Vai al contenuto
Mirkopat

Ordinanza di rilascio e licenza per finita locazione

Buongiorno,

a seguito di ordinanza di rilascio e sfratto non convalidato, si deve comunque a formulare una licenza per finita locazione (cosicchè il contratto con l'inquilino non si rinnovi) ?

Grazie

L'intimazione di licenza per finita locazione deve essere notificata all'inquilino PRIMA della scadenza del contratto quando non si intende procedere con il rinnovo del contratto stesso, in modo da velocizzare poi la procedura di sfratto per finita locazione in caso non dovesse lasciare liberi i locali alla data di fine contratto.

Se avete già avviato la procedura di sfratto sarà il giudice a stabilire la data di chiusura del contratto, se si tratta di una morosità, se invece trattasi di sfratto per finita locazione ormai l'atto di licenza di finita locazione non ha più senso.

Mirkopat dice:

Buongiorno,

a seguito di ordinanza di rilascio e sfratto non convalidato, si deve comunque a formulare una licenza per finita locazione (cosicchè il contratto con l'inquilino non si rinnovi) ?

Grazie

Il non rinnovo del contratto a scadenza lo dovevi comunicare al conduttore con raccomandata AR almeno 6 mesi prima della scadenza.

Ordinanza di rilascio? Emessa da chi?

 

 

Buongiorno,

pensavo di essere stato abbastanza preciso

"a seguito di ordinanza di rilascio e sfratto non convalidato (quindi da un giudice che si è espresso) si deve comunque a formulare una licenza per finita locazione (cosicchè il contratto con l'inquilino non si rinnovi) ?"

Trattasi di sfratto per morosità

Mirkopat dice:

Buongiorno,

pensavo di essere stato abbastanza preciso

"a seguito di ordinanza di rilascio e sfratto non convalidato (quindi da un giudice che si è espresso) si deve comunque a formulare una licenza per finita locazione (cosicchè il contratto con l'inquilino non si rinnovi) ?"

Trattasi di sfratto per morosità

Scusa il mio fraintendimento, ma nel post#1 avevi citato solo la "finita locazione" evento che mi risulta a fine o disdetta contratto e non di sfratto per morosità.

Penso il tuo avvocato, che avrai coinvolto per lo sfratto, sia una fonte attendibile al proposito.

Mirkopat dice:

Buongiorno,

pensavo di essere stato abbastanza preciso

"a seguito di ordinanza di rilascio e sfratto non convalidato (quindi da un giudice che si è espresso) si deve comunque a formulare una licenza per finita locazione (cosicchè il contratto con l'inquilino non si rinnovi) ?"

Trattasi di sfratto per morosità

se lo sfratto per morosità non è stato convalidato, il conduttore non lo si manda via per morosità.

Sicuramente, se sei nei termini, puoi' disdettare il rinnovo

La licenza per finita locazione è un nuovo atto giudiziario che presuppone a monte che tu abbia inviato la disdetta nei termini contrattuali

SisterOfNight dice:

se lo sfratto per morosità non è stato convalidato, il conduttore non lo si manda via per morosità.

Sicuramente, se sei nei termini, puoi' disdettare il rinnovo

La licenza per finita locazione è un nuovo atto giudiziario che presuppone a monte che tu abbia inviato la disdetta nei termini contrattuali

Se c'è un ordinanza di rilascio (come ho scritto)

 

Mirkopat dice:

"a seguito di ordinanza di rilascio e sfratto non convalidato"

perchè non lo si può mandare via? avendo un titolo art. 665 Codice di procedura civile.

 

Intendevo se fosse necessaria l'ulteriore licenza per finita locazione

Mirkopat dice:

Se c'è un ordinanza di rilascio (come ho scritto)

ha anche scritto e sfratto non convalidato...

 

Non si capiva  da come ha scritto cosa fosse accaduto, poichè  normalmente a convalida dello sfratto segue l'ordinanza di rilascio e a non convalida non segue l'ordinanza di rilascio.  Poi ecco che ci cita un articolo ben preciso che si applica però molto raramente e allora la cosa ha un senso, ma forse dire tutto subito aiuterebbe chi le deve rispondere a non proporre soluzioni ipotetiche e sparare nel buio. 

 

 

Avendo un rilascio fondato su uno sfratto già in corso che immagino muterà in causa, non vedo perchè fare un altro sfratto per fine locazione, a meno di abbandonare il primo (perchè ad esempio lo si ritiene difficoltoso da portare avanti o di dubbio esito) e concentrarsi solo sul secondo.

 

SisterOfNight dice:

ha anche scritto e sfratto non convalidato...

 

Non si capiva  da come ha scritto cosa fosse accaduto, poichè  normalmente a convalida dello sfratto segue l'ordinanza di rilascio e a non convalida non segue l'ordinanza di rilascio.  Poi ecco che ci cita un articolo ben preciso che si applica però molto raramente e allora la cosa ha un senso, ma forse dire tutto subito aiuterebbe chi le deve rispondere a non proporre soluzioni ipotetiche e sparare nel buio. 

 

 

Avendo un rilascio fondato su uno sfratto già in corso che immagino muterà in causa, non vedo perchè fare un altro sfratto per fine locazione, a meno di abbandonare il primo (perchè ad esempio lo si ritiene difficoltoso da portare avanti o di dubbio esito) e concentrarsi solo sul secondo.

 

Il quesito che volevo porre è: alla luce di quanto sopra, è necessario ANCHE una licenza per finita locazione?

No, se hai già un'ordinanza è esecutiva quella.

Ma senti il tuo avvocato, non è piu' semplice visti che lui sta facendo l'azione?  

Buongiorno,

ho avuto da parte del giudice un ordinanza di rilascio per fine giugno (il 28 precisamente)

 

Al 101% l'inquilino non vorrà andarsene (tramite i vicini sappiamo che non hanno effettuato trasloco) quindi l'ufficiale giudiziario rimandera l'esecuzione a nuova data (sicuramente altri mesi)...

 

Volevo domandarvi, secondo la vostra esperienza, quali fossero i motivi per poter rimandare l'esecuzione su cui l'inquilino può giocare ( es. problemi di salute, anzianità, bambini minori, familiari in regime di arresti domiciliari ecc)

 

Grazie mille

Quando si ha una data di rilascio occorre inviare al soggetto un precetto per rilascio e dare dieci giorni dalla data in cui il giudice ha disposto il rilascio  e quindi già vai al 10 luglio circa.

 

Dopo di che, ricevute indietro le cartoline verdi ecc, il tuo avvocato chiederà all'ufficiale giudiziario l'esecuzione.

L'ufficiale giudiziario farà un primo accesso, che normalmente è negativo...o i tipi non sono a casa o piangono da strappare le lacrime..fatto sta che l'ufficiale giudiziario dirà al tuo avvocato di ripresentare richiesta di esecuzione...  il conduttore in genere fa leva sul non aver ancora una casa in cui andare  ...insomma comunque al primo accesso difficilmente si manda via qualcuno.

Arresti domiciliari perchè il tuo inquilino è agli arresti? se sì la cosa comunque va dimostrata ed è comunque problema suo...

 

Si deve già essere contenti se si riesce al secondo. A questo siamo arrivati..

SisterOfNight dice:

Quando si ha una data di rilascio occorre inviare al soggetto un precetto per rilascio e dare dieci giorni dalla data in cui il giudice ha disposto il rilascio  e quindi già vai al 10 luglio circa.

 

Dopo di che, ricevute indietro le cartoline verdi ecc, il tuo avvocato chiederà all'ufficiale giudiziario l'esecuzione.

L'ufficiale giudiziario farà un primo accesso, che normalmente è negativo...o i tipi non sono a casa o piangono da strappare le lacrime..fatto sta che l'ufficiale giudiziario dirà al tuo avvocato di ripresentare richiesta di esecuzione...  il conduttore in genere fa leva sul non aver ancora una casa in cui andare  ...insomma comunque al primo accesso difficilmente si manda via qualcuno.

Arresti domiciliari perchè il tuo inquilino è agli arresti? se sì la cosa comunque va dimostrata ed è comunque problema suo...

 

Si deve già essere contenti se si riesce al secondo. A questo siamo arrivati..

Grazie della risposta.

Non sappiamo se sono agli arresti domiciliari o meno,

cosa mi consiglia? informarmi da adesso per guadagnare tempo?

Ci pensa l'ufficiale giudiziario?

 

Grazie ancora

Mirkopat dice:

 

cosa mi consiglia? informarmi da adesso per guadagnare tempo?

Ci pensa l'ufficiale giudiziario?

 

Grazie ancora

Al momento non è il caso di fare nulla.

Se questi dichiareranno che qualcuno è agli arresti domiciliari  sarà lui a doverlo provare all'ufficiale giudiziario. Ma ecco io non andrei per prima cosa a pensare a questa ipotesi

×