Vai al contenuto
leverage

Occupazione locale lavatoio ed ex locale caldaia

Salve.

nel condominio da me amministrato alcuni locali lavatoi sono diventanti, nel tempo, magazzini dove i condòmini hanno accumulato di tutto. Alcuni condòmini mi chiedono di intervenire per ripristinare situazione normale. Io ho organizzato per i prox gg una riunione in ogni palazzina interessata; immagino saranno presenti solo coloro che sono interessati al ripristino della situazione normale mentre non verranno coloro che non intendono togliere i loro oggetti dal locale. La mia domanda è: posso io procedere, trascorso un certo tempo, alla rimozione di ciò che non è stato tolto dai legittimi proprietari? Oppure, come penso, non ho l'autorità ad andare a toccare qualcosa che non è di mia proprietà rischiando, in tal senso, anche una possibile denuncia? Un amm.re che conosco, che aveva proceduto a rimuovere oggetti da una cantina, è stato oggetto di denuncia...

 

Saluti e grazie

Ciao

 

invierei una informativa a tutti i condomini precisando che gli spazi comuni dovranno essere liberati da ogni cosa interposta ( masserizie e quant'altro) entro un termine congrui di una 15na di giorni. Informandoli che in caso di non ottemperanza, provvederai a disporre la loro rimozione e l'eventuale smaltimento o stoccaggio ( se merce che non può essere considerata immondizia), naturalmente con successivo addebito di tale spesa agli interessati.

Grazie per la velocissima risposta. Ma io posso rimuovere oggetti nn miei sulla base di un semplice avviso non rispettato? Non potrei essere denunciato dai proprietari? Grazie

ciao

tu sei l'amministratore, e quindi devi garantire il corretto uso delle parti comuni.

Dato un termine congruo, informandoli che procederai alla rimozione con addebito della spesa, provvedi alla rimozione e allo stoccaggio in area apposita, con addebito della spesa di custodia.. Certo che possono contestare, ma avranno torto.

×