Vai al contenuto
Condominio Russo

Nomina amministratore - non è mai stata invitata nè ad oggi risulta abbia mai ricevuto comunicazione e/o contezza

Buongiorno,

vorrei esporre una piccola problematica di un Condominio di cui sono condomina e proprietaria.

Il fabbricato non ha mai avuto una gestione condominiale in quanto, da regolamento condominiale approvato con il primo atto notarile, la gestione era riservata per due anni al costruttore. Sono trascorsi i due anni e tutti i proprietari hanno deciso di nominare un amministratore esterno. Hanno contattato una persona, hanno fatto una specie di assemblea e, da vox populi, questo nuovo amministratore avrebbe già dovuto essere operativo dal mese di Giugno 2020 anche se non si è mai visto. Penso che questo tipo di procedura non sia affatto corretta atteso che la parte costruttrice, che ad oggi possiede ancora delle proprietà in quel fabbricato, non è mai stata invitata nè ad oggi risulta abbia mai ricevuto comunicazione e/o contezza dell'esistenza di questo amministratore. Sarà quindi possibile contestare questo modus operandi per far si che tutto venga fatto nella norma onde evitare, già dall'inizio, antipatici iter legali.

Grazie

Condominio Russo dice:

Buongiorno,

vorrei esporre una piccola problematica di un Condominio di cui sono condomina e proprietaria.

Il fabbricato non ha mai avuto una gestione condominiale in quanto, da regolamento condominiale approvato con il primo atto notarile, la gestione era riservata per due anni al costruttore. Sono trascorsi i due anni e tutti i proprietari hanno deciso di nominare un amministratore esterno. Hanno contattato una persona, hanno fatto una specie di assemblea e, da vox populi, questo nuovo amministratore avrebbe già dovuto essere operativo dal mese di Giugno 2020 anche se non si è mai visto. Penso che questo tipo di procedura non sia affatto corretta atteso che la parte costruttrice, che ad oggi possiede ancora delle proprietà in quel fabbricato, non è mai stata invitata nè ad oggi risulta abbia mai ricevuto comunicazione e/o contezza dell'esistenza di questo amministratore. Sarà quindi possibile contestare questo modus operandi per far si che tutto venga fatto nella norma onde evitare, già dall'inizio, antipatici iter legali.

Grazie

Può contestare ed impugnare solo chi risulta pretermesso nella convocazione.

SaintJames dice:

Può contestare ed impugnare solo chi risulta pretermesso nella convocazione.

Si Grazie,

ma la parte costruttrice vuole contestare adesso perchè non è stata mai invitata e quindi come può fare per contestare

 

Condominio Russo dice:

Penso che questo tipo di procedura non sia affatto corretta atteso che la parte costruttrice, che ad oggi possiede ancora delle proprietà in quel fabbricato, non è mai stata invitata nè ad oggi risulta abbia mai ricevuto comunicazione e/o contezza dell'esistenza di questo amministratore. Sarà quindi possibile contestare questo modus operandi per far si che tutto venga fatto nella norma onde evitare, già dall'inizio, antipatici iter legali.

Oramai siete nelle vie legali se non tutti i condomini sono stati invitati perchè chi non è stato invitato ha la possibilità di far annullare tutte le delibere adottate.La frittat orami è fatta.

Modificato da Dino40
Condominio Russo dice:

Si Grazie,

ma la parte costruttrice vuole contestare adesso perchè non è stata mai invitata e quindi come può fare per contestare

 

Se non ha mai ricevuto la convocazione per impugnare ha 30 giorni di tempo da quando riceve il verbale di assemblea.
Per impugnare deve ricorrere alla mediazione.

Modificato da SaintJames
Dino40 dice:

Oramai siete nelle vie legali se non tutti i condomi9ni sono stati invitati perchè chi non è stato invitato ha la possibilità di far annullare tutte le delibere adottate.La frittat orami è fatta.

SaintJames dice:

Se non ha mai ricevuto la convocazione per impugnare ha 30 giorni di tempo da quando riceve il verbale di assemblea.
Per impugnare deve ricorrere alla mediazione.

Se verrà consegnato il verbale proveremo ad impugnarlo sicuramente. Quindi attendiamo anche se non è nemmeno giusto che le bollette relative alla fornitura di energia elettrica al fabbricato per uso comune continuano ad arrivare alla società costruttrice che le sta pagando. Per questo volevamo partire con qualche diffida o similare

Grazie mille

Condominio Russo dice:

Se verrà consegnato il verbale proveremo ad impugnarlo sicuramente. Quindi attendiamo anche se non è nemmeno giusto che le bollette relative alla fornitura di energia elettrica al fabbricato per uso comune continuano ad arrivare alla società costruttrice che le sta pagando. Per questo volevamo partire con qualche diffida o similare

Grazie mille

Non capisco. Tu sei la società costruttrice o un suo amico? Se sei la società e non solo non sei stato invitato all'assemblea, ma paghi anche le bollette?  E così? Se è così non apettare il verbale perchè non ti arriverà visto che non ti hanno convocato per l'assemblea e perciò agisci subito.

Modificato da Dino40
Dino40 dice:

Non capisco. Tu sei la società costruttrice e non solo non sei stato invitato all'assemblea, ma paghi anche le bollette?  E così? Se è così non apettare il verbale perchè non ti arriverà visto che non ti hanno convocato per l'assemblea e perciò agisci subito.

E' quello che voglio fare e quindi posso agire solo legalmente con diffida ma contro chi? al nuovo amministratore? Eh no perchè diffidarlo significa che sono a conoscenza che lui è amministratore, quindi devo aspettare che mi arrivi qualcosa per iscritto.

Condominio Russo dice:

E' quello che voglio fare e quindi posso agire solo legalmente con diffida ma contro chi? al nuovo amministratore? Eh no perchè diffidarlo significa che sono a conoscenza che lui è amministratore, quindi devo aspettare che mi arrivi qualcosa per iscritto.

Finché non ti arriva il verbale dell'assemblea, tramite una spedizione tracciata (quindi no per posta elettronica semplice) non puoi impugnare.

Ma indipendentemente da questo: perché non disdici la fornitura di energia elettrica a tuo nome?
Quando ti arriverà il verbale potrai impugnare l'elezione del nuovo amministratore e comunque ripetere le bollette che hai pagato per conto del condominio.
Decorsi due anni nulla spetta a te di pagare per conto del condominio.

Modificato da SaintJames
Condominio Russo dice:

con diffida ma contro chi?

Contro il condominio e chi ha organizzato l'assemblea. Comunque ti serve un avvocato e perciò lui sa come agire.

 

Modificato da Dino40
SaintJames dice:

Finché non ti arriva il verbale dell'assemblea, tramite una spedizione tracciata (quindi no per posta elettronica semplice) non puoi impugnare.

Ma indipendentemente da questo: perché non disdici la fornitura di energia elettrica a tuo nome?
Quando ti arriverà il verbale potrai impugnare l'elezione del nuovo amministratore e comunque ripetere le bollette che hai pagato per conto del condominio.

Ok grazie

SaintJames dice:

Finché non ti arriva il verbale dell'assemblea,

Il verbale non gli arriverà mai visto che non è stato convocato.

Dino40 dice:

Il verbale non gli arriverà mai visto che non è stato convocato.

Lo può richiedere al nuovo amministratore.

SaintJames dice:

Lo può richiedere al nuovo amministratore.

Il verbale non gli serve proprio. Deve agire subito tramite avvocato per contestare la mancata convocazione e ovviamente in tale fase chiederà l'annullamento delle delibere per irregolarità.

Hai detto di essere stato amministratore e perciò sai che se non avevi convocato un condomino non gli spedivi certo il verbale per non metterlo sulla strada per impugnare il tutto o no?

Dino40 dice:

Il verbale non gli serve proprio. Deve agire subito tramite avvocato per contestare la mancata convocazione e ovviamente in tale fase chiederà l'annullamento delle delibere per irregolarità.

Hai detto di essere stato amministratore e perciò sai che se non avevi convocato un condomino non gli spedivi certo il verbale per non metterlo sulla strada per impugnare il tutto o no?

Se legalmente dopo due anni non doveva più pagare le utenze del condominio, io le avrei staccate poi facessero i condòmini come vogliono.

SaintJames dice:

Se legalmente dopo due anni non doveva più pagare le utenze del condominio, io le avrei staccate poi facessero i condòmini come vogliono.

Non puoi suggerire stupidaggini simili!!! Staccare le utenze, lo sai, significa beccarsi una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Doveva fare la voltura semmai e chiedere il rimborso ai condomini. Per fare le cose bene bisogna seguire la prassi giusta e la  tua emotività la devi lasciare da parte.  Si deve ragionare razionalmente e freddamente altrimenti si sbaglia e si fanno cappelle.

Modificato da Dino40
Dino40 dice:

Non puoi suggerire stupidaggini simili!!! Staccare le utenze, lo sai, significa beccarsi una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Doveva fare la voltura semmai e chiedere il rimborso ai condomini. Per fare le cose bene bisogna seguire la prassi giusta e la  tua emotività la devi lasciare da parte.  Si deve ragionare razionalmente e freddamente altrimenti si sbaglia e si fanno cappelle.

Interruzione di Pubblico servizio?
In un condominio?
😓
Ma poi chi ha parlato di interruzione?
Io ho solamente detto di interrompere la fornitura di energia elettrica (= staccare) a nome della società. Stai poi all'amministratore ad accenderne contestualmente una a nome del condominio.
Non è compito della società, scaduti due anni, fare da balia ancora al condominio.

Modificato da SaintJames

ciao

Potrebbe anche essere che l'invito è stato spedito a tutti tempestivamente, ma che l'autore del post non abbia ritirata la raccomandata, per cui va accertato se c'è stata l'assemblea o meno, per cui, prima di fasciarsi la testa, farebbe bene a sentire anche telefonicamente chi dovrebbe essere stato eletto e chiedergli di avere copia del verbale, in quanto, sino alla nomina del nuovo, la garanzia della continuità nella erogazione dei servizi è e rimane in capo all'impresa.   Cosa ha presentato l'impresa come rendiconto ?  E' stato approvato ? 

 

Diversamente attenderei l'arrivo del verbale per riscontrare se le cose sono state fatte rispettando le norme.    Qualche forzatura però c'è senz'altro, visto che la convocazione in prima istanza è compito dell'amministratore in carica.   

 

All'autore poi vorrei chiedere se ci sono lamentele per vizi di costruzione !

Condominio Russo dice:

Buongiorno,

vorrei esporre una piccola problematica di un Condominio di cui sono condomina e proprietaria.

Il fabbricato non ha mai avuto una gestione condominiale in quanto, da regolamento condominiale approvato con il primo atto notarile, la gestione era riservata per due anni al costruttore. Sono trascorsi i due anni e tutti i proprietari hanno deciso di nominare un amministratore esterno. Hanno contattato una persona, hanno fatto una specie di assemblea e, da vox populi, questo nuovo amministratore avrebbe già dovuto essere operativo dal mese di Giugno 2020 anche se non si è mai visto. Penso che questo tipo di procedura non sia affatto corretta atteso che la parte costruttrice, che ad oggi possiede ancora delle proprietà in quel fabbricato, non è mai stata invitata nè ad oggi risulta abbia mai ricevuto comunicazione e/o contezza dell'esistenza di questo amministratore. Sarà quindi possibile contestare questo modus operandi per far si che tutto venga fatto nella norma onde evitare, già dall'inizio, antipatici iter legali.

Grazie

La procedura per nominare l'amministratore è questa che hai descritto, cioè fare un'assemblea convocando tutti, nominarlo e affidargli l'incarico e le carte delle vecchie gestioni.

I dubbi possono riguardare la regolarità formale delle convocazioni, accettazione e nomina incarico, ma su questo non hai detto niente che possa farci comprendere come sono andate le cose, se bene o male.

Comunque se tutti i condomini sono contenti e l'amministratore pure, accertati soltanto che tutti abbiano effetti amente ricevuto la delibera di nomina, perché così decorsi 30 gg. si elimina il rischio degli antipatici iter legali che stai paventando.

Salve a tutti,

facendo seguito alla problematica esposta lunedi scorso, mi è pervenuta via pec la convocazione di assemblea da parte dell'amministratore che non ho mai conosciuto e che all'ordine del giorno ha inserito ratifica della sua nomina, ratifica del suo compenso e ratifica di tutto quello che ha fatto da giugno 2020. Posso contestare già da adesso oppure attendere il verbale per impugnarlo nei 30 giorni anche per tutte le riunioni e verbali che ha fatto precedentemente e che non ho mai ricevuto nulla. Inoltre nel bilancio preventivo allegato non ha inserito l'assicurazione del fabbricato. A ciò si aggiunge che nell'ordine del giorno, di accordo con un proprietario, ha inserito lavori straordinari a farsi in quanto questo proprietario ha problemi all'interno della sua unità immobiliare per infiltrazioni provenienti dal terrazzo di copertura. Nulla questio alla nomina dell'Amministratore ma credo che la partenza sia proprio sbagliata. 

Se sei stato convocato via pec decadono i discorsi fatti prima. Non dici se per caso non hai ritirato una raccomandata e perciò prima di imbarcarsi in una causa controllerei bene.

Modificato da Dino40
Dino40 dice:

Se sei stato convocato via pec decadono i discorsi fatti prima. Non dici se per caso non hai ritirato una raccomandata e perciò prima di imbarcarsi in una causa controlleremo bene.

No non ho ricevuto nulla questa è stata la prima, ma comunque in questa prossima si possono invalidare e non ratificare tutte le cose che questo signore ha fatto?

Condominio Russo dice:

Salve a tutti,

facendo seguito alla problematica esposta lunedi scorso, mi è pervenuta via pec la convocazione di assemblea da parte dell'amministratore che non ho mai conosciuto e che all'ordine del giorno ha inserito ratifica della sua nomina, ratifica del suo compenso e ratifica di tutto quello che ha fatto da giugno 2020. Posso contestare già da adesso oppure attendere il verbale per impugnarlo nei 30 giorni anche per tutte le riunioni e verbali che ha fatto precedentemente e che non ho mai ricevuto nulla. Inoltre nel bilancio preventivo allegato non ha inserito l'assicurazione del fabbricato. A ciò si aggiunge che nell'ordine del giorno, di accordo con un proprietario, ha inserito lavori straordinari a farsi in quanto questo proprietario ha problemi all'interno della sua unità immobiliare per infiltrazioni provenienti dal terrazzo di copertura. Nulla questio alla nomina dell'Amministratore ma credo che la partenza sia proprio sbagliata. 

ciao

ha convocato l'assemblea e può aver messo all'ordine del giorno tutti gli argomenti che descrivi, il che non è un problema, visto che poi sarà l'assemblea a decidere.

Chiede la ratifica della sua nomina in quanto forse vuol sanare eventuali anomalie della delibera che lo ha nominato.     Che non abbia inserito l'assicurazione può essere che questa non c'era, ma è facilmente rimediabile il tutto.

Vai in assemblea e chiedi di vedere la delibera della sua nomina, e poi, regolati di conseguenza.   In ogni caso, anche se appoggiato dall'impresa, è un passo migliorativo rispetto a prima.

Condominio Russo dice:

No non ho ricevuto nulla questa è stata la prima, ma comunque in questa prossima si possono invalidare e non ratificare tutte le cose che questo signore ha fatto?

Condominio Russo dice:

No non ho ricevuto nulla questa è stata la prima, ma comunque in questa prossima si possono invalidare e non ratificare tutte le cose che questo signore ha fatto?

ok vediamo che succede. Grazie

camillo50 dice:

ciao

ha convocato l'assemblea e può aver messo all'ordine del giorno tutti gli argomenti che descrivi, il che non è un problema, visto che poi sarà l'assemblea a decidere.

Chiede la ratifica della sua nomina in quanto forse vuol sanare eventuali anomalie della delibera che lo ha nominato.     Che non abbia inserito l'assicurazione può essere che questa non c'era, ma è facilmente rimediabile il tutto.

Vai in assemblea e chiedi di vedere la delibera della sua nomina, e poi, regolati di conseguenza.   In ogni caso, anche se appoggiato dall'impresa, è un passo migliorativo rispetto a prima.

Mi sembra che il post di @camillo50 metta a fuoco bene tutta la questione. Potrebbe anche essere una persona  precisa perchè come dice Camillo forse si è reso conto che non tutto quello che hanno fatto i condomini sia cristallino e forse vuol sanare qualche eventuale anomalia della delibera che lo ha nominato. 

Io sarei presente all'assemblea e chiederei  di vedere la delibera della sua nomina e valuterei bene come risponde e come si comporta perchè, ripeto, l'errore potrebbe averlo fatto anche un condomino.  E se fosse una persona in gamba perchè perderlo?

×