Vai al contenuto
asina.mistica

Ordinanza comunale per esecuzione lavori urgenti

Buongiorno,

quesito:

il Comune emette una ordinanza per lavori urgenti come ad esempio il ripristino di una facciata, o la rimozione di amianto per uno stabile condominiale, quindi importi alti.

L'amministratore convoca regolarmente assemblea con l'argomento all'ordine del giorno.

Quale maggioranza sarà da ritenersi valida? Può una ordinanza di una autorità superiore prevalere su una maggioranza che non voglia iniziare i lavori o meglio... che non voglia pagare?

Il tecnico comunale dice: non me ne frega niente delle maggioranze.

Se l'amministratore ha il termine di trenta giorni dall'ordinanza e non riesce ad avere i fondi come prescritto dal codice, può dare mandato o rischia ?

Se il condominio non dovesse ottemperare alla richiesta dell'ordinanza, il Comune cosa farebbe? potrebbe arrivare a sostituirsi ai condomini addebitandone le spese?

grazie a chi vorrà partecipare alla discussione

Se non si ottempera ad una ordinanza sindacale, solo guai ne derivano per il condominio. In mancanza di interventi, può intervenire direttamente il comune facendovi pagare tutto e anche di più...

Inoltre, a mio avviso, potreste incappare in quanto previsto dall'art. 650 c.p.

Quindi,, è meglio che l'amministratore si dia da fare convincendo il condominio ad intervenire.

Buongiorno,

quesito:

il Comune emette una ordinanza per lavori urgenti come ad esempio il ripristino di una facciata, o la rimozione di amianto per uno stabile condominiale, quindi importi alti.

L'amministratore convoca regolarmente assemblea con l'argomento all'ordine del giorno.

Quale maggioranza sarà da ritenersi valida? Può una ordinanza di una autorità superiore prevalere su una maggioranza che non voglia iniziare i lavori o meglio... che non voglia pagare?

Il tecnico comunale dice: non me ne frega niente delle maggioranze.

Se l'amministratore ha il termine di trenta giorni dall'ordinanza e non riesce ad avere i fondi come prescritto dal codice, può dare mandato o rischia ?

Se il condominio non dovesse ottemperare alla richiesta dell'ordinanza, il Comune cosa farebbe? potrebbe arrivare a sostituirsi ai condomini addebitandone le spese?

grazie a chi vorrà partecipare alla discussione

Anche noi abbiamo ricevuto un'ordinanza di questo tipo relativa alla sicurezza della canna fumaria e abbiamo dovuto intervenire, perché il Comune ha esplicitamente citato la responsabilità penale di amministratore e proprietari in caso di mancata ottemperanza.

 

Per il resto, come diceva giustamente Inga, bisogna vedere l'ordinanza a quale titolo viene emessa, perché l'art. 650 c.p. fa riferimento esplicito: "per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica, o d'ordine pubblico o d'igiene".

 

Se per esempio l'ordinanza fosse per ragioni storico-estetiche, già non si rientrerebbe nella fattispecie, a meno che non si rientri nel penale, in qualche modo.

l'articolo che tu citi parla di arresto, o multa .... direi di importo irrisorio se consideri che deve essere divisa tra i condomini. Immagino che l'arresto, per quanto poetico, sia impossibile per l'amministratore se si è adoperato affinché i lavori vengano eseguiti.

Immagino sia impossibile che vengano arrestati una quarantina di proprietari....

Resta che il Comune può intervenire e far pagare. Questo "far pagare", sai come avviene? Ho provato a sentire di privati che si sono trovati queste spese, non condomini.

Difficilmente avviene (visto che si procedera' piu con l'ammenda che con l'arresto )pero' potrebbe anche capitare che un giudice decida di condannare tutti e 40 all'arresto . 🙂

Nota: anche se non viene arrestato nessuno una condanna penale nella fedina non fà piacere, specie se il proprio lavoro dipende dalle impressioni nei probabili clienti......

Occorre poi stabilire di che Ordinanza si tratta perché spesso si scrive/legge "urgente" ma in realtà poi non lo sono. Le Ordinanze contingibili e urgenti per eliminare un pericolo non devono prevedere un termine ma obbligano all'intervento immediato, ovvero nel più breve tempo possibile. Le altre ordinanze si chiamano "d'obbligo di ripristino" e possono prevedere un termine scaduto il quale provvede il Comune d'Ufficio con rivalsa delle spese.

 

Ciao

×