Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
geom.nicola

Nomina amministratore - valgono i requisiti previsti per un condomino interno al condominio oppure quelli previsti

Nel condominio dove trovasi l'appartemento dove abito sono titolare del Diritto di abitazione.

Per la nomina di amministratore alla quale concorro, valgono i requisiti previsti per un condomino interno al condominio oppure quelli previsti per un incarico di amministratore esterno?

Riporto da Sent. Cass. 12.1.1978 n. 124 che:" La deliberazione concernente la nomina dell'amministratore e la determinazione del compenso da corrispondere al medesimo devono essere adottate dall'assemblea con la preventiva convocazione e con il voto dell'habitator e non del nudo proprietario".

Attendo notizie e suggerimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nel condominio dove trovasi l'appartemento dove abito sono titolare del Diritto di abitazione.

Per la nomina di amministratore alla quale concorro, valgono i requisiti previsti per un condomino interno al condominio oppure quelli previsti per un incarico di amministratore esterno?

Riporto da Sent. Cass. 12.1.1978 n. 124 che:" La deliberazione concernente la nomina dell'amministratore e la determinazione del compenso da corrispondere al medesimo devono essere adottate dall'assemblea con la preventiva convocazione e con il voto dell'habitator e non del nudo proprietario".

Attendo notizie e suggerimenti.

La sentenza che hai citato tratta di usufruttuario e di nudo proprietario e di chi ha diritto di voto nelle varie delibere, in particolare quella per la nomina dell'amministratore, diritto che possiede chi abita nell'appartamento e che di solito è l'usufruttuario;

 

Semplifichiamo: a seconda del tipo della deliberazione oggetto dell'ordine del giorno l'avviso di convocazione dell'assemblea va inviato al nudo proprietario oppure all'habitator. Quindi:all'habitator verrà riconosciuto il diritto di partecipare all'assemblea e di votare allorquando all'ordine del giorno vi siano delibere afferenti all'ordinaria manutenzione in relazione alle quali egli ha gli stessi poteri del condomino. Il diritto di voto in assemblea è modellato sulla base degli stessi criteri: diritto di voto spetta al nudo proprietario o all'usufruttuario a secondo dell'oggetto della deliberazione. Mentre il diritto di voto per deliberare l'esecuzione di riparazioni straordinarie spetta al proprietario anche qualora esse si rendano necessarie in seguito all'inadempimento da parte dell'habitator degli obblighi di ordinaria manutenzione (Cass., 11.1.1968, n. 62). Invece, la deliberazione concernente la nomina dell'amministratore e la determinazione del compenso da corrispondere al medesimo devono essere adottate dall'assemblea con la preventiva convocazione e con il voto dell'habitator e non del nudo proprietario (Cass., 12.1.1978, n. 124).

Fonte /il-diritto-di-abitazione-e-la-gestione-condominiale.1750#ixzz3yz21LPG1https://www.condominioweb.com/il-diritto-di-abitazione-e-la-gestione-condominiale.1750#ixzz3yz21LPG1

http://www.condominioweb.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La risposta non è in linea a quanto posto in domanda.

Mi chiarisco meglio: Io che detengo il diritto di Abitazione nel caso di nomima ad Amm.re debbo avere gli stessi requisisti richiesti per un amm.re esterno ? (corsi di aggiornamento annuali ? etcc?).Cordialiali saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La risposta non è in linea a quanto posto in domanda.

Mi chiarisco meglio: Io che detengo il diritto di Abitazione nel caso di nomima ad Amm.re debbo avere gli stessi requisisti richiesti per un amm.re esterno ? (corsi di aggiornamento annuali ? etcc?).Cordialiali saluti

Chiedo scusa, ma la domanda non era ben chiara, ora lo è e posso rimediare, l'usufruttuario viene considerato alla pari di un condomino, vedi a proposito questo link;

https://www.condominioweb.com/chi-deve-considerarsi-obbligato-nei-confronti-del-condominio-il-nudo-proprietario-o.884

Per cui come condomino e per analogia con i pagamenti, direi può essere nominato amministratore con i requisiti previsti dall'art. 71 bis Dacc;

 

Possono svolgere l'incarico di amministratore di condominio coloro:

a) che hanno il godimento dei diritti civili;

b) che non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l'amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio o per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni;

c) che non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;

d) che non sono interdetti o inabilitati;

e) il cui nome non risulta annotato nell'elenco dei protesti cambiari;

f) che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado

g) che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale

I requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma non sono necessari qualora l'amministratore sia nominato tra i condomini dello stabile.

Per cui non è obbligatorio aver frequentato il corso di formazione iniziale e neppure i corsi di formazione periodica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

secondo me egli non e' un condomino . quindi servono i requisiti dell'amministratore esterno .

 

condòmino s. m. (f. -a, raro) [dal lat. mediev. condominus, comp. del lat. con- e domĭnus «padrone»]. – Chi partecipa a un condominio, comproprietario. In partic., proprietario di un appartamento in un edificio in condominio: i c. si sono riuniti in assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Secondo me l'usufruttuario ha pieno diritto di essere nominato amministratore alle stesse condizioni del condomino, perchè è addirittura lui che può votare per la nomina dell'amministratore e non il nudo proprietario (--> Cass., 12.1.1978, n. 124 post #2), ovvero forse è il nudo proprietario a non poter essere nominato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

una cosa e' aver diritto a nominare l'amministratore altra e' poter essere nominato amministratore .

 

tra usufruttuario e nudo proprietario direi che e' il nudo proprietario a poter essere nominato .

 

comunque geom.nicola non e' ne 'usufruttuario ne' nudo proprietario .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

geom.nicola è usufruttuario

Io che detengo il diritto di Abitazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ripeto il mio punto di vista, il diritto di diventare amministratore agli effetti dell'art. 71 bis, tra nudo proprietario e usufruttuario, dovrebbe spettare a chi dei due ha diritto di voto per la nomina dell'amministratore, cioè l'usufruttuario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

tutti quelli che hanno i requisiti possono essere nominati ,pero' "I requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma non sono necessari qualora l'amministratore sia nominato tra i condomini dello stabile." vale per i condomini .

non "tra coloro che hanno diritto di nominare l'amministratore "

 

l'usufruttuario non e' un proprietario ,il nudo proprietario e' un proprietario .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
tutti quelli che hanno i requisiti possono essere nominati ,pero' "I requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma non sono necessari qualora l'amministratore sia nominato tra i condomini dello stabile."

non "tra coloro che hanno diritto di nominare l'amministratore "

 

l'usufruttuario non e' un proprietario ,il nudo proprietario e' un proprietario .

Rimango della mia idea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

comunque geom.nicola non e' ne' usufruttuario ne' nudo prorietario quindi lui verra' considerato amministratore esterno .

 

- - - Aggiornato - - -

 

i deputati ,senatori e delegati delle regioni hanno diritto di votare il presidente della repubblica ma non per questo tutti hanno i requisiti per diventarlo . io senza essere ne' deputato ne' senatore ne' delegato regionale ho i requisiti per diventarlo .

una cosa e' il diritto di voto ,altra il diritto di ricevere il voto .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
geom.nicola è usufruttuario

il diritto di abitazione e' diverso dall'usufrutto .

 

quindi se il diritto di geom.nicola si limita al diritto d'abitazione non e' un usufruttuario .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
l'usufruttuario non e' un proprietario

Sicuro, sicuro ????

Credo si debba considerare ogni singolo caso a sé stante.

 

Mia madre risiede in un immobile dove gode del diritto di abitazione, quindi è usufruttuaria... ma di quell'immobile ella è anche comproprietaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
comunque geom.nicola non e' ne' usufruttuario ne' nudo prorietario quindi lui verra' considerato amministratore esterno .

 

- - - Aggiornato - - -

 

i deputati ,senatori e delegati delle regioni hanno diritto di votare il presidente della repubblica ma non per questo tutti hanno i requisiti per diventarlo . io senza essere ne' deputato ne' senatore ne' delegato regionale ho i requisiti per diventarlo .

una cosa e' il diritto di voto ,altra il diritto di ricevere il voto .

Stiamo andando fuori tema ma i requisiti per diventare Presidente della Repubblica sono soltanto tre;

  • Art. 84 Costituzione Italiana

Può essere eletto Presidente della Repubblica ogni cittadino (n.d.r. italiano) che abbia compiuto cinquanta anni d’età e goda dei diritti civili e politici.

L’ufficio di Presidente della Repubblica è incompatibile con qualsiasi altra carica.

L’assegno e la dotazione del Presidente sono determinati per legge.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

tua madre sara' anche usufruttuaria oltre a comproprietaria ,ma se avesse solo il diritto di abitazione non e' usufruttuaria .

il diritto di abitazione da diritto solo ad abitare l'immobile al titolare a alla sua famiglia , non puo' utilizzare il bene per altro scopo non puo' cedere il diritto non puo' locarlo etc .

 

cosa ben diversa da cio' che puo' fare l'usuffruttuario . (che puo' fare quasi tutto tranne che vendere il bene )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I diritti d’uso e d’abitazione sono, come l’usufrutto, diritti reali limitati, ma che si differenziano sostanzialmente da quest’ultimo sotto molteplici profili. [...]

Con riguardo ai restanti aspetti (diritti, obblighi, nascita, estinzione, ecc.), si applicano, in quanto compatibili le disposizioni relative all'usufrutto, alle quali si rinvia.

Fonte >>> http://www.dirittierisposte.it/Schede/Proprieta/Diritti-reali/usufrutto_uso_abitazione_id1165369_art.aspx

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

certo ma non sono la stessa cosa .

"I diritti d’uso e d’abitazione sono, come l’usufrutto, diritti reali limitati " non significa che sono uguali ma che tutti e tre sono diritti reali limitati .

se ho il diritto di abitazione non posso locare il bene ,l'usufruttuario puo' farlo e incassa anche l'affitto .

p.s.

1 e 2 sono ,come il 3 , numeri . non significa che sono uguali ma che tutti e tre sono numeri .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

diritto di uso, il titolare e' usuario .

diritto di abitazione ,il titolare e' habitator .

diritto di usufrutto ,il titolare e' usufruttuario .

 

sono tre diritti similari ma diversi ,e tre titolari diversi .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

D'accordo che siamo di fronte a diritti reali limitati e ben distinti uno dall'altro.

Ciò non toglie che per il diritto d'abitazione, con le dovute limitazioni intrinseche, si vadano ad applicare le disposizioni relative all'usufrutto, ergo il diritto di abitazione è trattato alla stregua dell'usufrutto.

 

In attesa di più particolari sulla specifica posizione di geom.nicola, rimango concorde con Tullio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ovviamente a seconda dei casi si applicheranno le disposizioni specifiche dei vari diritti in altri le disposizioni previste per l'usufrutto .

ma il contendere era sul fatto che si considerasse l'habitator come l'usufruttuario .

la mela e' mela ,la pera e' pera , poi si puo' essere concordi nell'affermare che sono frutti .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ecco su questo possono essere d'accordo .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi ero un poco tranquillizzato ma tutta la discussione che è seguita al caso che ho presentato mi sta riportando di nuovo nell'incertezza . Voglio anche aggiungere che io i requisiti per la nomina di amm.re li mancherebbe al momento il corso di aggiornamento (che non serve ad un c.... mi aggiorno di più seguendo CondominioWeb - sono solo arricchimenti per certe associazioni a d...... che NON sono Ordini Professionali che li gestiscono ).Aspettando delle nuove .saluto cordialmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×