Vai al contenuto
seven84

Nuova canna fumaria ...

Buonasera a tutti, vi chiedo un parere esperto

Vorrei ristrutturare un appartamento al secondo piano di una piccola palazzina di tre piani…

e nel mio appartamento diversamente dagli altri non è predisposta la canna fumaria fino a tetto.

Io vorrei installare una nuova canna fumaria e per fare ciò avrei pensato/progettato insieme al mio tecnico di forare il mio solaio, attraversare quindi verticalmente un corridoio condominiale che serve l’ingresso di un appartamento al piano superiore (ma pur sempre in aderenza al muro perimetrale occupando quindi circa 30*30cm e rivestendo comunque il tutto in muratura)

per poi forare la soletta del tetto di copertura e costruire il comignolo affiancandolo ad un altro già esistente e chiaramente facendo le opere di muratura per renderlo architettonicamente integrato all’esistente.

Ma chiedendo un parere preventivo all’ amministratore mi pone diversi problemi!!

1) tra cui dice che non sa se si può fare perché si occupa una parte del corridoio condominiale ( in realtà il passaggio viene comunque ampiamente garantito e poi vi passa un unico condomino)

2 ed un più dice che per forare il tetto ritiene opportuno convocare un assemblea per poi ottenere l’unanimità?

io credevo che tale intervento potesse essere assimilato ad un proprietario dell'ultimo piano che buca il tetto e crea il comignolo, se non fosse per il pezzo di canna che dovrei far passare sul corridoio condominiale ma che non credo arrechi danno di nessun genere considerando che è in aderenza al muro... Come mi consigliate di procedere

Ringrazio anticipatamente

Per forare il tetto c'è comunque bisogno di un tecnico che garantisca la possibilità tecnica senza arrecare danni alla struttura e poi si AVVISA l'amministratore, ma nulla più. Diverso il discorso del passaggio attraverso parte condominiale: 30 cm,più la muratura...diventano 50 cm che non sono pochi (le scale devono avere delle misure per il passaggio minime che secondo me non verrebbero più rispettate) Io valuterei la possibilità di un passaggio esterno, in facciata, ma non avendo planimetria non posso dirti

Innanzitutto grazie...

1) comunque si per forare il tetto e il solaio ho verificato la fattibilità con il tecnico e farei fare il lavoro ad una ditta regolarmente... e quindi mi confermi che in effetti non c'è bisogno di approvazione dell'assemblea.

2) per il discorso del passaggio attraverso parte condominiale provo a spiegarmi meglio pur senza pianta, il corridoio in questione è un corridoio condominiale e non sono scale, ma è praticamente un edificio con ballatoio per la distribuzione dei vari appartamenti... e dove dovrei far passare la canna io è un ballatoio che seppur condominiale serve praticamente ad un unico condomino per accedere al suo ingresso di casa, ed in quel punto è largo 2metri io pensavo di far passare la canna in aderenza al muro perimetrale magari entrando leggermente 5 cm in traccia utilizzare una canna da 20cm interni in acciaio e rivestita in ceramica occupando quindi al massimo 30/35cm finiti ed intonacati per il cui il passaggio rimarrebbe sempre superiore a 1.50cm... in facciata non è praticamente possibile per la conformazione dell'edificio poi gli appartamenti del 2piano sono più stretti del perimetro del piano superiore che sporge... cosa mi consigliate vi sembra fattibile pur senza parere unanime...

ciao

Certamente anch'io le consiglio di installare la canna fumari all'esterno.

Oltretutto ad oggi esistono ottime soluzioni di delle canne fumarie doppia parete che possono essere reperibili con l'interno inox 316 e l'esterno in alluminio preverniciato seguendo il colore delle gronde, oppure degli infissi, un vero e proprio tocco di classe per l'abitazione che non dovrà subire alcuna costosa realizzazione di manufatti in cemento.

Vorrei darvi una mano per avvantaggiarvi nella ricerca http://www.margiottacommerce.com

Spero di esservi stato d'aiuto io personalmente ho risparmiato € 340,00 e la merce mi è arrivata solo in 3 gg

buona serata a tutto il forum. Il mio quesito sulla canna fumaria, se non raro è quanto meno originale:

in un condominio che amministro, una condomina titolare di U.I. sita al piano terra (negozio pane e dolci) vuole installare una canna fumaria in una ristretta rientranza di 46 cm. venutasi a creare in una facciata esterna in seguito ad altro edificio costruito di recente in aderenza a quello preesistente.

Ho spiegato che uno dei punti fondamentali e inderogabili per poter collocare una c.f. è il rispetto della distanza legale di 75 cm. da finestra o sporto balcone di altro condomino. Tale distanza non è rilevante per balconi e finestre dell'edificio amministrato, lo è invece per i balconi del nuovo palazzo aventi sporto di 50 cm. e veduta obliqua sulla eventuale canna fumaria.

Si domanda: la distanza imposta dall'art. 906 c.c. è valida, deve essere rispettata, anche fra due edifici aderenti e confinanti? Alcuni orientamenti giurisprudenziali parlano addirittura di un metro.

La condomina fa sapere che i titolari delle 4 U.I. del palazzo confinante, nulla avrebbero da obiettare alla posa del manufatto nonostante l'opera andrebbe a interessare anche quei loro 50 cm. di muro.

Considerazione personale: io credo che così facendo si verrebbe a creare una servitù bella e buona per quelle 4 U.I. con tutte le conseguenze che essa comporta, vedi ad es. una futura vendita o altro.

In caso di mancata futura vendita dovuta alla presenza della canna fumaria, potrebbero questi condomini richiedere danni e quant'altro sia all'amm.re che ai condomini per l'installazione dle manufatto in parte comune non conforme alla distanze legali? Ringrazio infinitamente chi potrà darmi

risposta a questo quesito insolito. Saluti a tutti.

×