Vai al contenuto
bluesboy776

Obbligazione agire in casi di pericolo dalla parte del condominio

Buongiorno,

 

Oltre 50% del nostro palazzo è la proprietà di due persone che lasciano i loro appartamenti in affitto.

 

Queste due persone bloccano qualsiasi lavoro condominiale che non è obbligatorio per legge - non abitando nel palazzo, non sono interessati nel aspetto del palazzo, e preferiscono risparmiare i loro soldi. Ad esempio, i muri nel corridoio non vengono dipinti da oltre 20 anni.

 

Chiaramente non sono d'accordo ma non vedo che posso fare tanto...

 

Adesso però ci sono dei problemi nel palazzo che io ritengo pericolosi. Per esempio, c'è una zona di muffa in corridoio di un metro quadrato, la porta d'entrata del palazzo è ridotta in condizione che può essere aperta con una spallata, in cancello è coperto in ruggine e sta per cadere, e c'è un pezzo di metallo che esce da una scala che crea rischi gravi di inciampare ed altri problemi. Mio figlio l'altro giorno si è tagliato il dito su un chiodo arrugginito che esce dalla ringhiera sulle scale.

 

C'è un modo di obbligare al condominio di assicurare la nostra sicurezza? O un istituto che posso contattare per venire a fare ispezione e che farà presente al condominio questi problemi? Anche perchè chissà, forse sono io che esagero e vedo pericolo dappertutto, mi farebbe piacere almeno sapere se i rischi sono veri o immaginati!

 

Grazie!

buongiorno,

 

non so se avete un amministratore o no, comunque anche come condomino si possono effettuare delle spese ed essere rimborsate a patto che la spese sono urgenti e che tali spese possono arrecare danni a cose o persone (art 1134).

Per il cancello e il pezzo di metallo si puo pensare di effettuare spese urgenti , per la pittura assolutamente no, per la porta sarebbe da valutare/visionare.

 

http://www.diritto24.ilsole24ore.com/civile/immobili/primiPiani/2012/07/condominio-il-diritto-al-rimborso-delle-spese-urgenti.php

Grazie mille della risposta accappottato! Ho usato la pittura come esempio, mi rendo conto che difficilmente verrà mai fatto. Mi rendo conto anche che adesso come adesso parliamo solo di opinioni.

 

Per la porta per esempio io ritengo che possono entrare i ladri, loro invece ritengono che non è un problema perchè 'tanto anche con una porta sicura, il ladro squilla, dice di essere del gas e qualcuno lo fa entrare'. Non mettono però in dubbio che non è sicuro, ritengono soltanto che non vale la pena sostituirla perchè i ladri entrano lo stesso.

 

Vado subito a leggere l'articolo!

 

Grazie ancora-

Scusami. Si, l'amministratore c'è. Risponde subito a qualsiasi domanda o chiarimento, e quando qualcosa rompe definitivamente, lo ripara. Però quando una situazione gradualmente peggiora non fa niente finchè si rompe senza il permesso dell'assemblea (che non succede mai per motivi spiegati sopra).

 

La muffa quindi continuerà a crescere fino al infinito, e gli altri oggetti verranno riparati o sostituiti soltanto quando qualcuno si farà male.

 

Grazie del link!

Forse la muffa apparentemente non crea un pericolo immediato,per l'igiene si.

Ma il portone,per così come lo racconti,non è da sottovalutare,se è cadente,e cade addosso a qualcuno,per il risarcimento non basta il valore dell'intero palazzo.

Fai una RR. all'amministratore,invitandolo almeno di metterlo all'O.d.G. nella prossima assemblea,vedi cosa risponde.Fossi in lui agirei,l'omissione è un reato penale e non vorrei finire in galera per un portone di condominio.

×