Vai al contenuto
Giari

Nomina amministratore

Buongiorno, 

Noi Siam un condominio di 4 appartamento e tre proprietari. Abbiamo incontrato un amministratore che è piaciuto a tutti ma ora il condomino che ha due appartamenti con ogni genere di scusa rinvia sempre l'incontro per nominarlo. Noi e l'altro condomino (2 appartamenti in totale ) avremo una certa urgenza di nominarlo dato che siamo sempre in ritardo con bollette, aree comuni in stato di degrado. Come possiamo fare? Spero di essere stata chiara

ciao

 

convocate direttamente voi una assemblea con all'ordine del giorno la nomina.

Nel corso di tale assemblea, se avete i numeri, lui si dovrà adeguare.

Scusa la mia ignoranza, quali sono i numeri? Praticamente sia due condomini proprietari di due appartamenti a volerlo nominare subito e un condomino proprietario di due appartamenti a rinviare sempre. La metà basta?

Giari dice:

Scusa la mia ignoranza, quali sono i numeri? Praticamente sia due condomini proprietari di due appartamenti a volerlo nominare subito e un condomino proprietario di due appartamenti a rinviare sempre. La metà basta?

Per nominare un amministratore serve la maggioranza degli intervenuti ed almeno metà del valore dell'edificio.

Se non avete le tabelle millesimali potete vedere i valori delle rendite  catastali dei 4 appartamenti e se i due proprietari con un appartamento ciascuno raggiungono almeno lo stesso valore degli altri due appartamenti, avete tutti i numeri necessari.

Se avete già individuato l'amministratore che vi piace, fatevi aiutare da lui a estrarre i valori delle rendite catastali che si possono estrarre gratuitamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate, conoscendo il numero del foglio e della particella dell'edificio.
Se sei pratico (numero foglio e particella li trovi nel tuo atto di acquisto) puoi vedere tu stesso a questo link:

https://sister.agenziaentrate.gov.it/CitizenVisure/index.do

 

Buongiorno a tutti,

in un passaggio di consegne per cambio amministatore,

che documenti deve lasciare il vecchio al nuovo?

Inoltre, per il cambio del nome sul c/c condominiale serve la delibera condominiale con la nomina del nuovo amministratore?

Serve altro?

Grazie mille.

 

raffaele.d dice:

in un passaggio di consegne per cambio amministatore,

che documenti deve lasciare il vecchio al nuovo?

L'amministratore uscente deve consegnare all'amministratore entrante tutti i documenti in suo possesso, compreso ogni giustificativo di spesa.

 

raffaele.d dice:

Inoltre, per il cambio del nome sul c/c condominiale serve la delibera condominiale con la nomina del nuovo amministratore?

Si serve innanztutto la delibera condominiale di nuova nomina ma di solito le banche chiedono anche il certificato che rilascia l'Agenzia delle Entrate relativo al cambio di rappresentante di condominio che l'amministratore entrante dovrà presentare all'Agenzia delle Entrate compilando l'apposito modello AA5/6

Io vorrei fare l'amministratore nel.mio condominio, sono un proprietario e non sono iscritto a nessun albo, mi è stato detto che posso. 

In pratica cosa dovrei chiedere a AdE?

Altra domanda, per il mod. 770 potrei rivolgermi ad un Caaf? Abbiamo solo 4 fatture annue.

Modificato da raffaele.d
camillo50 dice:

ciao

 

convocate direttamente voi una assemblea con all'ordine del giorno la nomina.

Nel corso di tale assemblea, se avete i numeri, lui si dovrà adeguare.

Buonasera, mi riallaccio al quesito sopra...
Siamo 10 condomini tutti residenti nel palazzo + 1 che è praticamente sparito da anni. E' proprietario di un box . Come dobbiamo comportarci per la nomina dell'amministratore?? E per rifare le tabelle millesimali??? Si può procedere senza comunicare nulla a quest'ultimo? 
La legge prevede che la comunicazione di un'assemblea venga inviati a tutti i condomini.
Mi suggerite se è legittimo procedere senza l' 11° condomino ??
Spero di essermi spiegata,
Grazieee in anticipo

saraMartino dice:

Mi suggerite se è legittimo procedere senza l' 11° condomino ??

L'assemblea la potete fare anche senza il proprietario del box ma la convocazione gliela dovete inviare tramite raccomandata postale presso la sua residenza, anche se è sparito e non la ritirerà.

Conoscere la residenza del proprietario è facile, basta fare una visura catastale e troverete il codice fiscale del proprietario. Con il codice fiscale andate al Comune e controllate che abbia la residenza in quel Comune, altrimenti, una qualsiasi Ahenzia Immobiliare farà una ricerca a livello nazionale e, se fosse necessario, anche nell'elòenco dei cittadini italiani residenti all'estero.

Per la nomina dell'amministratore non è necessaria l'unanimità ma è sufficiente il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti che rappresenti almeno la metà del valore dell'edificio (500 millesimi),

Per quanto riguarda le convocazioni, il tutto è regolamentato dall'articolo 66 di attuazione del codice civile di cui ti allego uno stralcio:

 

Articolo 66 d.a.c.c.

L’assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall’articolo 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall’amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell’edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

In mancanza dell’amministratore, l’assemblea tanto ordinaria quanto straordinaria può essere convocata a iniziativa di ciascun condomino.

L’avviso di convocazione, contenente specifica indicazione dell’ordine del giorno, deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data fissata per l’adunanza in prima convocazione, a mezzo di posta raccomandata, posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mano, e deve contenere l’indicazione del luogo e dell’ora della riunione 

Modificato da Leonardo53
Leonardo53 dice:

L'assemblea la potete fare anche senza il proprietario del box ma la convocazione gliela dovete inviare tramite raccomandata postale presso la sua residenza, anche se è sparito e non la ritirerà.

Conoscere la residenza del proprietario è facile, basta fare una visura catastale e troverete il codice fiscale del proprietario. Con il codice fiscale andate al Comune e controllate che abbia la residenza in quel Comune, altrimenti, una qualsiasi Ahenzia Immobiliare farà una ricerca a livello nazionale e, se fosse necessario, anche nell'elòenco dei cittadini italiani residenti all'estero.

Per la nomina dell'amministratore non è necessaria l'unanimità ma è sufficiente il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti che rappresenti almeno la metà del valore dell'edificio (500 millesimi),

Per quanto riguarda le convocazioni, il tutto è regolamentato dall'articolo 66 di attuazione del codice civile di cui ti allego uno stralcio:

 

Articolo 66 d.a.c.c.

L’assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall’articolo 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall’amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell’edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

In mancanza dell’amministratore, l’assemblea tanto ordinaria quanto straordinaria può essere convocata a iniziativa di ciascun condomino.

L’avviso di convocazione, contenente specifica indicazione dell’ordine del giorno, deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data fissata per l’adunanza in prima convocazione, a mezzo di posta raccomandata, posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mano, e deve contenere l’indicazione del luogo e dell’ora della riunione 

Grazie mille!!!
Gentilissimo, scusami non avevo letto la tua risposta prima di scrivere un nuovo post.

saraMartino dice:

Grazie mille!!!
Gentilissimo, scusami non avevo letto la tua risposta prima di scrivere un nuovo post.

Grazie a te

×