Vai al contenuto
supertony

Obbligo partecipazione spese?

Buonasera a tutti, 

 

Sperando di aver utilizzato la sezione corretta, vi pongo un quesito, a grandi linee e senza entrare troppo nel dettaglio. 

 

Sono proprietario di una casa totalmente indipendente, situata all'interno di una corte, identificata come condominio. 

Qualora i proprietari di una palazzina di 4 appartamenti, sita sempre all'interno della corte, o peggio ancora, il resto della corte (sono l'unico in casa indipendente), decidessero di approvare dei lavori piuttosto importanti (cappotto termico, classe energetica ecc ecc, con il discorso 110%).. Dovrò tribularmi per svincolarmi da tutto questo? Cosa è consigliabile fare a livello di comunicazioni? 

 

Considerate che questa casa tra poco più di un anno sarà messa in vendita, abito molto lontano e attualmente è abitata da un'inquilina. 

 

Grazie mille

Se l'unico bene condominiale è la corte, allora il condominio ha potestà di decidere solo per questa e se venissero deliberati dei lavori dovrai partecipare.

Per tutto il resto decidi solo tu (p.e. il cappotto), avendo la casa indipendente, quindi non essendo p.e. le tue facciate condominiali.

Poi il 110% è una bella occasione, tanto più se pensi di vendere la casa, quindi magari valuta l'opportunità di partecipare ai lavori se gli altri te ne danno la possibilità (o spingono in tal senso).

A me sembra di aver recepito una descrizione molto diversa: c'è un Condominio costituito da; una corte + una palazzina che conta 4.u.i. + una u.i. indipendente.

A prescindere dal fatto che il Condominio interessi la sola corte, o i tre elementi complessivi di cui sopra, a mio parere i proprietari dei 4 appartamenti componenti quella palazzina possono autonomamente deliberare tutti gli interventi 110% a loro graditi, ma non possono chiedere a @supertony  alcuna compartecipazione di spesa.
Questo perchè per quella palazzina sussiste la condizione di condominio parziale, ovvero come da 3*comma art. 1123 c.c. quell'edificio  per obiettive caratteristiche strutturali e funzionali è destinato al servizio e/o godimento esclusivo di una parte soltanto dei condòmini.

Se poi il Condominio insiste sulla sola corte, a maggior ragione la palazzina rappresenta proprio una entità avulsa alle competenze dell'O.P.

Innanzitutto ringrazio entrambi per i riscontri. 

Premettendo che non sono un grande intenditore, quindi molto facile che mi esprima male o in maniera errata. 

Per farla semplice, oggi ho ricevuto (insieme a tutti gli altri condomini) una sorta di preventivone in cui si illustrano tutti i lavori che potrebbero essere effettuati al "condominio" opoure anche alle aree comuni (visto che si parla anche di pozze) usufruendo del bonus 110, le condizioni (salto di 2 classi energetiche ecc ecc) che qualcuno ha chiesto. Detto questo, siccome io sono semplicemente in attesa di raggiungere i 5 anni prima di vendere questo "errore di gioventù", mi trovo nell'egoistica posizione del "non mi interessa nulla". Quindi, la mia paura è quella di trovarmi coinvolto in spese che magari sono di interesse degli altri condomini che (giustamente) vogliono investire sulle loro proprietà, mentre io non vorrei investire un solo euro. 

Ribadendo il fatto che io, all'interno di questa corte costituita non solo dalla palazzina ma anche da altre costruzioni minimo da 2 appartamenti, sono l'unico in un'abitazione indipendente. 

 

 

Modificato da supertony
albano59 dice:

A me sembra di aver recepito una descrizione molto diversa: c'è un Condominio costituito da; una corte + una palazzina che conta 4.u.i. + una u.i. indipendente.

A prescindere dal fatto che il Condominio interessi la sola corte, o i tre elementi complessivi di cui sopra, a mio parere i proprietari dei 4 appartamenti componenti quella palazzina possono autonomamente deliberare tutti gli interventi 110% a loro graditi, ma non possono chiedere a @supertony  alcuna compartecipazione di spesa.
Questo perchè per quella palazzina sussiste la condizione di condominio parziale, ovvero come da 3*comma art. 1123 c.c. quell'edificio  per obiettive caratteristiche strutturali e funzionali è destinato al servizio e/o godimento esclusivo di una parte soltanto dei condòmini.

Se poi il Condominio insiste sulla sola corte, a maggior ragione la palazzina rappresenta proprio una entità avulsa alle competenze dell'O.P.

Sì mi pare corrisponda maggiormente a quanto ha poi aggiunto Tony, ma in realtà le nostre interpretazioni erano già assai vicine: dove tu hai visto un unico condominio distinto in condominii parziali, io vedevo un supercondominio distinto in condominii.

Cambia più la nomenclatura della sostanza (e difatti siamo giunti alle stesse conclusioni). 👍

supertony dice:

Innanzitutto ringrazio entrambi per i riscontri. 

Premettendo che non sono un grande intenditore, quindi molto facile che mi esprima male o in maniera errata. 

Per farla semplice, oggi ho ricevuto (insieme a tutti gli altri condomini) una sorta di preventivone in cui si illustrano tutti i lavori che potrebbero essere effettuati al "condominio" usufruendo del bonus 110, le condizioni (salto di 2 classi energetiche ecc ecc) che qualcuno ha chiesto. Detto questo, siccome io sono semplicemente in attesa di raggiungere i 5 anni prima di vendere questo "errore di gioventù", mi trovo nell'egoistica posizione del "non mi interessa nulla". Quindi, la mia paura è quella di trovarmi coinvolto in spese che magari sono di interesse degli altri condomini che (giustamente) vogliono investire sulle loro proprietà, mentre io non vorrei investire un solo euro. 

Ribadendo il fatto che io, all'interno di questa corte costituita non solo dalla palazzina ma anche da altre costruzioni minimo da 2 appartamenti, sono l'unico in un'abitazione indipendente. 

 

 

Il bonus 110% si applica a livello di singolo edificio, non a livello di condominio.

Quindi andranno prese anche le decisioni a livello di singolo edificio e tu se vuoi potrai continuare a disinteressartene.

Da un punto di vista strettamente economico, riqualificare l'immobile con il 110% non ti costerebbe nulla o quasi e avresti di certo un apprezzamento per la successiva vendita, ma queste sono valutazioni che farai tu, se non vuoi spenderci, più che soldi, tempo e pensieri allora puoi indicare agli altri condomini e all'amministratore di procedere esclusivamente per i loro edifici.

Modificato da condo77
supertony dice:

Ribadendo il fatto che io, all'interno di questa corte costituita non solo dalla palazzina ma anche da altre costruzioni minimo da 2 appartamenti, sono l'unico in un'abitazione indipendente. 

Se questo condominio è formato da più palazzine (o edifici, o costruzioni) autonome ed indipendenti ovvero senza alcun servizio in comune, allora ogni singola palazzina può autonomamente decidere il proprio destino, ovvero delibera e paga solo per sè stessa.
Nel tuo caso non avresti nulla da pagare, perchè la tua intenzione è di non procedere con alcun intervento sulla tua u.i. indipendente.
 

Se invece si prevedono ed approvano degli interventi che interessano servizi e parti comuni a tutte le palazzine, allora a quelle spese non ci si può sottrarre.

×