Vai al contenuto
jonny64

Obbligo amministratore - è la seguente, se viene nominato un amministratore c

Buongiorno a tutti, sono nuovo del Forum, vorrei fare una domanda,, con entrata in vigore l obbligo di avere un amministratore C. dopo 8 unita abitative, la mia domanda è la seguente, se viene nominato un amministratore C. del condominio (internamente), che manzioni riveste, e a tutti gli effetti un amministratore C, è responsabile, ne risponde lui penalmente e civilmente, deve firmare i vari verbali e delibere, la domanda è motivata in quanto un condomino si offre volontario per tale mansione, ma non vuole assumersi nessun tipo responsabilità come amministratore. come possiamo comportarci, (cercare un amministratore esterno) siamo un complesso di nr. 16 villette a schiera con entrata in comune, Grazie per chi mi vuole rispondermi,

l'amministratore interno ha gli stessi obblighi e responsabilità dell'amministratore esterno, sotto questo aspetto non cambia nulla.

Una precisazione: "con entrata in vigore l obbligo di avere un amministratore C. dopo 8 unita abitative". Non è esattamente come dici tu. L'amministratore è obbligatorio quando i condòmini sono più di otto. Se ci sono otto unità immobiliari ma sette condòmini (es. un condomino è proprietario di due appartamenti), allora non c'è obbligo di nomina dell'amministratore. Allo stesso modo le persone che sono proprietarie dello stesso appartamento (comunione dei beni), contano, al fine della nomina dell'amministratore, come un solo condomino.

×