Vai al contenuto
Erre Ci

Odg: conferma amministratore.

Nell'o.d.g. è scritto "conferma amministratore". L'amministratore quando ha capito che non sarebbe stato confermato, ha fatto verbalizzare esclusivamente la sua revoca, votata all'unanimità. Ha impedito la discussione sulla nomina del nuovo amministratore e di aprire i preventivi giunti in assemblea, affermando che c'era bisogno di un odg specifico e ha rinviato tutto ad una futura assemblea che, a distanza di 6 mesi, non ha più convocato.

La mi domanda è: con un tale odg è possibile valutare preventivi e nominare un nuovo amministratore?

Erre Ci

L'amministratore ha badato a tutelare la sua posizione ed il suo compenso, ma con tale OdG era impossibile nominare un altro amministratore. Solo conferma o non conferma di quello uscente.

 

Visto che dopo sei mesi, nulla accade, non vi resta che chiedere la convocazione di un'assemblea straordinaria, ex art. 66 d.a.c.c., con all'OdG nomina nuovo amministratore.

Decorsi infruttuosamente 10 giorni dalla richiesta, si autoconvoca l'assemblea e si provvede alla nomina del nuovo amministratore; per la nomina è necessaria la doppia maggioranza cioé maggioranza dei partecipanti e almeno 500 millesimi.

L'amministratore ha badato a tutelare la sua posizione ed il suo compenso, ma con tale OdG era impossibile nominare un altro amministratore. Solo conferma o non conferma di quello uscente.

 

Visto che dopo sei mesi, nulla accade, non vi resta che chiedere la convocazione di un'assemblea straordinaria, ex art. 66 d.a.c.c., con all'OdG nomina nuovo amministratore.

Decorsi infruttuosamente 10 giorni dalla richiesta, si autoconvoca l'assemblea e si provvede alla nomina del nuovo amministratore; per la nomina è necessaria la doppia maggioranza cioé maggioranza dei partecipanti e almeno 500 millesimi.

Grazie per la tua risposta. Credo che sia "irregolare" un tale o.d.g. e l'amministratore scorrettamente furbo, perché impedisce la sua sostituzione qualora non riceva la conferma. Una volta si scriveva "nomina amministratore", ora con la riforma non si capisce più nulla!

Diciamo che tale OdG è scorretto: all'interessato, pur se revocato, viene comunque garantita almeno la proroga, visto che non c'è la possibilità di nominare il suo sostituto.

La dizione in OdG dovrebbe esser la più ampia possibile, tipo "revoca/conferma/nomina amministratore" ma questa forma va solo a favore dell'assemblea che sarebbe libera di decidere liberamente per qualunque soluzione.

Diciamo che tale OdG è scorretto: all'interessato, pur se revocato, viene comunque garantita almeno la proroga, visto che non c'è la possibilità di nominare il suo sostituto.

La dizione in OdG dovrebbe esser la più ampia possibile, tipo "revoca/conferma/nomina amministratore" ma questa forma va solo a favore dell'assemblea che sarebbe libera di decidere liberamente per qualunque soluzione.

Questo è un caso su cui mi hanno chiesto un parere, ma non avevo riferimenti "normativi" se non il mio sentire.

Sono solo un piccolo amministratore e nei miei pochi condomini avevo l'abitudine di scrivere all'o.d.g. "Dimissioni amm/re e nomina nuovo amm/re", poi, alcuni condomini che apprezzavano il mio lavoro, mi hanno chiesto di modificare questo punto altrimenti, ogni anno, si trovavano a fare discussioni con una piccola minoranza che insisteva nell'affermare che non si poteva rinominare l'amministratore dimissionario, così ho modificato in "Nomina amministratore" ma ho sempre dato la possibilità ai condomini di sostituirmi se lo ritenessero opportuno.

Scrivere "conferma amm/re" mi sa tanto di eccessiva furbizia, un voler restare a forza anche dove non ti vogliono più.

Grazie ancora per i tuoi chiarimenti.

Erre Ci

×