mi aspetto un decretro ingiuntivo). Potete consigliarmi? GRZIE!

1130-

bis. Rendiconto condominiale

Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione

patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve, che devono essere espressi in

modo da consentire l'immediata verifica. Si compone di un registro di contabilità, di un riepilogo finanziario,

nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle

questioni pendenti. L'assemblea condominiale può, in qualsiasi momento o per più annualità specificamente

identificate, nominare un revisore che verifichi la contabilità del condominio. La deliberazione è assunta con

la maggioranza prevista per la nomina dell'amministratore e la relativa spesa è ripartita fra tutti i condomini

sulla base dei millesimi di proprietà. I condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari

possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a proprie

spese. Le scritture e i documenti giustificativi devono essere conservati per dieci anni dalla data della

relativa registrazione.

A questo punto in base all'art sopracitato, se l'amministratratore non risponde, a mio avviso devi dare l'incarico a un legale per la tua tutela , visto che è dal 2009; la spesa del legale può convenire dato il trascorrere del tempo

×