Vai al contenuto
Molinetto

Oneri richiesti per gestione Proprietario - inquilino

Buongiorno a Tutti,

 

Chiedo il vs/ parere di esperti e sono sicuro che qualcuno di voi potra' risolvere il mio problema.

 

Per farla breve si tratta di questo:

 

Sono da ieri stato nominato amministratore di un condominio, pertanto leggendo il consuntivo del mio Collega predecessore mi sono accorto che le spese "Personali" che si chiedono per tenere separata la spesa dovuta fra proprietario e inquilino e' stata addebitata all'inquilino, ma da parte mia e leggendo anche diversi testi e' sempre stato detto che questo specifico ONERE deve essere caricato al proprietario salvo specifiche deroghe al momento della stipula del contratto.

 

Domanda: Volendo compiere onestamente il mio dovere devo comunicare quanto riscontrato ai vari proprietari, ma anche cercando su internet non trovato nessuna giusta informazione o riferimento di legge a questo proposito, chiedo quindi aiuto a Voi del Forum se sapete indicarmi una citazione o articolo di legge specifico su questo argomento.

 

Un grazie anticipato a tutti voi

 

Molinetto

Non credo ci sia un articolo del Codice specifico che attribuisca o no all'amministratore il calcolo per la ripartizione degli oneri tra Proprietario ed Inquilino, ma è sufficiente leggere il Codice Civile dove parla dell'amministratore di condominio, ovvero non nomina mai l'amministratore degli inquilini, per cui mi sembra logico che l'amministratore si rivolga al condomino per la riscossione delle quote condominiali.

Però ci potrebbe essere un accordo tra locatore/condomino, amministratore ed inquilino, normalmente a pagamento a pro dell'amministratore, in qui si stabilisce che l'amministratore divida le spese e le riscuota dall'inquilino, per la sua parte, e dal condomino per il resto.

Grazie Tullio per la tua cortese risposta, comunque concordi con me che questo onere in caso sia il proprietario a pagarle e non l'inquilino? se non erro ci sono delle convenzioni precise far Associazioni Proprietarie E SUNIA che vengono sempre messi come riferimento nei contratti di locazione.

 

Grazie

Molinetto

Gli accordi tra le associazioni dei proprietari con i sindacati degli inquilini non fanno legge, fa accordo quanto scritto sul contratto di locazione tra il proprietario e l'inquilino e spesso si inseriscono le tabelle di partizione di questi sindacati Sunia, Sicet, Uniat, Confedilizia nei contratti di locazione, ed in tutti i casi se l'inquilino non paga e diviene moroso è il proprietario in prima battuta a dover ripianare il debito con il condominio per poi rivalersi sul suo inquilino;

In tema di spese condominiali non pagate, il debitore è sempre il condomino locatore il quale può comunque rivalersi sul conduttore. L'amministratore del Condominio, infatti, è legittimato solo nei confronti del proprietario, che è il soggetto tenuto a corrispondere i contributi concernenti i beni e i servizi comuni; il proprietario può pretendere il versamento dall'inquilino che non vi abbia provveduto direttamente, secondo gli accordi convenuti con il contratto di locazione. (Cassazione civile, Sezione II, 9 dicembre 2009, N. 25781)

×