Vai al contenuto
Logiudice

Osservanza distanze di piantumazione delle siepi dal confine.

Buon giorno a tutti. E grazie per la pazienza che vorrete usare per aiutarmi alla risoluzione del seguente quesito.

Il disposto dell'art.892 del codice civile ( libro terzo - titolo secondo - capo secondo - sezione sesta ) stabilisce, al comma quarto, che le siepi vive devono essere piantate a mezzo metro dal confine.

Ciò premesso, chiedo di sapere se, a mente dell' art. 1130 del codicecivile, rientra tra le attribuzioni dell' amministratore del condominio intervenire nella materia ,allorchè la siepe interessa il confine che delimita gli appezzamenti di terra di proprietà di condomini diversi di pertinenza del fabbricato.

Cordiali saluti.

Aldo

Se non ho capito male, la siepe interessa un confine posto tra due proprietà private. Se è giusto, l'amministratore non ha potere di intervento poiché le sue competenze riguardano le parti comuni.

Gentile Giovanni, innanzi tutto La ringrazio per il cortese riscontro. Ad integrazione di quanto detto, ritengo opportuno chiarire che la siepe divide i giardini di pertinenza di uno stesso condominio.

Cordiali saluti.

Se la siepe divide un confine della proprietà condominiale, è compito dell'amministratore intervenire. Infatti l'art. 1130 4 comma obbliga lo stesso ad eseguire gli atti conservativi a tutela dei diritti inerenti le parti comuni dell'edificio.

Gentile Giovanni, innanzi tutto La ringrazio per il cortese riscontro. Ad integrazione di quanto detto, ritengo opportuno chiarire che la siepe divide i giardini di pertinenza di uno stesso condominio.

Cordiali saluti.

Sono giardini condominiali o privati?.

Di pertinenza dello stesso condominio significherebbe che sarebbero comuni e quindi che confine sarebbe se sono entrambe del condominio?. Non dividerebbe distinte proprietà.

Invece se fossero di pertinenza di "condomini" significherebbe che sono privati e distinti.

Come sono?

 

Ciao

×