Vai al contenuto
bicilinder

ODG Assemblea ordinaria e relative contestazioni

vi informo che si e' tenuta l'assemblea ordinaria del ns condominio, all'odg non c'era la nomina/conferma/revoca dell'amministratore,

ed in quella seduta, dopo aver discusso sul consuntivo, il presidente ha fatto una mozione per discutere la revoca/nomina del nuovo amministratore.

L'amministratore in carica,si è rifiutato di discuterla ed ha abbandonato l'assemblea, dicendo che questa mozione non puo' essere discussa perche' l'argomento non e' all' ODG. Ha ribadito chiedeteci l'art. 66. In compenso siamo andati avanti a deliberare la revoca e la nuova nomina dell' amministratore ,forti dei 740/1000 mil., inoltre, l'assemblea non ha approvato il consuntivo.

Al momento la situazione è questa: l'amministratore in carica non consegna il registro anagrafe condominiale e la relativa documenta-

zione al nuovo amministratore; a questo punto, avendo una situazione bloccata, come se ne puo' uscire?

grazie per il vs contributo

mmmmh il nuovo amministratore invita con racc. A.R. a consegnare i documenti etc.... poi, qualora la racc. non desse risultati, mandato all' avvocato per ricorso in Trib. ex art. 700 cpc...

 

Giova

sulla documentazione va bene, ma a quale Amministratore dobbiamo fare riferimento noi condomini attualmente, a quello in carica o al nuovo appena nominato?

Ma l'Amministratore in carica puo' fare ricorso contro l'odg che non prevedeva nomina/revoca/conferma?

grazie per la risposta.

La responsabilità di inserire l'argomento "nomina/riconferma/revoca" all'OdG è dell'amministratore che ha convocato l'assemblea, e se era quella annuale doveva rimettersi in gioco perchè come si sa l'amministratore rimane in carica per un anno solo.

Bene avete fatto a deliberare anche se l'argomento non era all'OdG, al massimo la delibera sarà annullabile, ma non dall'amministratore se esterno non condomino.

In pratica il vostro amministratore ora è il neo nominato.

La responsabilità di inserire l'argomento "nomina/riconferma/revoca" all'OdG è dell'amministratore che ha convocato l'assemblea, e se era quella annuale doveva rimettersi in gioco perchè come si sa l'amministratore rimane in carica per un anno solo.

Bene avete fatto a deliberare anche se l'argomento non era all'OdG, al massimo la delibera sarà annullabile, ma non dall'amministratore se esterno non condomino.

In pratica il vostro amministratore ora è il neo nominato.

Esatto e direi che il nuovo amministratore dovrebbe sapere come agire.

bene, grazie, quello che dite ci conforta, anche se abbiamo saputo che l'amministratore in carica, sembra che abbia trovato un condomino per fargli fare opposizione.(l'Amministratore non è condomino)

quindi, in pratica le questioni procedurali se le vedranno il neo eletto Amministratore e quello

in carica fino a prima dell'assemblea. grazie ancora, seguiranno aggiornamenti.

Se l'amministratore revocato ha trovato un condomino che contesta la nomina, sarà meglio per voi correre ai ripari richiedendo a norma dell'art 66 Dacc un'assemblea straordinaria con all'OdG "nomina amministratore".

 

Comunque mio parere personale, l'anno di mandato era scaduto, quindi l'amministratore doveva inserire all'OdG "revoca/riconferma/nomina", non l'ha fatto per poi dire "signori condomini l'argomento non è all'OdG e non si può votare", bella trovata per rimanere in carica finchè uno vuole, è sufficiente "dimenticarsi" ogni anno di inserire questo argomento all'OdG, complimenti all'amministratore.

Se questo ha convinto un condomino ad impugnare oltre a quanto avevo suggerito in precedenza, in udienza fate presente al Giudice l'escamotage ideata dall'amministratore, chissà mai ...

Comunque alcuni sostengono che la richiesta di nomina era da chiedere all'amministratore prima dell'assemblea, ossia prima dell'invio delle raccomandate.

×