Vai al contenuto
chiara78

Ordine del giorno - la nomina del nuovo amministratore?

E'obbligatorio inserire all'ordine del giorno di un'assemblea,convocata dopo ben 3 anni,la nomina del nuovo amministratore?In particolare qual'e'la dicitura esatta conferma e nomina nuovo amministratore?

Direi che si può chiedere, e si poteva farlo anche tempo addietro, all'amministratore meglio con lettera raccomandata un'assemblea straordinaria a norma dell'art 66 Dacc con all'OdG "Nomina nuovo amministratore"

Se invece la convocazione è già arrivata e non c'è all'OdG l'argomento "revoca/riconferma/nomina" amministratore", si potrebbe forzare e nominare un successore ma questa potrebbe essere impugnata dai contrari, astenuti ed assenti nei termini previsti dall'art. 1137 cc, perchè non all'OdG, comunque non esiste per legge una dicitura prescritta per questo argomento.

Scusami ma un assemblea convocata dopo 3 anni e'ordinaria o straordinaria?E,in ogni caso,la nomina/conferma nuovo amministratore va in ordinaria o straordinaria?

Scusami ma un assemblea convocata dopo 3 anni e'ordinaria o straordinaria?E,in ogni caso,la nomina/conferma nuovo amministratore va in ordinaria o straordinaria?
Un'assemblea all'anno è ordinaria e deve essere svolta, se i condomini non importa e tralasciano di sollecitare l'amministratore al suo dovere, anche questa è ordinaria.

L'amministratore si può confermare/nominare in qualsiasi assemblea regolarmente convocata, sia ordinaria che straordinaria.

E'vero che in caso di riconferma la maggioranza e'di 1/3 rispetto alla generica nomina di nuovo amministratore(anche se poi verra nominato lo stesso)che richiede altra maggioranza?

E'vero che in caso di riconferma la maggioranza e'di 1/3 rispetto alla generica nomina di nuovo amministratore(anche se poi verra nominato lo stesso)che richiede altra maggioranza?
Per la riconferma in 2° convocazione è sufficiente la maggioranza semplice di 1/3 dei mlm e quella delle teste presenti in assemblea, mentre per il cambio d'amministratore anche se in 2° convocazione è necessaria la maggioranza di almeno la metà del valore dello stabile (500 mlm) e quella delle teste presenti in assemblea.
Per la riconferma in 2° convocazione è sufficiente la maggioranza semplice di 1/3 dei mlm e quella delle teste presenti in assemblea, mentre per il cambio d'amministratore anche se in 2° convocazione è necessaria la maggioranza di almeno la metà del valore dello stabile (500 mlm) e quella delle teste presenti in assemblea.

Non è proprio così: 500 m.mi sia per nuova nomina che per conferma

Non è proprio così: 500 m.mi sia per nuova nomina che per conferma
L'amministratore di condominio può essere riconfermato con la maggioranza semplice

Fonte /confermare-lamministratore-di-condominio-quale-maggioranza-occorre.11624#ixzz436GiwvJ6https://www.condominioweb.com/confermare-lamministratore-di-condominio-quale-maggioranza-occorre.11624#ixzz436GiwvJ6

https://www.condominioweb.com

L'amministratore di condominio può essere riconfermato con la maggioranza semplice

Fonte /confermare-lamministratore-di-condominio-quale-maggioranza-occorre.11624#ixzz436GiwvJ6https://www.condominioweb.com/confermare-lamministratore-di-condominio-quale-maggioranza-occorre.11624#ixzz436GiwvJ6

https://www.condominioweb.com

Credo che tu abbia ragione. Per la verità, avevo letto l'articolo, ma mi ero detto: "Una rondine (sentenza) non fa primavera"! Sai quante discussioni sono state fatte precedentemente, là dove la conferma era stata sempre equiparata alla nomina per le maggioranze necessarie. Speriamo che non venga una sentenza che inverta la rotta. Certe volte per riuscire a radunare condomini per 500 millesimi diventa veramente un'impresa! Ti dicono che hanno fiducia, ma ti lasciano in difficoltà nella gestione ordinaria.

Credo che tu abbia ragione. Per la verità, avevo letto l'articolo, ma mi ero detto: "Una rondine (sentenza) non fa primavera"! Sai quante discussioni sono state fatte precedentemente, là dove la conferma era stata sempre equiparata alla nomina per le maggioranze necessarie. Speriamo che non venga una sentenza che inverta la rotta. Certe volte per riuscire a radunare condomini per 500 millesimi diventa veramente un'impresa! Ti dicono che hanno fiducia, ma ti lasciano in difficoltà nella gestione ordinaria.
Comunque anche se fossero necessari 500 mlm e la maggioranza delle teste per la riconferma, e non si arriva a questo quorum, l'amministratore rimane in carica quantomeno in proroga e con tutti i poteri previsti dalla legge e quelli del RdC.

Sono a conoscenza di condominii in cui l'amministratore era in proroga per molti anni perchè l'assemblea non riusciva mai a nominare un successore.

Quello che dice Tullio Ts è tutto vero, però credo che se la convocazione è già arrivata dopo 3 anni all'ODG ci deve essere solo la dicitura NOMINA AMMINISTRATORE e non conferma.

Forse, sbagliandomi, questa volta, vedo la situazione un po' più complicata di quanto ci dice Tullio Ts. Potrebbe andar bene anche la conferma dell'Amministratore per mancanza di quorum. Questi opererebbe in prorogatio al massimo per un altro anno, ma dopo si deve procedere con una nomina (500 millesimi). Tale proroga, nei fatti, potrebbe durare anche per molti anni dopo, se soltanto nessuno dei condomini pone la questione per via giudiziaria. E se deve decidere questi, sono cavoli amari! Per un Condominio che conosco di circa 70 unità, il Giudice ha nominato come Amministratore un avvocato matrimonialista, che a sua volta ha dovuto nominare una contabile. Il costo complessivo: 26.000,00 € annui!!!!

..... E se deve decidere questi, sono cavoli amari! Per un Condominio che conosco di circa 70 unità, il Giudice ha nominato come Amministratore un avvocato matrimonialista, che a sua volta ha dovuto nominare una contabile. Il costo complessivo: 26.000,00 € annui!!!!
Confermi quanto avevo letto quì sui Forum qualche anno fa, ovvero con la nomina dell'amministratore da parte del Giudice potrebbe essere deciso il compenso, e potrebbe essere di molte volte superiore (anche 10 o più) a quello di un amministratore trovato sulle pagine gialle
×