Vai al contenuto
elisa.loro

Nomina - mancato rinnovo

Buonasera,

a fine settembre esaurisco i 2 anni di mandato come amministratrice presso un condominio che amministro e non ho intenzione di chiedere il "rinnovo dell'incarico" (passatemi il termine magari poco tecnico).

Come mi consigliate di procedere?

 

Grazie mille.

 

 

elisa.loro dice:

Buonasera,

a fine settembre esaurisco i 2 anni di mandato come amministratrice presso un condominio che amministro e non ho intenzione di chiedere il "rinnovo dell'incarico" (passatemi il termine magari poco tecnico).

Come mi consigliate di procedere?

 

Grazie mille.

 

 

Dopo la fine di settembre all'assemblea annuale oltre i normali punti all'OdG "rendiconto" che a mio parere tocca a te che hai terminato l'anno di gestione, mentre il resto, preventivo o eventuali spese straordinarie, lascia che se ne occupi il nuovo amministratore, aggiungi "dimissioni irrevocabili amministratore/tirice (non necessita motivare) e nomina nuovo amministratore", lascia un po di tempo in più dei classici e minimi 5 gg dall'arrivo della convocazione all'assemblea (direi almeno 20 - 30 gg) per dare tempo ai condomini di cercare un nuovo amministratore.

Modificato da 0001
elisa.loro dice:

Buonasera,

a fine settembre esaurisco i 2 anni di mandato come amministratrice presso un condominio che amministro e non ho intenzione di chiedere il "rinnovo dell'incarico" (passatemi il termine magari poco tecnico).

Come mi consigliate di procedere?

 

Grazie mille.

 

 

Dovresti comunque presentare i bilanci, consuntivo e preventivo e, nel caso non si riuscisse a nominare  un nuovo amministratore, resteresti in prorogatio, a questo punto l'unica cosa che potresti fare è quella di ricorrere all'autorità giudiziaria e richiedere  la nomina di un amministratore giudiziale, ai sensi dell'art. 1105 c.c.

JOSEFAT dice:

Dovresti comunque presentare i bilanci, consuntivo e preventivo e, nel caso non si riuscisse a nominare  un nuovo amministratore, resteresti in prorogatio, a questo punto l'unica cosa che potresti fare è quella di ricorrere all'autorità giudiziaria e richiedere  la nomina di un amministratore giudiziale, ai sensi dell'art. 1105 c.c.

Scusami Josefat, ma il dimissionario che responsabilità avrà sul preventivo se lo presenta? Nessuno, per cui lascerei che questo sia effettuato dal neo amministratore che seguirà la gestione futura, il quale potrebbe avere un altro modo di gestire e non quello del precedente.

Per cui io se dimissionario non perderei nemmeno del tempo a preparare un preventivo.

Modificato da 0001
JOSEFAT dice:

l'unica cosa che potresti fare è quella di ricorrere all'autorità giudiziaria e richiedere  la nomina di un amministratore giudiziale, ai sensi dell'art. 1105 c.c.

Volevi dire ai sensi dell'art. 1129?

Elisa non è una condòmina ma parla di uno dei condominii da lei amministrati.

 

Piuttosto, con l'occasione della convocazione di assembla in cui all'ordine del giorno, oltre a quello che vorrà indicare ci sarà ANCHE

"Dimissioni irrevocabili - Nomina nuovo amministratore"

io specificherei ben chiaro nella lettera di convocazione l'invito ai condòmini a procurarsi preventivi di altri amministratori perchè se l'assemblea rimanesse inerte, Elisa sarebbe costretta a rivolgersi all'autorità giudiziaria per far nominare un nuovo amministratore, come pevisto dalla Norma.

In tal caso, l'amministratore nominato dal giudice potrebbe avere un costo molto elevato rispetto ad un professionista trovato sulla piazza.

0001 dice:

Scusami Josefat, ma il dimissionario che responsabilità avrà sul preventivo se lo presenta? Nessuno, per cui lascerei che questo sia effettuato dal neo amministratore che seguirà la gestione futura, il quale potrebbe avere un altro modo di gestire e non quello del precedente.

Per cui io se dimissionario non perderei nemmeno del tempo a preparare un preventivo.

se non viene nominato un nuovo amministratore, la nomina giudiziale non avviene  immediatamente, quindi in questo  periodo  transitorio i  condomini si troveranno almeno un preventivo approvato sulla base del quale  versare le quote al fine di poter onorare gli impegni con i fornitori. 

Certo l'amministratore non sarebbe obbligato, ma per correttezza dovrebbe farlo.

JOSEFAT dice:

se non viene nominato un nuovo amministratore, la nomina giudiziale non avviene  immediatamente, quindi in questo  periodo  transitorio i  condomini si troveranno almeno un preventivo approvato sulla base del quale  versare le quote al fine di poter onorare gli impegni con i fornitori. 

Certo l'amministratore non sarebbe obbligato, ma per correttezza dovrebbe farlo.

Sul tema c'è già stato un ampio dibattito ultimamente qui sul forum, per cui non ho intenzione di risollevarlo.

Modificato da 0001
  • Mi piace 1
Leonardo53 dice:

Volevi dire ai sensi dell'art. 1129?

diciamo che nel caso specifico l'art. 1129 potrebbe essere più appropriato. 

0001 dice:

Sul tema c'è già stato un ampio dibattito ultimamente qui sul forum, per cui non ho intenzione di risollevarlo.

ripeto, l'amministratore dimissionario non è obbligato a presentare un preventivo di spesa, però sarebbe opportuno per i condomini, almeno io mi comporterei così, 

  • Grazie 1
JOSEFAT dice:

diciamo che nel caso specifico l'art. 1129 potrebbe essere più appropriato. 

ripeto, l'amministratore dimissionario non è obbligato a presentare un preventivo di spesa, però sarebbe opportuno per i condomini, almeno io mi comporterei così, 

Infatti non è obbligato ne responsabile, lui si dimette e dopo l'assemblea della mancata nomina del successore si alza lascia la tutte le documentazioni sul tavolo e parte per un isola sperduta del pacifico o sud america, chi lo vieta? La prorogatio imperii non è neppure prevista dal CC.

Ripeto, il tema è stato trattato ultimamente, per cui ritengo inutile risollevarlo.

Modificato da 0001
0001 dice:

Infatti non è obbligato ne responsabile, lui si dimette e dopo l'assemblea delle mancata nomina del successore si alza lascia la tutte le documentazioni e parte per un isola sperduta del pacifico o sud america, chi lo vieta?

nessuno lo vieta, ho solo detto che personalmente per rispetto dei condomini che ho amministratore fino a quel momento presenterei anche un preventivo, 

Oltre tutto non dimentichiamo che fino a quando non viene nominato un nuovo amministratore, anche giudiziale, resta in carica il vecchio mantenendo tutti i potere e tutte le responsabilità.

JOSEFAT dice:

nessuno lo vieta, ho solo detto che personalmente per rispetto dei condomini che ho amministratore fino a quel momento presenterei anche un preventivo, 

E' facoltà ma non obbligo, come detto, il Codice Civile non impone la Prorogatio Imperii (tema già trattato pochi giorni fa)

Modificato da 0001
0001 dice:

E' facoltà ma non obbligo, come detto, il Codice Civile non impone la Prorogatio Imperii

quindi una volta date le dimissioni l'amministratore è libero e non sottoposto alla prorogatio imperi?

anche se si tratta di un condominio con più di otto condomini?

Non so che cosa è stato trattato pochi giorni fa, ma posso essere libero di presentare un preventivo di spesa anche se nella stessa sede rassegno le dimissioni?

Ho detto e ripetuto che non è un obbligo, ma personalmente io lo farei.

JOSEFAT dice:

quindi una volta date le dimissioni l'amministratore è libero e non sottoposto alla prorogatio imperi?

anche se si tratta di un condominio con più di otto condomini?

Quale articolo del codice civile impone la Prorogatio Imperii??

 

Se cerchi la discussione di qualche giorno fa trovi tutti gli elementi, io non ho intenzione di aprire lo stesso dibattito nuovamente.

Modificato da 0001

lasciamo perdere la prorogati imperi, ho solo detto che io in caso di dimissioni presenterei ugualmente un preventivo di spesa, posso essere libero di farlo???

0001 dice:

Quale articolo del codice civile impone la Prorogatio Imperii??

👍👍👍

MADDY60 dice:

👍👍👍

quindi quello che si è detto su questo forum per anni non vale più.

JOSEFAT dice:

lasciamo perdere la prorogati imperi, ho solo detto che io in caso di dimissioni presenterei ugualmente un preventivo di spesa, posso essere libero di farlo???

Certo è tua facoltà, l'avevo detto mi pare al post #11

Modificato da 0001
0001 dice:

Nessuno, è tua facoltà, l'avevo detto mi pare al post #11

appunto, è quello che sto dicendo e credo che siano d'accordo anche altri amministratori.

JOSEFAT dice:

appunto, è quello che sto dicendo e credo che siano d'accordo anche altri amministratori.

Ok, è una facoltà e credo siamo d'accordo, ma non un obbligo che il dimissionario presenti un preventivo in mancanza di nomina del successore e ne segua il proseguo, perchè come detto il giorno dopo parte per l'isola sperduta. 

JOSEFAT dice:

quindi quello che si è detto su questo forum per anni non vale più.

Ehm.... tra le Fonti di Diritto, con tutto il sacro rispetto per CDW....non mi risulta esista quel che dicono alcuni forumisti di CDW....

 

 

0001 dice:

ma non un obbligo che il dimissionario presenti un preventivo in mancanza di nomina del successore e ne segua il proseguo, perchè come detto il giorno dopo parte per l'isola sperduta. 

io non ho mai detto che è un obbligo, ho solo sostenuto che sarebbe opportuno a vantaggio dei condomini e che personalmente mi regolo in questo modo.

0001 dice:

Se cerchi la discussione di qualche giorno fa trovi tutti gli elementi, io non ho intenzione di aprire lo stesso dibattito nuovamente.

se ti riferisci a questa discussione, considera che si parlava di un condominio dove non c'era l'obbligo dell'amministratore, in questo caso è chiaro che non c'è prorogatio.

 

Nella discussione riportata al # 22 alcuni forumisti hanno espresso il proprio parere in merito alla prorogatio imperi, ma non mi sembra che questo sia sufficiente per affermare con certezza che per l'amministratore la prorogatio imperi non esiste.

Modificato da JOSEFAT
JOSEFAT dice:

Nella discussione riportata al # 22 alcuni forumisti hanno espresso il proprio parere in merito alla prorogatio imperi, ma non mi sembra che questo sia sufficiente per affermare con certezza che per l'amministratore la prorogatio imperi non esiste.

scusate,,ma queste famose "attivita' urgenti" a cui sarebbe vincolato l'amministratore in prorogatio quali sarebbero ? 

Delta72 dice:

scusate,,ma queste famose "attivita' urgenti" a cui sarebbe vincolato l'amministratore in prorogatio quali sarebbero ? 

Pagamento bollette dei fornitori in primis ed eventuali fatti urgenti.

  • Grazie 1
×