Vai al contenuto
BANCOMAT

Morosità di un condomino spesa ripartita fra gli altri condomini

Buongiorno, volevo sapere se ci sono due condominii con due particelle catastali diverse - codici fiscali diversi - tabelle millesimali distinte - che hanno in comune solo impianto di riscaldamento e acqua centralizzata - la morosità di un condomino dei due condominii deve essere ripartita - per quanto riguarda la gestione delle cose in comune fra tutti i condomini dei due fabbricati o

solamente a quello dove il condomino risiede? c'è un articolo del Codice Civile che lo prevede ? I condomini dell'altro condominio possono opporsi di pagare la morosità del condomino che non risiede nel loro fabbricato essendo stata suddivisa la spesa in base alle tabelle millesimali distinte. Segnalo che la morosità attualmente è stata distribuita solo nel condominio dove risiede il condomino moroso, che attualmente ha un decreto ingiuntivo in corso.

L'anticipo è da considerarsi lecito se tutti i condomini (escluso il moroso, ovviamente) decidono d’accollarsi quella parte di debito, la decisione presa a maggioranza dall’assemblea, invece, è da ritenersi imprescrittibilmente nulla e come tale impugnabile da ogni condomino in qualunque momento.

 

Pagano tutti se deliberate faverovolmente.

Tutti si possono opporre, ovvero se non c'è unanimità per anticipare, bada anticipare e non saldare il debito dei morosi, ad evitare decreti ingiuntivi da parte dei creditori ed eventuali pagamenti forzati o pignoramenti, forse è meglio anticipare queste quote, e se l'impianto è comune ed è questo la causa della morosità tutti quelli interessati saranno chiamati al risarcimento

 

https://www.condominioweb.com/anticipare-le-somme-dovute-dal-condominio-moroso-e-ripartizione-delle-sue-quote.708

Buongiorno, io volevo sapere se c'è un articolo di legge che obbliga chi abita in condominio diverso da quello dove c'è la morosità a rispondere anticipando la quota delle spese condominiali non assolte. Specifico che non esiste un super condominio - Le due case hanno particelle catastali diverse - codici fiscali diversi - unica spesa in comune impianto riscaldamento e acqua.

Esempio: palazzina A ha il condomino moroso la palazzina B no - entrambe fanno capo ad un unico impianto di riscalmento - quali delle due palazzine dovrà anticipare le spese insolute ? Esiste una legge o una sentenza di Cassazione che illustri in maniera chiara quale ripartizione addottare?

Mille grazie

... - codici fiscali diversi - unica spesa in comune impianto riscaldamento e acqua. ...
Anche se avete CF diversi da quanto dici avete in comune queste spese (riscaldamento e acqua) per cui bene o male siete tutti solidali, non esiste nessun articolo di Legge specifico, ma esistono soltanto delle opinioni e sentenze come quella indicata nell'allegato che avevo inserito al messaggio #3 e se avete sempre pagato assieme il Giudice in caso di morosità da una sola parte ne terrà conto, devi anche comprendere che in questo Forum non si possono anticipare decisioni Giudiziali, ma siamo limitati alle opinioni.

Salve, dalla visura del conto corrente bancario condominiale, richiesto all'amministratore, mi sono accertato, che tre condomini non sono in regola con i pagamenti (rate per la ristrutturazione del fabbricato) da oltre tre mesi (tre rate da € 500,00). Può l'amministratore intimare un decreto ingiuntivo ad un solo condomino che è in ritardo con una sola rata (ritardo di 20 giorni dell'ultima rata) mentre per i tre condomini morosi (4 rate mensili non pagate) l'amministratore non ha preso nessun provvedimento. L'amministratore, dovendo essere imparziale, può decidere di propria testa a chi inviare decreto ingiuntivo e a chi no. Esiste una regolamentazione in merito.

Non esiste nessuna legge in merito, se l'amministratore favorisce alcuni condomini, mentre è ligio con altri, è meglio che alla prossima assemblea lo sostituite con un altro amministratore più efficiente il quale può (direi dovrebbe), effettuare questo;

 

Per la riscossione dei contributi condominiali, l'amministratore può chiedere il decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo, ai sensi dell'art. 63 disp. att. c.c., nei confronti del condomino moroso, in base al preventivo delle spese approvato dall'assemblea, soltanto fino a che l'esercizio cui tali spese si riferiscono non sia terminato, dovendo altrimenti agire in base al consuntivo della gestione annuale. (Cass. 12/02/93 n. 1789)

ciao volevo farti una domanda in caso che un condomino non è favorevole a pagare le spese de moroso e, l'assemblea è favorevole come si comporta l'amministratore ......oblica il condomino a pagare?

×