Vai al contenuto
gimmy69

Nomina presidente assemblea e competenze e riparto spese com

Salve a Tutti, siamo un gruppo di proprietari in condominio che abbiamo costituito un comitato spontaneo e a seguito di una richiesta di chiarimenti con raccomandata AR all'amministratore sulle procedure di conduzione delle assemblee condominiali e sulle modalità di riparto spesa Tassa passo carraio ci è stato risposto a) che le assemblee sono condotte dal presidente e pertanto la sua firma sul verbale, a fine assemblea, definisce che tutto si è svolto in modo regolare; b) la ripartizione della Tassa passo carraio risulta intestata al condominio e quindi di competenza del condominio stesso.

Vogliamo precisare 1)che sul regolamento di condominio non c'è alcun riferimento sulla nomina e competenze del presidente di assemblea. A tal riguardo riscontriamo che nelle assemblee del nostro condominio il presidente viene nominato su base volontaria, anzichè eletto dall'assemblea, e inoltre ci risulta che i presidenti, che si sono susseguiti fino ad oggi, non abbiano le competenze adeguate a ricoprire il ruolo (vedasi a titolo di esempio il mancato controllo delle deleghe che vengono presentate in assemblea e la preponderante tendenza dello stesso ad avallare tutto quello che propone l'amministratore), 2) Passo carraio. La configurazione del nostro condominio è disposta in modo anomalo nel senso che il passo carraio viene utilizzato dal nostro condominio per giungere ai box-auto situati nel retro dello stabile, ma lo stesso passo viene anche utilizzato da un certo numero di condomini dello stabile adiacente, i quali hanno i propri box-auto sul retro del nostro stabile. A questi, però, viene addebitata solo la tassa passo carraio competente del loro stabile e non parte della nostra tassa (per l'utilizzo). L'amministrator, che gestisce entrambi gli stabili, riferisce che non può addebitare parte della nostra tassa ai condomini dello stabile vicino in quanto loro pagano già la loro tassa del passo carraio. La domanda che nasce spontanea è: un domani che si decidesse di rifare l'asfalto del viale, che dal passo carraio conduce ai box, con quale criterio verrebbe suddivisa la spesa? Inoltre Domandiamo Viene rispettato il regolamento di condominio nell'art. sulla ripartizione delle spese relative a manutenzione ordinaria e straordinaria di parti comuni destinate in uso a gruppi di condomini che traggono utilità ?

Inoltre, ancora, un rappresentatnte del comitato può affiancare il presidente di assemblea per coadiuvarlo? Grazie mille a chi vorrà aiutarci a capire e buona giornata a tutti.

1. durante l'assemblea condominiale il Presidente normalmente viene nominato dall'assemblea e/o se uno si propone e nessuno si oppone o quantomeno la maggioranza vale e questo viene considerato Presidente e con la firma del verbale, possibilmente dopo la lettura, in pratica ha espletato il suo compito, altre eventuali mancanze (da dimostrare) potrebbero eventualmente essere adottate con procedura ordinaria iniziando dalla Conciliazione e poi se non sia arriva d un accordo presso il Tribunale, lo sconsiglio in quanto saranno lunghissime e con spese abbastanza sostanziose, ma se uno ritiene di avere ragione nessuno lo vieta.

Ad ogni modo, starà eventualmente ai contrari e/o assenti impugnare le delibere viziate da eventuali irregolarità, nei tempi e modi previsti dell'art. 1137 cc

2. per quanto riguarda il passo carraio, da come dici sembra ce ne sono due, per cui ogni stabile pagherà il suo, e se non desiderate che l'altro stabile usi il vostro per il transito sul loro tratto, chiudetelo magari con cancello automatico a scheda e/o telecomando, obbligandoli così ad usare solo il loro passo carraio.

 

Modificato Da - tuxx il 18 Ago 2012 11:55:09

Vogliamo precisare 1)che sul regolamento di condominio non c'è alcun riferimento sulla nomina e competenze del presidente di assemblea. A tal riguardo riscontriamo che nelle assemblee del nostro condominio il presidente viene nominato su base volontaria, anzichè eletto dall'assemblea, e inoltre ci risulta che i presidenti, che si sono susseguiti fino ad oggi, non abbiano le competenze adeguate a ricoprire il ruolo (vedasi a titolo di esempio il mancato controllo delle deleghe che vengono presentate in assemblea e la preponderante tendenza dello stesso ad avallare tutto quello che propone l'amministratore).

----------------------------------------------------------------------------

L'amministratore è tenuto a dar conto della gestione del condominio ma la gestione e direzione dell’assemblea è rimessa ai condomini, che, all’inizio della riunione, ed al fine di garantirne l’ordinato svolgimento, nominano un presidente. La mancata nomina del presidente costituisce un’irregolarità formale che non inficia la validità della deliberazione (sul punto si veda Cass. 15 luglio 1980, n.4615).

La situazione è diversa allorché sia il regolamento condominiale a prevedere la nomina del presidente e le relative funzioni. In questo caso una deliberazione dalla quale non si evince la sua nomina potrebbe essere impugnata in quanto contraria al regolamento di condominio.

 

*Comunque il presidente NON è un abbarbicato come un tiranno,qualsiasi persona può essere eletta con il voto palese ogni qualvolta che vi è un'assemblea.Se poi nel tuo condominio esiste una casta che impone e disfa a piacimento,questa è un'altra storia.

 

1 saluto

 

1 saluto

Se come afferma tali condòmini utilizzano anche quel passo carraio è da stabilire prima di tutto in base a quale titolo, quindi stabilire se essi abbiano il diritto o meno di usare il vostro accesso. Di norma chi usa contribuisce anche alle spese... e non solo della tassa comunale per il carraio.

Unica posibilità di esenzione: che vi sia titolo che conferisce loro tale facoltà d'uso e li sollevi del tutto dalle spese. Solo voi che avete le "carte" potete saperlo, magari il costruttore ha definito un regolamento assurdo che voi avete accettato con i rogiti...

Grazie tuxx, a riguardo il passo carraio mettere un cancello telecomandato sarebbe una soluzione solo per l'accesso ok, ma il suolo rimarrebbe sempre in comune al 50% tra i due stabili affinchè le auto giungano ai propri box. Quindi in caso di rifacimento asfalto la spesa va ripartita tra tutti gli utilizzatori del tratto comune e che concorrono all'usura dello stesso. O mi sbaglio?

 

Scritto da gimmy69 il 19 Ago 2012 - 13:51:04: Grazie tuxx, a riguardo il passo carraio mettere un cancello telecomandato sarebbe una soluzione solo per l'accesso ok, ma il suolo rimarrebbe sempre in comune al 50% tra i due stabili affinchè le auto giungano ai propri box. Quindi in caso di rifacimento asfalto la spesa va ripartita tra tutti gli utilizzatori del tratto comune e che concorrono all'usura dello stesso. O mi sbaglio?
Il suolo è parte comune, salvo altre disposizioni (--> Regolamento Contrattuale) o titoli (--> art. 1117 cc), per cui le spese vengono di norma ripartite per mlm di proprietà (--> art. 1123 cc), salvo accordi o convenzioni diverse.

Per cui ti consiglio di leggere attentamente cosa dispone il Regolamento di Condominio, perchè se ho ben capito tutti potrebbero usare ambedue i passi carrabili, e se è così nessuno potrebbe arrogarsi il diritto di chiuderne o barrare con cancello automatico uno dei due, senza fornire le chiavi ai condomini all'altro stabile.

×