Vai al contenuto
plat84

Nomina Amministratore Supercondominio - pertanto 1 testa

Buongiorno,

 

vi espongo il mio caso.

Supercondominio con due edifici, entrambi con il loro delegato

L'edificio A rappresenta 700 millesimi

L'edificio B rappresenta 300 millesimi

 

All'assemblea A vota il suo amministratore e B il suo, A era anche presidente dell'assemblea e dichiara che il suo è il nuovo amministratore.

Secondo il 1136 co. 2 A avrebbe la maggioranza di millesimi, ma essendo due le teste in assemblea non avrebbe l'ulteriore richiesta della legge.

A sta facendo fare il passaggio consegne al nuovo amministratore, mentre B continua a contestare la nomina e minaccia di non presentarsi più alle prossime assemblee, bloccando la gestione del supercondominio.

Secondo voi il ragionamento di A ovvero che lui in quel momento rappresenta 60 teste con 20 è corretto o i delegati rappresentanto il solo edificio pertanto 1 testa?

Salve,

consiglio di leggere questa consulenza:

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Natura giuridica del condominio e supercondominio

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>

 

In merito al caso specifico, si applicano le stesse norme che regolano il condominio. Quindi per le delibere sarà necessaria la sussistenza di entrambe le maggioranze, millesimi e teste.

Se non si raggiunge questa maggioranza si avrà uno stallo e si potrà optare per una nomina giudiziale.

 

Cordiali saluti.

Il rappresentante vale una testa e il valore di quota del supercon dominio .

grazie Peppe64, pertanto l'altro rappresentante (il B) può correttamente impugnare la delibera assembleare in questione.

×