Vai al contenuto
condomino19

Nuovi Amministratori ignoranti in materia

Salve, già ho postato varie problematiche legate allo IACP dove vivo, ma siamo arrivati all'epilogo, cioè l'amministratore uscente ma ancora con poteri amministrativi e venuto a conoscenza che due inquilini di 19 che siamo stanno gestendo lo stabile (se così si può dire) anche con l'avvallo verbale e niente di scritto da parte dello Iacp, premetto che io sono stato contrario a dare questa gestione a due IGNORANTI del palazzo, già ho avuto modo di verificare di come si comportano, infatti io volevo un nuovo amministratore ma hanno detto No!, comunque oggi questi due pecoroni in quanto avevo spiegato loro la prassi da seguire ma hanno fatto gli orecchi da mercanti, hanno ricevuto AR dall'attuale amministratore in cui chiede di recarsi in studio per ritirare i libri contabili e quant'altro, ma nello stesso tempo uno di questi assieme all'amministratore deve andare all'ufficio delle entrate per fare la cancellazione dell'attuale amministratore e cambiare il codice fiscale del condominio come intestazione di nuovo amministratore.

A queste parole si sono messi a gridare che il condominio può amministrarsi da solo senza registrarsi, in ogni caso cosa rischiano tali nuovi amministratori se non si registrano? stanno staccando regolari ricevute, io invece gli invio un vaglia postale.

E lo stabile a che cosa va incontro?

E sopratutto lo IACP?

Spero di essere stato chiaro ed aspetto vostre info.

Grazie a tutti.

condomino19

Se non ci riuscite bonariamente, chiunque di voi condòmini può ricorrere all'autorità giudiziaria per sistemare questa situazione alquanto contorta.

@ condomino19

Per il Codice Civile, se lo stabile è tutto Iacp non necessita di amministratore di condominio non essendo lo stabile un condominio, ed ovviamente gli inquilini non hanno il potere di nominare un amministratore condominiale, se poi il Regolamento Iacp dice altro devi controllare.

Grossa anomalia: non possono esservi 2 amministratori, l'amministratore è sempre uno, tutt'al più il condominio può essere gestito da una società che sempre un solo soggetto avrà come "responsabile" cioè serve una persona fisica che possa andare in prigione in caso di condanne penali.

Altra anomalia: l'attuale amministratore non può DARE la documentazione sulla "parola" a chicchesia, lo può fare solo dietro la presentazione di un verbale di nomina che indichi "la persona" o "la società" a cui è stato dato incarico dall'assemblea condominiale.

Per il resto è campato tutto in aria e mi sembra viga una completa anarchia

@ condomino19

Per il Codice Civile, se lo stabile è tutto Iacp non necessita di amministratore di condominio non essendo lo stabile un condominio, ed ovviamente gli inquilini non hanno il potere di nominare un amministratore condominiale, se poi il Regolamento Iacp dice altro devi controllare.

Perdonami Tullio, hai perfettamente ragione, avevo sbadatamente omesso di leggere IACP nel quesito!

Perdonami Tullio, hai perfettamente ragione, avevo sbadatamente omesso di leggere IACP nel quesito!

L'articolo 13 del regolamento IACP già postato in altra discussione attribuisce la facoltà a "condomini ed assegnatari" i diritti di nomina e revoca dell'amministratore, è vero anche che lo IACP in un precedente articolo dice che "l'amministratore viene scelto dallo IACP......" ed in un'altro articolo stabilisce che egli "debba riferire" ogni cosa allo IACP stesso. Sostanzialmente lo IACP ha trascritto tutta la normativa vigente sul condominio non solo senza modificarne il contenuto ma citando espressamente gli articoli del codice civile, l'unica cosa che ha fatto è quella di inserire la parola "assegnatari" che ha la funzione di abilitare gli stessi a partecipare alle assemblee e decidere essi stessi come gestirsi: Vedetevela un pò voi stessi, siete liberi di cuocere nel vostro stesso brodo

Ho trovato il regolamento Iacp di Trapani che interessa direttamente condomino19 approvato con delibere commissariali N.42 DELL’8/5/08, N.101 DEL 12 /8/08 E N.13DEL 26/2/09, se non è stato modificato a proposito della nomina dell'amministratore dice;

 

Art. 11 Gli Organi di rappresentanza e di amministrazione del condominio sono:

1) l'Assemblea dei condomini e assegnatari;

2) l'Amministratore.

Per quanto riguarda la nomina dell’Amministratore l’Istituto potrà procedere alla gestione diretta, oppure affidare adAmministratori privati la gestione scelti tra quelli di fiducia individuati a seguito di pubblico avviso.

Art. 12 L'Assemblea dei condomini e assegnatari ha i poteri e le attribuzioni di cui all'art. 1135 del Codice Civile e inparticolare provvede, sulla base delle competenze previste dalla legge:1) alla nomina, conferma e revoca dell'Amministratore, che rimane in carica un anno e può essere riconfermato; ...

http://www.iacptrapani.com/upload/Allegato_212.pdf

Salve,

in realtà in ambito IACP è possibile avere un Amministratore, si sarà nell'ambito dell'autogestione e l'Amministratore sarà definito Gestore.

Questa ipotesi deve però essere consentita nel regolamento IACP comunale, di solito basta portare il verbale di nomina e depositarlo.

La domanda dunque è: questo nuovo Amministratore (composto da 2 persone a quanto ho capito) è stato regolarmente nominato?

 

Cordiali saluti.

Salve,

in realtà in ambito IACP è possibile avere un Amministratore, si sarà nell'ambito dell'autogestione e l'Amministratore sarà definito Gestore.

Questa ipotesi deve però essere consentita nel regolamento IACP comunale, di solito basta portare il verbale di nomina e depositarlo.

La domanda dunque è: questo nuovo Amministratore (composto da 2 persone a quanto ho capito) è stato regolarmente nominato?

 

Cordiali saluti.

Se vai a leggerti la discussione "Convocazione assemblea condominiale" del 13/02/2015 iniziata da condomino19, al post n°5, potrai verificare da solo gli articoli contraddittori citati da me e TullioTs in cui si può evincere il misto-fritto del regolamento di cui trattasi

Salve,

in realtà in ambito IACP è possibile avere un Amministratore, si sarà nell'ambito dell'autogestione e l'Amministratore sarà definito Gestore.

Questa ipotesi deve però essere consentita nel regolamento IACP comunale, di solito basta portare il verbale di nomina e depositarlo.

La domanda dunque è: questo nuovo Amministratore (composto da 2 persone a quanto ho capito) è stato regolarmente nominato?

 

Cordiali saluti.

Innanzitutto un grazie a tutti, poi vorrei specificare che originariamente erano stati incaricati per tramite di vocio popolare, non si può chiamare riunione di condominio presso una rampa di scale, tre persone (e mi ripeto io non ero d'accordo) uno si dedicava ai conti uno a riscuotere dal terzo piano in giù e l'altro dal quarto al sesto, tutto senza atti scritti, qui non si può parlare di scritto, comunque dopo una settimana uno lascia l'incarico e rimangono due di cui uno fa i conti in quanto dice di essere stato ragioniere e l'altro riscuote in una stanza a piano terra a mo di studio la domenica, quindi pensate un po con chi ho a che fare.

Quindi adesso dato che l'amministratore procederà nei confronti ho dell'amministratore diciamo che riscuote o fa i conti, questi di conseguenza a che cosa vanno in contro a problemi legali?

Stessa sorte lo Iacp?

E lo stabile e cioè i rimanenti inquilini?

×