Vai al contenuto
Giacomo Spuntarelli

Muffa, umidità, sfratto

Salve,mi chiamo Giacomo Spuntarelli, vivo a Monterotondo (Rm). Vivo in una mansarda affetta da muffa ed umidità.  Il contratto è scaduto,la proprietaria dell'immobile mi ha mandato la lettera di sfratto,ed il giudice ha emesso una sentenza di pagamento per il periodo covid. Non posso pagare perché sono disoccupato e non sto percependo il reddito di cittadinanza. Ho una patología ai polmoni, nel 2007 ho contratto la TBC. Mia madre con la quale convivere,pensionata si 80 anni,è venuta a mancare 5 mesi fa,per questioni gravi di salute anche conseguenti dall'umidità. La proprietaria dell'immobile si è sempre rifiutata di consegnarmi le chiavi dei locali contatori della luce,se scatta,nessuno dei condomini mi da le chiavi perché la suddetta proprietaria ha intimato gli stessi a non darmi nulla. Il precedente avvocato,non ha esposto al giudice tutti i fatti e mi ritrovo ora ad abbandonare la mansarda probabilmente a settembre. Respiro male,ho una forte depressione,e sto vivendo in scarse condizioni igieniche non avendo la caldaia funzionante perché la proprietaria della mansarda,avendo fatto il contratto irregolare,non ha mai voluto cambiarla né accettare accordi. Mi hanno staccato il gas ed ora non potendo pagare nemmeno la luce,mi staccheranno anche quella. Se mi succede qualcosa ed ho il cellulare scarico,non posso fare nemmeno una chiamata d'emergenza. Per cortesia, potete dirmi cosa devo fare,sono disperato. Ho una forte depressione. Quali sono i miei diritti? Cosa posso fare in breve tempo con la mansarda mentre cerco lavoro? Grazie mille per il Vs. Tempo. Saluti. 

credo che dovresti segnalare la situazione agli assistenti sociali del luogo, sembra che  sei all'estremo e ti dovrebbero dare una mano, un aiuto ti ci vuole tanta solidarietà attiva.

 

Antonio

Ciao Antonio. Purtroppo le assistenti sociali non fanno nulla. Sanno solo dire che possono farmi avere un pasto caldo.  Ho fatto domanda per la casa popolare al posti di mia madre ma ho 2 punti in meno rispetto a lei perché non ho a carico nessuno. Ancora no,perché la mia compagna messicana verrà in primavera con i suoi 3 figli per sposarci. Se avessi denaro,me ne andrei io lì. Mia madre ha fatto domanda per 25 anni ma non le è stata mai riconosciuta (per 25banni al 3° posto con 8 punti).  Monterotondo è piena di case popolari ma sono bloccate. Le danno solo agli stranieri (non sono razzista) ed anche a chi non ne ha diritto. Dicono he non ci sono più case popolari a Monterotondo. Lo dicono a tutti,ma tutti sanno che non è vero ma nessuno fa nulla. Tornando a me,non sono tutelato né dal comune di residenza né dallo stato come tutti gli italiani poveracci come me. Avrei pensato di chiamare una televisione locale,ma nel frattempo ci rimetto di salute. Lavoro nemmeno a parlarne con tutti i tentativi che faccio anche di notte su internet,tanto non dormo perché oltretutto ho l'ansia. 

 

Non ho capito cosa ti impedisce di percepire il reddito di cittadinanza.

Mi pare che nella tua situazione non dovresti avere problemi di sorta.

Rivolgiti ad un caf territoriale e chiedigli supporto nella preparazione ed inoltro della domanda.

Inoltre se hai patologie gravi e invalidanti come dici potresti anche avere diritto ad aiuti statali, anche qui un caf potrebbe aiutarti.

Giacomo Spuntarelli dice:

Per cortesia, potete dirmi cosa devo fare,sono disperato.

@Giacomo Spuntarelli Monterotondo ha degli ottimi ed efficienti servizi sociali,ed ha un'amministrazione comunale molto sensibile a problemi come i tuoi.

Fidati.

Contattali al più presto.

ciao.

angus dice:

Non ho capito cosa ti impedisce di percepire il reddito di cittadinanza.

Mi pare che nella tua situazione non dovresti avere problemi di sorta.

probabilmente non poteva se viveva con la madre titolare di pensione, stesso nucleo, e già con reddito.

Magari ora potrà invece

ma se si sposa il nucleo diventa lui, moglie e figli di questa... se nessuno ha un lavoro, non basta un reddito di cittadinanza, se la moglie avrà lavoro, lui difficilmente  avrà il rdc

Mi rivolgo all'opener.

Recati quindi al più presto da un caf per far controllare la tua situazione attuale ai fini dell'assegnazione del reddito di cittadinanza.

E visto che ci sei fai analizzare anche la tua situazione futura perchè potresti ritrovarti con 3 o 4 persone da mantenere e introiti tutt'altro che sufficienti.

Modificato da angus
  • Mi piace 1
×