Vai al contenuto
Eleonora99

Nuova apertura nel vano scale condominiale

Salve a tutti,

avrei bisogno di un chiarimento in merito alla mia attuale situazione.

Io e mio marito abbiamo appena acquistato un appartamento in un edificio costituito da 6 unità immobiliari. Non abbiamo ne amministratore ne tanto meno un regolamento condominiale.

Il mio appartamento ha un accesso esclusivo che dà su di una strada privata, ma essendo molto grande, c'è la possibilità di avere accesso anche dal vano scale del condominio. Noi attualmente non abbiamo nessuna pertinenza nel vano scale, ma so che per legge (art. 1102 del cod.civ) noi possiamo aprire una nuova porta nel vano scale purchè non venga alterata la destinazione del pianerottolo (considerate che noi abbiamo già deposto in Comune tutto il progetto della ristrutturazione dell'appartamento in questione). Il nostro problema è che un condomino si è messo di traverso e il condomino che fa le veci dell'amministratore, per non mettersi contro a nessuno, non vuole darci copia delle chiavi del portoncino d'ingresso. Come possiamo procedere? Dobbiamo per forza far nominare un amministatore giudiziale? Nel caso facessimo richiesta, le spese processuali sarebbero a nostro carico? Noi vorremmo evitare tutto questo, ma purtroppo non se ne viene a capo. Grazie a chiunque mi risponderà.

Cordialmente

Eleonora

E' necessario leggere il rogito per vedere se le scale sono di vostra competenza oppure no, per cui se sono di vostra competenza dovevate già aver le chiavi del portone che da accesso al vano scale, se non le avete forse le scale non sono di vostra competenza, per cui non potete neppure aprire la porta dal vostro appartamento per accedere alle scale, fatto salvo un accordo, magari a pagamento, per acquistare la comproprietà delle scale, ma questo potrà avvenire all'unanimità di tutti i condomini e relative modifiche catastali e licenza edilizia.

p.s. se i condomini sono otto o inferiori è inutile il ricorso al Giudice per la richiesta dell'amministratore giudiziale.

Gent.ssimo sig. Tullio,

non ho dubbi in merito all'apertura nel vano scale condominiale. La pertinenza del vano scale è di fatto e non di diritto.

La mia questione era: come posso avere legalmente la chiave del portone?

ps anche se il numero dei condomini è inferiore a 8 (ne bastano addirittura 2) uno singolo può chiedere la nomina giudiziale dell'amministratore.

Grazie per la risposta, ma chiedo la cortesia di rispondere solo a chi sa effettivamente qualcosa.

Prima di tutti quelli che ne sanno piùdi Tullio su questo forum sono gran pochi....in secondo luogo la risposta che lui ti ha dato è più che pertinente...voi avete diritto ad avere accesso al pianerottolo?

esistono delle tabelle millesimali dalle quali si evince che ad esempio pagate la pulizia del pianerottolo piuttosto che la luce?

... chiedo la cortesia di rispondere solo a chi sa effettivamente qualcosa.

Questo è un forum ed ogni partecipante esprime il suo parere.

Spesso ci sono anche pareri contrastanti tra vari partecipanti (non sono mancate nemmeno le diverse opinioni tra me e Tullio) ma poi ognuno è libero di farsi la propria idea.

Se vuoi una risposta certa di chi sa effettivamente qualcosa devi rivolgerti in primis al tuo avvocato di fiducia e poi al Giudice che redimerà la vertenza.

Gent.ssimo sig. Tullio,

non ho dubbi in merito all'apertura nel vano scale condominiale. La pertinenza del vano scale è di fatto e non di diritto.

La mia questione era: come posso avere legalmente la chiave del portone?

ps anche se il numero dei condomini è inferiore a 8 (ne bastano addirittura 2) uno singolo può chiedere la nomina giudiziale dell'amministratore.

Grazie per la risposta, ma chiedo la cortesia di rispondere solo a chi sa effettivamente qualcosa.

La pertinenza delle scale è un diritto fatto salvo un titolo contrario, ovvero se sul rogito e/o RdC Contrattuale è scritto che le scale non sono di pertinenza di quell'u.i. è naturale che le chiavi del cancello d'entrata non vengano consegnate al proprietario di quella u.i., ma questo devi vederlo tu, io non posso sapere cosa è scritto sul Rogito e/o su RdC Contrattuale e neppure posso sapere se esiste questo Regolamento Contrattuale.

 

Per quanto riguarda la nomina dell'amministratore, è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini, ma se i condomini sono più di otto, nel vostro caso visto che siete in numero inferiore, con tutta probabilità il Giudice rigetterà la domanda anche se fatta da due condomini, comunque nulla vieta che l'assemblea lo nomini a norma dell'art. 1136 2°c., cioè con la maggioranza delle teste presenti in assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dello stabile cioè almeno 500 millesimi.

 

Questo è quanto so io, che corrisponde a quanto dice il Codice Civile agli articoli 1117, 1129 e 1136

 

p.s. ringrazio Andrea T per le parole gentili che mi ha dedicato.

di nulla Tullio...troppo spesso si pensa che un forum gratuito possa sostituire un avvocato a pagamento!

Rimaniamo in attesa di risposta da parte di Eleonora99 per capire se il vano scale è un suo diritto o una sua pretesa....

...come posso avere legalmente la chiave del portone?

Citando in giudizio il condominio nelle persone ddei condòmini

 

... anche se il numero dei condomini è inferiore a 8 (ne bastano addirittura 2) uno singolo può chiedere la nomina giudiziale dell'amministratore...

Non è proprio così.

Se nel condominio fino ad 8 condòmini non si riescono a prendere provvedimenti per l'amministrazione, il singolo condòmino può ricorrere al Giudice per ottenere lo specifico provvedimento (nel tuo caso anche l'ottenimento della chiave).

Il Giudice ha ANCHE FACOLTA' di nominare un amministratore ma non è detto che lo faccia perchè non è obbligato come nei condominii in cui i condòmini sono più di 8.

 

Art. 1105 c.c.

Se non si prendono i provvedimenti necessari per l'amministrazione della cosa comune o non si forma una maggioranza, ovvero se la deliberazione adottata non viene eseguita, ciascun partecipante può ricorrere all'autorità giudiziaria. Questa provvede in camera di consiglio epuò anche(senza alcun obbligo) nominare un amministratore.

Citando in giudizio il condominio nelle persone ddei condòmini
Sono d'accordo sul procedimento, semprechè Eleonora99 abbia il diritto di ottenere le chiavi, altrimenti la richiesta sarà rigettata dal Giudice, per questo motivo ho consigliato a Eleonora99 di leggere il Rogito e se esiste il Regolamento Condominiale Contrattuale.
×