Vai al contenuto
pippo87pippo

Obbligo messa a norma canna fumaria condominiale

Ciao a tutti! Sono nuovo e, quindi, vi faccio un saluto particolare.

 

Ho provato con la ricerca, ma non ho avuto la risposta che cercavo...

 

Mi trovo alle prese con questa situazione: un committente deve sostituire la caldaia murale del suo appartamento al 4° piano, facente parte di un condominio di 5 piani, oltre PT. La vecchia caldaia scarica in una canna fumaria condominiale in muratura, entro cui scaricano tutte le caldaie degli appartamenti nella stessa colonna.

Non si può sfruttare la canna fumaria tale e quale, perché non è a norma. Non si può neanche entrare nella canna fumaria comune con un tubo in acciaio, perché se ne riduce la potenzialità, a discapito degli altri condòmini.

 

La domanda è: si può obbligare il condominio alla messa a norma della canna fumaria condominiale?

Se così non fosse, il mio cliente dovrebbe accollarsi da solo gli oneri per la messa a norma, giusto?

 

Grazie!

Non ho capito se la caldaia verrà insatallata a balcone o in casa.

Se in Toscana vige l'obbligo di installare la caldaia a condensazione le soluzioni sono due:

- o installi una a condensazione con scarico acqua in bagno e fumi a balcone

- o installi una caldaia non a condensazione ma con alto coefficiente di rendimento

 

Di certo non puoi pretendere che il condominio si sobbarchi l'onere gravoso di modernizzare la cana fumaria o installarne una esterna in acciaio.

La caldaia viene installata all'interno. Volevo evitare la caldaia a condensazione perché costa di più e, con un impianto di radiatori tradizionali, non dà grandi vantaggi.

Però sembra che sia l'unico modo per fare lo scarico a parete...

La caldaia viene installata all'interno. Volevo evitare la caldaia a condensazione perché costa di più e, con un impianto di radiatori tradizionali, non dà grandi vantaggi.

Però sembra che sia l'unico modo per fare lo scarico a parete...

In questo caso credo sia opportuno chiedere (lettera a/r) all'Amministratore di convocare un'assemblea straordinaria per sottoporre a tutti i proprietari il problema. Magari anche a qualcun'altro l'argomento interessa. Se non si raggiungono i millesimi per l'assemblea significa che devi fare da te.

Che io sappia è prevista una deroga all'obbligo di installazione di caldaia a condensazione con scarico a tetto in alcuni casi tra cui quello di non poter ammodernare la canna fumaria.

Per evitare "rogne" coi vicini io sostituirei semplicemente la vecchia caldaia con una nuova (non a condensazione) a camera stagna.

In questo modo non è necessaria la modifica della canna fumaria perchè già idonea a raccogliere vapori ad elevata temperatura.

Lo scarico a parete di una caldaia non a condensazione è senz'altro vietato.

 

Sentiamo cosa scrive l'utente "Nanojoule" che è ferrato in materia. Oppure aspetta i consigli di un amministratore esperto.

×