Vai al contenuto
Renato V.

Nuova attività - come libero professionista?

Quali dono gli adempimenti burocratici che devo fare per avviare una attività di amministrare di condominio come libero professionista?

Visto che sono un lavoratore dipende e ho più di 35 anni posso aprire una partita iva con il regime dei minimi?

in primis verificare di avere i requisiti di legge per poter essere nominato amministratore .

Non capisco...ti presenti come Amministratore di Condominio...dichiari di essere attualmente lavoratore dipendente....e vorresti aprire adesso Partita Iva ???

 

Ma se sei già Amministratore...come ti sei inquadrato finora?

in effetti ho notato di aver sbagliato a registrare la mia attività nel profilo,corretto

la mia situazione in poche parole questa :mi è stato proposto di occuparmi dell'amministrazione del condominio in qui vivo,ma leggendo il vostro forum mi sono reso conto che é un ruolo molto difficile.Ho pensato che forse sarebbe il caso che io frequentassi un coro e in sequito visto il capitale speso avviare una secodna attività

 

grazie

Per essere Amministratore del tuo condominio non serve aprire Partita Iva e non necessiti di taluni obblighi/requisiti qualora tu intenda esercitare professionalmente.

Quando si investe per intraprendere una attività è meglio valutare per bene tutti gli annessi ed i connessi. Quindi devi consultare un commercialista "serio" che valuti tutte le premessi che ti coinvolgono.

Non conosco la tua città...ma presumo che la "concorrenza" sia forte ed agguerrita...quindi tieni conto pure di quello.

 

Per restare nell' ambito del tuo Condominio...eviterei una nomina de facto.

Le complicazioni fiscali cui vai incontro tu e/o il Condominio sono inverosimili...e ti consiglierei di cominciare con una mansione da "facente funzioni"...così verifichi se possa essere una attività che ti possa essere congeniale.

...Per restare nell' ambito del tuo Condominio...eviterei una nomina de facto.

Le complicazioni fiscali cui vai incontro tu e/o il Condominio sono inverosimili...e ti consiglierei di cominciare con una mansione da "facente funzioni"...così verifichi se possa essere una attività che ti possa essere congeniale.

Forse sentendo parlare di amministrazione del proprio condominio hai pensato ad un'amministrazione gratuita.

Questo però Renato non l'ha detto.

Se volesse amministrare il proprio condominio richiedendo un compenso dovrebbe comunque pensare ad un inquadramento fiscale (contribuente minimo, co.co.pro).

in effetti un compenso è previsto.

 

- - - Aggiornato - - -

 

e partirebbe dalla gestione 2015

No. Avevo inteso che un compenso ci fosse...a gratis per un impegno simile ci sono solo i Santi, i Martiri...e Wild Bill Hickock 😎

e come le pagherebbe le tasse entro i 5000€?

sommandole al reddito da lavoro dipendente?

il condominio potrebbe verificare se effettivamente dichiari quanto ha incassato oppure se non li dichiarasse e quindi sarebbe un compenso percepito in nero, non si potrebbe fare nulla?

×