Vai al contenuto
francesco1122

Occupazione della camera ancora in affitto da parte del padrone di casa

Salve a tutti,

 

sono uno studente fuori sede e come molti ho preso una stanza in affitto nella città in cui studio.

Ho un contratto che ha scadenza al 31 agosto 2016. La camera che avevo in affitto l'ho liberata a metà luglio, lasciando le chiavi dentro e chiudendo la porta(non a chiave).

Per motivi familiari non ho corrisposto la mensilità di agosto, che scadeva il 5 agosto. Il 17 agosto mi arriva un messaggio dal proprietario che diceva che secondo lui la camera era da considerarsi libera, poichè non avevo ancora pagato la mensilità, non solo ha continuato dicendo che l'avrebbe occupata lui per "sistemarla e pulirla" fino ai primi di settembre.

Io ho risposto che mi sarei rifiutato di pagare l'affitto di agosto e che non avrei corrisposto più direttamente i soldi delle bollette, ma di prenderli da quella che era la caparra iniziale, pari a 1 mensilità e mezza.

Ora minaccia denuncia nel qual caso io non paghi agosto.

Qualcuno sa darmi qualche consiglio sul da farsi?

Sicuramente non ti denuncia visto che non hai commesso reati . Eventualmente potrebbe citati in giudizio per ottenere il dovuto.

Sicuramente non ti denuncia visto che non hai commesso reati . Eventualmente potrebbe citati in giudizio per ottenere il dovuto.

Si questo è quello che può fare lui, ma io vorrei sapere se c'è un precedente, un altro caso simile che sia stato risolto. Quello che mi preme è capire se violando lui i termini del contratto, il contratto stesso smetta di valere, miei obblighi compresi.

ma io vorrei sapere se c'è un precedente, un altro caso simile che sia stato risolto. Quello che mi preme è capire se violando lui i termini del contratto, il contratto stesso smetta di valere, miei obblighi compresi.

Ci sono un'infinità di precedenti: i contratti si firmano per stabilire all'inizio quali saranno le regole da rispettare.

Invece, anche nel tuo caso e come sempre più spesso accade, accampando inutili e non pertinenti motivazioni si pretende dall'una e dall'altra parte di venire meno alle regole fissate inizialmente con la firma del contratto.

Hai sbagliato tu per primo diventando moroso, e continua a sbagliare anche il proprietario. Checchè lui dica, non si può permettere di entrare nella tua camera fino al 31 agosto p.v. e fino a che tu volontariamente non gli restituisci le chiavi.

Lui può citarti in giudizio per morosità se non sani la situazione, tu puoi denunciarlo per violazione di domicilio se ti entra in camera senza il tuo consenso.

 

A prescindere da queste vicende e comportamenti, il contratto di locazione rimane pienamente valido fino alla sua scadenza , salvo:

- recesso consensuale di entrambe le Parti in deroga ai patti contrattuali;

- recesso anticipato di una sola Parte secondo le modalità previste nel contratto stesso.

Si questo è quello che può fare lui, ma io vorrei sapere se c'è un precedente, un altro caso simile che sia stato risolto. Quello che mi preme è capire se violando lui i termini del contratto, il contratto stesso smetta di valere, miei obblighi compresi.

ma non ho capito. Tu te ne vai, lasci le chiavi, non paghi la mensilità ... chi è che ha violato il contratto?

 

ti va bene che nessuno con buon senso farà mai una causa per una mensilità...sarebbe antieconomico

io non me ne sono andato affatto, poichè non mi era per nulla comodo tornare il 31 agosto solo per restituire le chiavi, le ho semplicemente lasciate in camera. Non è vero che non ho pagato, ho solo tardato di 10 giorni, e senza il minimo avviso mi sono ritrovato il padrone di casa nella mia camera. Se questo ti sembra normale...

×