Vai al contenuto
MariannaDGr

Pagamento per la ricezione di docuementi tramite email.

Buonasera,

avrei bisogno di una delucidazione in merito ad un accaduto con il mio amministratore.

Ho effettuato la richiesta di ricezione di tutte le pezze giustificative di un bilancio alla mia casella di posta elettronica certificata e l'amministratore mi ha comunicato che tale operazione ha un costo di €20+iva.

Ma a mio parere è una richiesta illegittima e alquanto "assurda" considerando che, l'invio di comunicazioni e documenti tramite email non comporta spese da parte dell'amministratore.

Detto ciò sono qui a chiedere un Vs parere in merito e se ci sono leggi/norme/sentenze ecc a cui far riferimento per contestare tale richiesta e persistere con la richiesta della documentazione senza dover sostenere alcuna spesa.

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e la disponibilità.

Marianna

Il compenso per l'invio delle documentazioni deve essere previsto al momento dell'accettazione dell'incarico da parte dell'amministratore nel compenso analitico, per cui il costo dovresti già conoscerlo prima.

Comunque il costo non è dato soltanto dal costo puro per l'invio che come si sa la e.mail è gratuita, ma anche dal tempo usato per cercare le documentazion,i effettuare la scannerizzazione ecc ecc.

Buonasera,

avrei bisogno di una delucidazione in merito ad un accaduto con il mio amministratore.

Ho effettuato la richiesta di ricezione di tutte le pezze giustificative di un bilancio alla mia casella di posta elettronica certificata e l'amministratore mi ha comunicato che tale operazione ha un costo di €20+iva.

Ma a mio parere è una richiesta illegittima e alquanto "assurda" considerando che, l'invio di comunicazioni e documenti tramite email non comporta spese da parte dell'amministratore.

Detto ciò sono qui a chiedere un Vs parere in merito e se ci sono leggi/norme/sentenze ecc a cui far riferimento per contestare tale richiesta e persistere con la richiesta della documentazione senza dover sostenere alcuna spesa.

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e la disponibilità.

Marianna

Buonasera,

avrei bisogno di una delucidazione in merito ad un accaduto con il mio amministratore.

Ho effettuato la richiesta di ricezione di tutte le pezze giustificative di un bilancio alla mia casella di posta elettronica certificata e l'amministratore mi ha comunicato che tale operazione ha un costo di €20+iva.

Ma a mio parere è una richiesta illegittima e alquanto "assurda" considerando che, l'invio di comunicazioni e documenti tramite email non comporta spese da parte dell'amministratore.

Detto ciò sono qui a chiedere un Vs parere in merito e se ci sono leggi/norme/sentenze ecc a cui far riferimento per contestare tale richiesta e persistere con la richiesta della documentazione senza dover sostenere alcuna spesa.

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e la disponibilità.

Marianna

Marianna,

lo sai da sola perché vuole 20 euro.

si chiama in psicologia(molto spicciola) comunicazione indiretta.

Il tuo amministratore ti ha implicitamente detto: così la prossima volta non mi chiedi più niente...

Marianna,

lo sai da sola perché vuole 20 euro.

si chiama in psicologia(molto spicciola) comunicazione indiretta.

Il tuo amministratore ti ha implicitamente detto: così la prossima volta non mi chiedi più niente...

Io non la penso così in quanto io accetterei: non ho molto tempo e per recarmi allo studio dell'amministratore che dista 15 km devo prendermi delle ore di permesso al lavoro, consumare del carburante e pagarmi le fotocopie: alla fine 20 € sono un regalo. Peccato che non tutti gli amministratori, nemmeno per cifre superiori, siano disposti a fare questo servizio...

Io non la penso così in quanto io accetterei: non ho molto tempo e per recarmi allo studio dell'amministratore che dista 15 km devo prendermi delle ore di permesso al lavoro, consumare del carburante e pagarmi le fotocopie: alla fine 20 € sono un regalo. Peccato che non tutti gli amministratori, nemmeno per cifre superiori, siano disposti a fare questo servizio...

Facendo questo ragionamento, un amministratore che ha lo studio vicino allo stabile amministrato chiede € 20 , mentre chi ha lo studio lontano chiede € 200.

Sarebbe come se le Poste Italiane per una raccomandata città per città fa pagare € 6 mentre per quelle Palermo/Milano chiede € 60 come se fossero le FFSS

""che dista 15 km"".

Cambialo!

tu pensi che in caso di emergenza si faccia 30 km tra andata e ritorno per un sopraluogo?

""che dista 15 km"".

Cambialo!

tu pensi che in caso di emergenza si faccia 30 km tra andata e ritorno per un sopraluogo?

Un amministratore che si propone ed ha l'ufficio a 15 Km dal condominio, credo sia consapevole del SUO disagio per eventuali sopralluoghi nel condominio, altrimenti non si proponga ... e/o non accetti proposte a cui non potrà mantenere fede ... 🤣
""che dista 15 km"".

Cambialo!

tu pensi che in caso di emergenza si faccia 30 km tra andata e ritorno per un sopraluogo?

Purtroppo dove è locato il condominio ci sono solo2 amministratori vicini già sperimentati e uno peggio dell'altro; è per il comportamento di uno di questi due che sono arrivata nel forum e dopo numerose peripezie sono riuscita a farlo revocare. L'amministratore attuale è scomodo ma non ce ne sono altri più vicini ed inoltre ci è stato raccomandato da molti e sembra che in zona sia uno dei pochi "seri", inoltre altri 2 che ci sono stati segnalati , hanno rifiutato l'amministrazione del condominio perché oberati di lavoro. 15 km non sono neppure molti e non è detto che se gli chiedo di mandarmi la documentazione via e-mail non lo faccia ma 20.00 € mi sembra una cifra tutto sommato ragionevole. L' amministratrice di prima ( quella vicina) mi ha fatto spedire 2 a.r. per prendere appuntamento per la visura (4,00E cad.) mi ha dato l'appuntamento quando gli faceva comodo e mi sono dovuta prendere 2 ore di permesso al lavoro ( anche questi sono soldi) e ha chiesto 25,00€ per 25 fotocopie, quindi....Non credo che per 20,00€ l'amministratore di questa discussione abbia inteso creare un deterrente alla richiesta fatta da MariannaDGr altrimenti ne avrebbe chiesti molti di più; mi sembra piuttosto che la stessa MariannaDGr non fosse a conoscenza di quanto stabilisce la norma in fatto di " visura documenti condominiali" e che abbia ritenuto che la richiesta del suo amministratore violasse la stessa, ma non è così.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Facendo questo ragionamento, un amministratore che ha lo studio vicino allo stabile amministrato chiede € 20 , mentre chi ha lo studio lontano chiede € 200.

Sarebbe come se le Poste Italiane per una raccomandata città per città fa pagare € 6 mentre per quelle Palermo/Milano chiede € 60 come se fossero le FFSS

Non è questione di distanza e poi se mi chiede 200€ valuterò e deciderò se recarmi personalmente al suo studio come stabilisce la norma del condominio o accettare la cifra richiesta , come farà Marianna DGr che o accetterà i 20.00€ ( richiesta legittima) o si recherà allo studio per la visura e le fotocopie

×