Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
giuppy2000

Pagamento lavori con bonifico ristrutturazione

salve,

 

ho preso un mese fa un condominio, e nel metter a posto le carte ho riscontrato ch l'amm.re uscente per un lavoro di spicconatura 2016 aveva pagato con bonifico per ristrutturazione, ma non ha inviato nel 2017 il files all'agenzia delle entrate. O contattato l'amm.re mi ha ha detto che ha pagto con quel metodo ma poi ha saputo che per la spicconatura non si puo' avere lo sgravio fiscale pertanto non ha fatto niente.

ora :

indipendentemente se lo sgravio si poteva avere o no , il fatto di aver bonificato come sgravio cosa succede.

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
salve,

 

ho preso un mese fa un condominio, e nel metter a posto le carte ho riscontrato ch l'amm.re uscente per un lavoro di spicconatura 2016 aveva pagato con bonifico per ristrutturazione, ma non ha inviato nel 2017 il files all'agenzia delle entrate. O contattato l'amm.re mi ha ha detto che ha pagto con quel metodo ma poi ha saputo che per la spicconatura non si puo' avere lo sgravio fiscale pertanto non ha fatto niente.

ora :

indipendentemente se lo sgravio si poteva avere o no , il fatto di aver bonificato come sgravio cosa succede.

grazie

nulla.

la banca avrà trattenuto una r.a. dell'8 %, avrà fatto la c.u. avrà inviato al fornitore la certificazione, ecc. ecc.

 

l'amministratore uscente ha ragione sulla non detraibilità della sola spicconatura.

 

forse avrebbe dovuto comunque riportare (magari lo ha fatto) sulla sua dichiarazione dei redditi (quadro ac o k) l'importo pagato in quel modo.

 

è però un problema dell'amministratore come persona e non del condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ciao,

l'ADE non interviene ? Cioè non se ne importa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciao,

l'ADE non interviene ? Cioè non se ne importa?

no, visto che la spesa non può essere portata in detrazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nella medesima tua situazione mi sono trovato nel 2015, per aver pagato con bonifico per ristrutturazione dei lavori che non beneficiavano della detrazione fiscale.

Ho posto nel forum un quesito analogo al tuo e non ho avuto nessuna risposta.

Mia opinione: l’amministratore avrebbe dovuto versare l’importo della fattura relativa alla spicconatura al netto della ritenuta del 4% e versare all’Erario con modello F24 la suddetta ritenuta con codice tributo 1019 o 1020, compilare la C.U. da inviare alla ditta e il mod. 770/2017.

L’amministratore, col bonifico parlante, ha pagato l’intero importo dei lavori non trattenendo e non versando la ritenuta del 4%, che, invece, ha trattenuto e versato la banca in ragione dell’8% sull’imponibile in fattura; non ha compilato la C. U. e inviata la certificazione alla ditta, obbligo cui ha ottemperato la banca; ha indicato nel quadro AC della sua dichiarazione dei redditi l’importo pagato alla ditta.

Conseguenze: nessuna (?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ciao G. ago,

parlando con un collega mi ha detto : non preoccuparti perché per l'ade è un guadagno nessuno porta in detrazione quindi per lo stato va bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciao G. ago,

parlando con un collega mi ha detto : non preoccuparti perché per l'ade è un guadagno nessuno porta in detrazione quindi per lo stato va bene.

... c'è anche questo aspetto, ma non è proprio così, perchè un condomino contribuente potrebbe comunque chiedere all'amministratore copia dei bonifici parlanti fatti nell'anno e portarsi (modificando il quadro delle spese del 730) in detrazione la sua quota millesimale sul bonificato ...

ovviamente sotto la propria responsabilità.

 

indipendentemente dal fatto che l'amministratore abbia o non abbia comunicato all'ade le detrazioni spettanti o abbia magari sbagliato il c.f.

 

alcuni condomini proprietari di immobili infatti sono incapienti, ma il coniuge convivente può in questo caso portare lui in detrazione la quota annullando quella attribuita alla moglie.

 

comunque per la comunicazione del 2017 (per spese del 2016) non ci sono sanzioni.

... l'anno prossimo vedremo ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buongiorno a tutti, avrei un problema:

nell’anno 2016 il nostro condominio ha effettuato lavori di riqualificazione energetica Installando il contatore generale dell’acqua e i rilevatori in ogni appartamento.

Per questi ultimi lavori (i rilevatori singoli, ho pagato la fattura tramite bonifico e con la dicitura delle detrazioni fiscali) la sottoscritta, in qualità di amministratore pro tempore ha rilasciato, ad ogni condomino, una certificazione SENZA compilare la dovuta denuncia presso l’Agenzia delle Entrate in quanto ho saputo che era da fare solo in questi giorni, tendo a precisare che uno dei condomini sono io stessa e che ho portato in detrazione nel mio 730 la spesa.

Venti condomini erano persone fisiche ed un condomino era una società.

Sono entrata ieri sul sito dell’Agenzia e mi permette di compilare la dichiarazione per l’anno 2016, ma devo indicare esclusivamente il codice fiscale di persone fisiche.

Le mie domande sono:

1) posso fare adesso la dichiarazione anche se sono nettamente in ritardo (nel caso a quali controlli andrò sicuramente incontro? Non mi turba pagare una multa, basta che non sia a nome del Condominio ma riferita a me stessa come Amministratore inadempiente)

 

2) Per la dichiarazione a nome della società come mi comporto? Non mi fa inserire il codice della società e non ho il codice fiscale di una persona fisica riconducibile alla società stessa (anche perché da loro dichiarazione nell’anagrafe condominiale mi hanno fornito solo i dati della Società)

 

3) Posso indicare una cifra minore escludendo questa anagrafica? Non credo …

 

4) Io che ho inserito comunque in detrazioni queste spese nel 730 e che mi sono state conteggiate come devo comportarmi? Cosa rischio?

 

Grazie per l’aiuto

 

Liliana

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno a tutti, avrei un problema:

nell’anno 2016 il nostro condominio ha effettuato lavori di riqualificazione energetica Installando il contatore generale dell’acqua e i rilevatori in ogni appartamento.

Per questi ultimi lavori (i rilevatori singoli, ho pagato la fattura tramite bonifico e con la dicitura delle detrazioni fiscali) la sottoscritta, in qualità di amministratore pro tempore ha rilasciato, ad ogni condomino, una certificazione SENZA compilare la dovuta denuncia presso l’Agenzia delle Entrate in quanto ho saputo che era da fare solo in questi giorni, tendo a precisare che uno dei condomini sono io stessa e che ho portato in detrazione nel mio 730 la spesa.

Venti condomini erano persone fisiche ed un condomino era una società.

Sono entrata ieri sul sito dell’Agenzia e mi permette di compilare la dichiarazione per l’anno 2016, ma devo indicare esclusivamente il codice fiscale di persone fisiche.

Le mie domande sono:

1) posso fare adesso la dichiarazione anche se sono nettamente in ritardo (nel caso a quali controlli andrò sicuramente incontro? Non mi turba pagare una multa, basta che non sia a nome del Condominio ma riferita a me stessa come Amministratore inadempiente)

2) Per la dichiarazione a nome della società come mi comporto? Non mi fa inserire il codice della società e non ho il codice fiscale di una persona fisica riconducibile alla società stessa (anche perché da loro dichiarazione nell’anagrafe condominiale mi hanno fornito solo i dati della Società)

3) Posso indicare una cifra minore escludendo questa anagrafica? Non credo …

4) Io che ho inserito comunque in detrazioni queste spese nel 730 e che mi sono state conteggiate come devo comportarmi? Cosa rischio?

 

Grazie per l’aiuto

 

Liliana

immagino ti riferisca alla comunicazione degli amministratori che doveva essere inviata all'ade tramite l'apposito sw "amc" a febbraio scorso per le spese del 2016.

 

1- credo sia inutile poichè serviva per la "precompilazione" del modello 730 per i redditi e le spese del 2016 ed ormai ...

 

2- va spuntata la casella "situazioni particolari" e inserito solo l'importo.

 

3- no perchè dovrai quadrare alla fine con l'importo totale bonificato

 

4- hai fatto bene e non rischi nulla (come gli altri condomini).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie infinite, si mi riferivo proprio a quella comunicazione.

Allora procederò solo alla compilazione della comunicazione per i lavori anno 2017.

Grazie ancora

Liliana

 

- - - Aggiornato - - -

 

perdonami Sergio, ma anche come "amministratore" non rischio nulla, non avendo inviato la comunicazione, ma avendo comunque io, e penso anche altri condomini, esposto le spese nel 730?

Non farò lo stesso errore da adesso in poi, giuro!!!

^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie infinite, si mi riferivo proprio a quella comunicazione.

Allora procederò solo alla compilazione della comunicazione per i lavori anno 2017.

Grazie ancora

Liliana

 

- - - Aggiornato - - -

 

perdonami Sergio, ma anche come "amministratore" non rischio nulla, non avendo inviato la comunicazione, ma avendo comunque io, e penso anche altri condomini, esposto le spese nel 730?

Non farò lo stesso errore da adesso in poi, giuro!!!

^_^

no, quest'anno non erano previste sanzioni; vedremo il prossimo ...

 

qui sul forum ci saranno sicuramente indicazioni di qualsiasi natura circa gli eventuali cambiamenti.

🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×