Vai al contenuto
peter54

Negozio e bar su marciapiede pubblico.

Ciao a tutti,

Ho quasi vergogna a scrivere cosa può ancora accadere in Italia nel 2014. La storia che mi è capitata è molto complessa e sarebbe troppo lunga da raccontare tutta, mi limito a descrivere a grandi linee. Ho un negozio in locali di mia proprietà da circa 30 anni, confinante col mio c’era un altro negozio che ha chiuso e il locale è stato affittato ed è diventato un bar. Davanti ai 2 negozi c’è un marciapiede comunale. Questo nuovo barista che conoscevo da sempre per aprire la nuova attività ha commesso circa 15 abusi edilizi tutti denunciati anche alla procura, ma causa amicizie politiche non è successo niente. Gli abusi sono verso soggetti diversi, provo a sintetizzare: Verso di me: Ha costruito un dehor abusivo sul marciapiede e non contento l’ha spinto fin contro la mia tenda (certo che appoggia sul marciapiede, ma entra nella mia proiezione). Ha messo paratie cieche togliendomi la visuale sulla via principale, ha occupato quasi tutto il marciapiede in tal modo la gente non passa più davanti alle mie vetrine. Verso il condominio: si è attaccato con le tende al terrazzo inchiodandovi uno scatolato di oltre 4 mt in cui alloggia la tenda e il motore (siamo in centro storico con 2 vincoli e in zona sismica), ha bucato il muro portante , muro di 60 cm, per mettere il contatore enel, ha messo 2 nuove insegne elettrificate, sulla facciata tutto questo senza nessuna autorizzazione. Verso il comune: ha costruito un dehor abusivo perché aveva il permesso solo di “posa sedie e tavoli”, ha occupato quasi tutto il marciapiedi senza lasciare spazio di legge per portatori di handicap (come descritto dai vigili che hanno fatto il sopraluogo), è sparita una panchina che era davanti al bar (non si sa chi sia stato e non posso dire niente) Verso Poste Italiane: C’era e c’è ancora sul muro una buca per le lettere ed è rimasta dentro al dehor e quando il bar è chiuso, la porta viene chiusa a chiave rendendo impossibile avvicinarsi alla buca. Verso l’asl: per aprire il nuovo bar ha dovuto prevedere 2 bagni e 2 antibagni, ( con l’accesso agli atti sono entrato in possesso della planimetria), peccato che in realtà c’è solo 1 bagno. All’ingresso c’è anche uno scalino perciò avrebbe dovuto fare come tutti gli altri , uno scivolo e invece dello scivolo non c’è traccia:ho scoperto perché manca lo scivolo: sulla planimetria che hanno prodotto, il marciapiede e il pavimento sono su una unica riga orizzontale. Non essendoci dislivello, solo un pazzo potrebbe prevedere uno scivolo..Ho telefonato alla asl, al responsabile e mi ha risposto che non c’entra niente l’asl con i disabili, in comune vi ho spiegato già come stanno le cose…,ho gia cambiato 3 avvocati sena risultati, VI CHIEDO : c’è qualcuno in Italia che mi sa dire cosa dovrei fare perché non l’arroganza e il potere non abbia ancora una volta a vincere?? Grazie

Se qualche avvocato o giudice mi leggesse e mi volesse aiutare, ho molte foto e quasi tutti gli atti in pdf e posso inviarli in qualsiasi momento

Grazie

pietro

peterpra@libero.it

Prova con le Iene...o con Striscia la Notizia:cool:

Incredibilmente il potere è in mano al Gabibbo, sebbene, forse, anche NAS e GdF - a volte - possono qualcosa. Sarebbe interessante sapere in quale regione si trova.

Pontremoli è in Toscana.

IL NAS e lGdF non hanno competenze sul caso descritto....basterebbe solo si attivasse la polizia urbana alias vigili su mandato del Comune.

 

Ormai non c'è più ritegno.

Vedi quali sono i reati o illeciti amministrativi per cui si deve procedere d'ufficio. Se ne trovi puoi fare una segnalazione (delazione) alle Autorità, Procura o Vigili che siano. Poi saranno loro a valutare se omettere gli atti dovuti (reato) oppure procedere come si dovrebbe.

Per quanto riguarda la tua posizione senza dubbio hai ragione di poter condurre la tua attività senza che altri ti disturbino o intralcino. Penso che le tasse le paghi quindi hai diritto ad essere tutelato.

Certo...la delazione non è uno strumento moralmente corretto. Far la spia è un po' da carognette.... tipo Giuda con Gesù ;o

Il barista viola delle norme amministrative che peraltro in altri Paesi più evoluti dell'Italia non esistono. Il consiglio che ti do è di parlare al barista e chiedere di riposizionare i suoi arredi per non nuocere la tua attività. Certo che se è un prepotente la vedo difficile. Di gente così ce n'è troppa in Italia.

Da valutare con chi ne capisce di legge, che può esser solo uno scafato legale, se sia fattibile presentare un esposto (o denuncia) presso Carabinieri o Procura della Repubblica per omissioni atti d'ufficio a danno di tutte le autorità pubbliche.

Se vi sono i presupposti, il reato è perseguibile d'ufficio, il che implica che presentato l'esposto (o la denuncia) poi le indagini si avviano automaticamente per tutti gli accertamenti del caso.

http://www.federfida.org/index.php/domanderisposte/schede-utili/89-omissionerifiuto-atti-dufficio

Scusate se mi reintroduco, nel mio caso, la cosa più schifosa è che questo signore, l’ultima volta che mi ha parlato, ha detto “IO QUI’ FACCIO QUEL ... CHE VOGLIO …. Mi sembrava impossibile sentire nel 2014, in Toscana (dove sono nati quasi tutti i personaggi che hanno fatto grande l’Italia) sentire una frase simile. Eppure grazie alla politica (intesa nel senso più infame del termine..) questo “signore” ha potuto fare ….”quel ... che vuole..” Il bello è che gli abusi non li ha fatti in un luogo privato o nascosto, no, li ha fatti in una piazza del centro storico … credetemi se vi dico che un impiegato della PROCURA mi ha suggerito di cercarmi un avvocato di un’altra provincia.. cosa che io ho fatto … Vi rendete conto? Per sperare di avere giustizia, serve un avvocato di un’altra provincia, sperando che questi non abbia legami con i potenti di questa provincia, altrimenti sarà stato tutto inutile. Mi chiedo se per questa Italia mio nonno abbia fatto bene a fare il suo dovere nella prima guerra mondiale fino a rimetterci la pelle, lasciando mia nonna con cinque figli piccoli da crescere … Spero sia morto convinto che non sarebbe finita così..

Scusate ancora lo sfogo

 

Caldamente invitato a moderare i termini,grazie!

×