Vai al contenuto
andreadr85

Obbligo termovalvole

Buongiorno. Volevo porre un quesito.

Se un condominio non si è ancora adeguato agli obblighi di legge sull'installazione delle termovalvole cosa può fare il condomino? Se l'amministratore giustifica questa situazione in assemblea sostenendo che non ci sono fondi a causa di morosità?

E' possibile diffidarlo? e poi?

 

Grazie mille

Cosa significa che non ci sono fondi?

 

L'amministratore, PER LEGGE, deve convocare un'assemblea per deliberare l'installazione dei contabilizzatori.

 

Dopodiché, si dovrà scegliere la ditta e l'amministratore dovrà ripartire le spese.

 

Se non si dovesse raggiungere la maggioranza per l'installazione dei contabilizzatori o la maggioranza votasse contro, il condominio (e non l'amministratore) sarà responsabile di eventuali sanzioni.

 

 

 

Modificato da Mosquiton

si la penso come Lei. Ma da un punto di vista pratico cosa si potrebbe fare?

andreadr85 dice:

si la penso come Lei. Ma da un punto di vista pratico cosa si potrebbe fare?

Si deve chiedere all'amministratore di mettere la questione all'OdG della prossima riunione condominiale.

 

Essendo un obbligo di legge, l'amministratore non può rifiutarsi.

naturalmente richiesta con raccomandata così da poter dimostrare la richiesta.

andreadr85 dice:

Buongiorno. Volevo porre un quesito.

Se un condominio non si è ancora adeguato agli obblighi di legge sull'installazione delle termovalvole cosa può fare il condomino? Se l'amministratore giustifica questa situazione in assemblea sostenendo che non ci sono fondi a causa di morosità?

E' possibile diffidarlo? e poi?

 

Grazie mille

è stata fatta un'assemblea  per l'installazione delle termovalvole, forse sbaglio, ma mi sembra di capire che l'assemblea è stata fatta e l'installazione è stata deliberata, ma i condomini non pagano le proprie quote.

Se così fosse e non ci sono i soldi né per installare le termovalvole, né per agire nei confronti dei morosi, l'amministratore può fare poco.

andreadr85 dice:

Buongiorno. Volevo porre un quesito.

Se un condominio non si è ancora adeguato agli obblighi di legge sull'installazione delle termovalvole cosa può fare il condomino? Se l'amministratore giustifica questa situazione in assemblea sostenendo che non ci sono fondi a causa di morosità?

E' possibile diffidarlo? e poi?

 

Grazie mille

Diffidare l'amministratore per quale motivo? Perché ci sono condomini che non pagano? L'amministratore può convocare l'assemblea e chiedere ai condomini di creare un fondo cassa morosi dove poter attingere le quote mancanti per effettuare i lavori ( con ritardo e sanzioni in agguato per il condominio non in regola). In seguito i condomini morosi quando avranno regolarizzato i pagamenti le quote del fondo potranno essere restituite a chi le ha versate.

Modificato da Nicola L.
JOSEFAT dice:

né per agire nei confronti dei morosi, l'amministratore può fare poco.

Cosa c'entra l'amministratore se i condomini non versano le quote?

Egli è pastore......se manca la lana si tosino le pecore che egli pascola!

Nanojoule dice:

Cosa c'entra l'amministratore se i condomini non versano le quote?

Egli è pastore......se manca la lana si tosino le pecore che egli pascola!

Le pecore sono state già tosate da altri pastori.😁

  • Haha 1
Nanojoule dice:

Cosa c'entra l'amministratore se i condomini non versano le quote?

chi anticipa i soldi per adeguare l'impianto con le termovalvole ed attivare le azioni legali nei confronti dei morosi?

Scusate ma mi manca un pezzo:

L’assemblea è sta fatta ed è stato deliberata l’installazione? E l’amministratore sostiene che non si può procedere per mancanza /insufficienza di fondi? Oppure è solo una previsione?

Comunque deve procedere all’installazione nelle unità di chi è virtuoso. Il costo del lavoro è calcolabile trattandosi di spesa individuale, tot a radiatore, quindi non è spesa su parti comuni per millesimi. 

Se il condominio sarà multato la sanzione l’amministratore la caricherà proporzionalmente su chi non ha pagato ed è rimasto senza le Termo valvole.

Ciò che gli è impedita è l’inazione. Deve informare dell’obbligo di applicare la legge e avviare l’installazione. L’assemblea ha il solo potere di decidere a chi affidare l’appalto.

Almeno così penso.

Gadamer dice:

Scusate ma mi manca un pezzo:

L’assemblea è sta fatta ed è stato deliberata l’installazione? E l’amministratore sostiene che non si può procedere per mancanza /insufficienza di fondi? Oppure è solo una previsione?

Comunque deve procedere all’installazione nelle unità di chi è virtuoso. Il costo del lavoro è calcolabile trattandosi di spesa individuale, tot a radiatore, quindi non è spesa su parti comuni per millesimi. 

Se il condominio sarà multato la sanzione l’amministratore la caricherà proporzionalmente su chi non ha pagato ed è rimasto senza le Termo valvole.

Ciò che gli è impedita è l’inazione. Deve informare dell’obbligo di applicare la legge e avviare l’installazione. L’assemblea ha il solo potere di decidere a chi affidare l’appalto.

Almeno così penso.

Ciao Gadamer, nel post #7 avevo suggerito di creare un fondo cassa morosi - le modalità per la creazione di questo fondo sono le solite azioni a cui partecipano i condomini morosi per aiutare i più disagiati (e non i furbetti): poi le quote anticipate saranno rimborsate a chi ha contribuito. Per le sanzioni -non ne sono sicuro,ma credo che venga sanzionato l'amministratore e il condominio - e questo non si è mai potuto saper con precisione. Inoltre tengo a precisare che l'intervento prevede lavori nella c.le termica - a carico di tutti i condomini - e lavori individuali,giustamente come hai detto nel tuo posto,a carico dei singoli. Quindi la soluzione non è così semplice anche perché la spesa per i lavori è abbastanza importante e gravosa.

Modificato da Nicola L.
Nicola L. dice:

Ciao Gadamer, nel post #7 avevo suggerito di creare un fondo cassa morosi - le modalità per la creazione di questo fondo sono le solite azioni a cui partecipano i condomini morosi per aiutare i più disagiati (e non i furbetti): poi le quote anticipate saranno rimborsate a chi ha contribuito. Per le sanzioni -non ne sono sicuro,ma credo che venga sanzionato l'amministratore e il condominio - e questo non si è mai potuto saper con precisione. Inoltre tengo a precisare che l'intervento prevede lavori nella c.le termica - a carico di tutti i condomini - e lavori individuali,giustamente come hai detto nel tuo posto,a carico dei singoli. Quindi la soluzione non è così semplice anche perché la spesa per i lavori è abbastanza importante e gravosa.

Sì certo ma è una proposta di buon senso, ma una proposta in quanto tale richiede un'approvazione, ovvio.

E non basta si discute ancora se un fondo "speciale" sia lecito o meno, se solo se  sussiste un'urgenza, quale maggioranza è necessaria. Se lo si può fare prima che l'amministratore abbia agito nei confronti degli insolventi. Molti dubbi dal punto di vista legale e la dottrina non è uniforme per quel che so. Quello di cui sono certo che è possibile all'unanimità ma vai  a trovarla.

Riguardo alle sanzioni è già stato detto e non posso che confermare: ricade sul condominio.

Se poi il condominio ravvisa una responsabilità omissiva dell'amministratore, può rivalersi giudizialmente, ma intanto paga.

×