Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Miki Nù

Pagamento condominio tramite vaglia rifiutato

Buonasera. Accedo per la prima volta a questo forum dove ho spesso trovato delle risposte soddisfacenti in merito a problemi condominiali di diversa natura. Vorrei porre il seguente quesito: Premetto che ho sempre pagato le quote condominiali (di importo inferiore ai 1.000 euro) tramite vaglia postale. In quest'ultima occasione (febbraio 2017) "Poste italiane" ha disposto il rimborso del vaglia postale ordinario in quanto "rifiutato dal beneficiario" (amministratore del condominio).

Se non erro, la nuova normativa prevede che detti pagamenti debbano avvenire tramite bonifico oltre i 1.000 euro.

Domando quindi cortesemente se al di sotto di tale soglia sia ancora valido il pagamento tramite vaglia postale e se lo stesso sia da considerarsi mezzo di pagamento "tracciabile".

Mille grazie in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io, personalmente, non vedo nessun impedimento a che tu possa effettuare il pagamento degli oneri condominiali a mezzo vaglia postale.

Hai chiesto al tuo amministratore perchè abbia rifutato il tuo pagamento ???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si gli ho inviato una mail alla quale (ipotizzando di non avere una sua risposta prima di mercoledì) ha risposto invece stasera, suggerendomi di procedere con un bonifico bancario.

Trattandosi quindi di "suggerimento", e non di un obbligo, concordo con te sul fatto di poter provvedere al pagamento con un ulteriore vaglia.

Ti ringrazio per la risposta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si gli ho inviato una mail alla quale (ipotizzando di non avere una sua risposta prima di mercoledì) ha risposto invece stasera, suggerendomi di procedere con un bonifico bancario.

Trattandosi quindi di "suggerimento", e non di un obbligo, concordo con te sul fatto di poter provvedere al pagamento con un ulteriore vaglia.

Ti ringrazio per la risposta

In punto di diritto hai anche ragione ma perchè non essere collaborativi?

Il vaglia costringe l'amministratore ad andare fisicamente in banca a versarlo.

Un bonifico arriva direttamente sul conto del condominio.

 

Se posso permettermi, ti dò un consiglio tecnico.

Puoi farti una carta prepagata con IBAN (si chiama CARTA CONTO) e fare bonifico con la carta.

Molte CARTE CONTO hanno costi bassissimi per le operazioni.

Ad esempio, CARTA SUPERFLASH di Intesa ti consente di ricaricare la carta gratuitamente su qualsiasi sportello ATM del gruppo e di fare un bonifico al costo di soli 50 centesimi.

 

Quanto spendi per effettuare un vaglia postale?

Sicuramente più di 50 centesimi.

Facendo un bonifico come da me indicato trarrete vantaggio sia tu che l'amministratore e, soprattutto, non dovete litigare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si gli ho inviato una mail alla quale (ipotizzando di non avere una sua risposta prima di mercoledì) ha risposto invece stasera, suggerendomi di procedere con un bonifico bancario.

Trattandosi quindi di "suggerimento", e non di un obbligo, concordo con te sul fatto di poter provvedere al pagamento con un ulteriore vaglia.

Ti ringrazio per la risposta

buona sera, forse non ha voglia di scomodarsi e di fare anche la coda allo sportello. Io lo ignorerei.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
gli ho inviato una mail alla quale ha risposto invece stasera, suggerendomi di procedere con un bonifico bancario.

Già da due anni nel mio Condominio è stata bandita la movimentazione di denaro contante, ma l'amministratore ha preavvertito tutti gli interessati.

Non è che per caso sta succedendo qualcosa di simile anche nel tuo Condominio ???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
buona sera, forse non ha voglia di scomodarsi e di fare anche la coda allo sportello. Io lo ignorerei.

Ecco un altro atteggiamento collaborativo che, all'occorrenza, sarà restituito al mittente, probabilmente con gli interessi.

Già da due anni nel mio Condominio è stata bandita la movimentazione di denaro contante, ma l'amministratore ha preavvertito tutti gli interessati.

Non è che per caso sta succedendo qualcosa di simile anche nel tuo Condominio ???

Questo caso è diverso perchè non viene usato il denaro contante, bensì il vaglia postale (ma Miki potrebbe pagare anche con assegno circolare o proprio assegno bancario presso lo studio).

Si tratta solo di non impuntarsi ed usare la soluzione migliore per creare il minor disagio a tutti.

 

Poichè Miki sa usare il PC, per sua ulteriore informazione voglio aggiungere che con quella carta è possibile fare il bonifico anche da casa ultilizzando un token rilasciato dalla banca, al costo di 1 euro che è meno di quanto costa fare un vaglia postale dopo aver fatto la fila allo sportello della Posta.

 

Ho fatto utilizzare questa soluzione ad un'anziana signora del condominio e faccio io i bonifici ed i versamenti per lei, stampandogli tutte le operazioni e pagandogli on line anche luce, gas e telefono, senza spese e risparmiando coda in posta e €. 1,50 di bollettino postale. Sulla carta c'è lo stretto necessario e la mia filiale a pochi isolati ha 3 ATM evoluti (ce n'è quasi sempre almeno uno libero) nei locali della banca.

Il mondo sta cambiando e nella mia filiale ci sono più macchine (3 ATM evoluti) che persone (2 casse con operatori).

 

Per fortuna, nel mio condominio non c'è gente che pensa che io non voglio scomodarmi a fare la coda allo sportello (ogni riferimento è puramente casuale 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×