Vai al contenuto
efisio

Morosità vs. gestore

Buongiorno.

In 9 mesi di mandato il nuovo amm.re è riuscito a malapena a farsi dare le carte dal vecchio amm.re. E accadeva 40 gg. fa.

Recentemente gli è arrivato un avviso di morosità/distacco a 4 zeri da un gestore.

 

Il problema è che dall'ultimo bilancio approvato (2010), residuavano delle morosità che non si sa se sono state saldate. Il 2011 non venne approvato.

 

Il nuovo amm.re, seppur senza carte, non ha però chiesto le ricevute dei pagamenti 2011 e 2012.

 

Ora, come si può fare per non gravare il pagamento della fornitura solo su chi aveva già pagato a suo tempo?

 

Grazie

La competenza ad agire per ottenere un provvedimento d’urgenza (il procedimento è noto come ricorso ex art. 700 c.p.c.), salvo particolari disposizioni del regolamento di condominio, spetta al neo amministratore senza necessità di autorizzazione assembleare.

 

E' stato fatto?

No, non ha fatto nulla.

Al momento ha creato confusione perchè non si sa:

 

-se le morosità dei condomini sono rientrate;

-se le carte consegnate sono tutte;

-se sarà possibile ricostruire i consuntivi 2011-2012;

-a quale periodo è relativa la morosità del gestore, poichè il signore si guarda bene dal rispondere a chi glielo ha chiesto per iscritto.

 

La sensazione è che non abbia voglia, nè tempo di mettere ordine al pregresso, tirando così una linea e abbonando le morosità pregresse.

 

Come si può fare per far pagare prima chi era moroso ed evitare l' "amnistia"?

 

Grazie.

1130-bis. Rendiconto condominiale

L'assemblea condominiale può, in qualsiasi momento o per più annualità specificamente

identificate, nominare un revisore che verifichi la contabilità del condominio. La deliberazione è assunta con

la maggioranza prevista per la nomina dell'amministratore e la relativa spesa è ripartita fra tutti i condomini

sulla base dei millesimi di proprietà.

 

 

a mio avviso , fate assemblea straordinaria , con all'ordine del giorno : nomina revisore e, una volta deciso fate controllare tutti gli anni interessati.

Buongiorno.

In 9 mesi di mandato il nuovo amm.re è riuscito a malapena a farsi dare le carte dal vecchio amm.re. E accadeva 40 gg. fa.

Recentemente gli è arrivato un avviso di morosità/distacco a 4 zeri da un gestore.

 

Il problema è che dall'ultimo bilancio approvato (2010), residuavano delle morosità che non si sa se sono state saldate. Il 2011 non venne approvato.

...

Secondo il mio parere l'errore è stato proprio questo, se non si approva il bilancio l'amministratore diligente dovrebbe dimettersi (oppure i condomini nominare un successore), consegnando tutto in tempo brevi (fatture, verbali e cassa) al subentrante nominato dall'assemblea che dovrebbe revisionare il bilancio e tutto il resto in contraddittorio con l'ex, poi farlo approvare prima di proseguire con l'anno di gestione successivo.

In pratica non sembra logico proseguire con un bilancio non approvato.

Grazie ad entrambi.

Le vostre indicazioni mi hanno confermato che gli va data una scadenza per la presentazione dei consuntivi, eventualmente coadiuvato da un revisore, oppure gli indica cortesemente la porta.

 

Grazie ancora.

×