Vai al contenuto
djcla83

Nuovo appartamento allagato

Buongiorno a tutti.

 

Vorrei chiedere un consiglio a persone sicuramente piu esperte del sottoscritto.

Sono proprietario di un appartamento, al piano terra, di nuova costruzione, da circa 6 mesi e la palazzina ha meno di 1 anno.

 

La settimana scorsa è scoppiato un contatore dell' acqua al primo piano, pare che la perdita "abbondante" sia durata circa 4 ore (la mia vicina per fortuna se ne accorta...).

Il problema e che tutta quell'acqua e scesa nelle pareti allagando tutto il mio appartamento (soffitto e pareti) e addirittura finendo sotto la soletta del mio pavimento.

Premetto che ho i riscaldamenti a pavimento, e che ho la maggiorparte delle pareti da ri intonacare da capo.

 

Per ora ho avvertito l'amministratore e il suo atteggiamento mi pare "diffidente" e il costruttore addirittura non risponde al telefono.

Ho gia passato il caso al mio avvocato di fiducia, vorrei chiedervi a questo punto qualche consiglio su come muovermi per farmi risarcire i danni e farmi riparare l'appartamento.

 

P.s. ho fatto intervenire il 115, entro 20 gioni dovrebbero consegnarmi il verbale.

 

Grazie, claudio.

Ciao, spiacente per quanto e' successo.

Penso (ma vediamo gli esperti cosa dicono) che bisogna appurare perche' si sia verificato il danno ed a che punto esattamente della conduttura per stabilire chi ne sia il responsabile, ovvero a chi chiedere il risarcimento. Il verbale del 115 dovrebbe darti la risposta che cerchi.

Auguri (anche per un buon fine anno e inizio 2010)!

Ciao

se il contatore è privato, la spesa per i danni cade integralmente sul proprietario dell'appartamento soprastante.

Infatti, dal punto di allaccio alla colonna montante, l'impianto diventa privato.

Confermo che i montanti (colonne d carico e/o scarico) sono comuni, il contatore è di proprietà dell'azienda fornitrice l'energia o altra cosa, dal contatore in poi è del proprietario l'appartamento, quindi se è scoppiato il contatore perchè non sufficentemente isolato, per non corretto uso ecc. la responsabilità è del proprietario dell'appartamento sovrastante, se invece il contatore risulta difettoso allora paga l'azienda fornitrice il servizio.Però per questo serve una perizia magarida parte dei Vigili del Fuoco.

Innanzi tutto ringrazio per le risposte.

 

Allora, il verbale del 115 credo non mi servirà a nulla (a parte a dichiarare il loro intervento e la percentuale dei danni), anche perche sospettavano un problema dei pannelli del riscaldamento a pavimento.

Mi è stato poi confermato dal vicino che non avendo ancora collaudato la caldaia, ancora non gli avevano caricato l'acqua nel circuito.

 

Comunque ogni appartamento ha il proprio contatore fuori dalla porta, sul pianerottolo.

E a questo punto non mi meraviglierei se ne scoppiasse qualche altro!

Comunquea mia insaputa, il costruttore ha pensato bene di togliere il contatore "scoppiato" e di by passarlo con un manicotto di gomma.

 

La mia sfortuna e che essendo capitato la notte del 23, saro' costretto ad attendere la fine delle festività per muovermi...

×